Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Michael Phelps: lo Squalo che doveva solo essere capito

Michael Phelps: lo Squalo che doveva solo essere capito

Compie oggi 35 anni Michael Phelps, da molti considerato il più grande nuotatore di sempre. Uno “squalo” che doveva solo essere capito.

Testo: Ettore Zanca

Illustrazione: Enrico Natoli

Fin da bambini succede. Siamo guardati, sezionati, in competizione. E se non rendiamo esattamente come ci si aspetta “abbiamo qualcosa che non va”. Forse semplicemente, avremmo bisogno di chi invece di giudicare affrettatamente, dovrebbe ascoltarci con i nostri tempi. Un angelo rallentato che non corre appresso al nulla e si ferma a sentire davvero cosa abbiamo dentro e cosa possiamo dare. Come successe ad un ragazzino a Baltimora.

Un giorno la mamma di questo ragazzino lo porta dal dottore e questo dottore diagnostica una grave forma di ritardo e di iperattività, morale: nella vita è destinato a combinare ben poco. Poi prende delle pillole e le dà alla madre, sancendo che il ragazzino dovrà prenderle a vita per limitare le sue energie. Debbie, così si chiama la mamma, torna a casa distrutta ma comincia a dare quelle pillole al ragazzino. Non cambia nulla. E nessun angelo la aiuta a capire davvero come fare.

©Enrico Natoli

Le sorelle allora le dicono di iscrivere il ragazzino in piscina, che magari si stanca. All’inizio lui si annoia, poi diventa divertente e comincia a nuotare, non si ferma più. Lo nota un allenatore che va dalla madre e gli chiede notizie. La madre gli spiega del ritardo e delle pillole. Gli racconta che fin da piccolo era in un mondo tutto suo, fatto di continuo movimento fine a se stesso, poi prende dalla borsa il flaconcino con le pillole e lo porge all’allenatore.

L’allenatore prende le pillole e le butta, si allontana e torna con qualcosa in mano: un lettore mp3, lo mette alle orecchie del ragazzino. Sta cantando Eminem. L’allenatore dice: “quello che ti serve non sono pillole, ma ritmo”.

Il ragazzino da quel giorno nuota e ascolta musica, ascolta musica e nuota. Diventa “lo squalo”.

Vincerà ventitré medaglie d’oro olimpiche e ventisei mondiali. Il ragazzino è la leggenda del nuoto Michael Phelps. Detto appunto “lo squalo di Baltimora”. Una leggenda che da ragazzino, ha avuto un uomo che lo ha ascoltato e capito la direzione giusta. E possiamo dire che Michael Phelps è il primo squalo che ha avuto un angelo custode. Cosa rara di questi tempi, dove si corre all’impazzata e senza nemmeno ritmo.

Ti è piaciuta la storia? Segui Lo Sport oltre la siepe su Facebook!

[themoneytizer id=”27127-28″]

Ettore Zanca
A cura di

Facebook

Da non perdere

Basket

La Legge Len Bias: quando per cambiare le regole ci deve scappare il morto Il 19 Giugno 1986 una overdose di cocaina interrompe il...

Basket

Dirk Nowitzki: quando il Basket incontrò la matematica Compie oggi 43 anni Dirk Nowitzki, il fenomeno tedesco che in NBA ha fatto la storia...

Motori

Kevin Schwantz, il “kamikaze” che ha reso pazzo il motociclismo Compie oggi 57 anni Kevin Schwantz, pilota iconico del Motociclismo a cavallo tra gli...

Altri Sport

I rivoluzionari dello Sport: Bill James, l’inventore dell’algoritmo vincente Il 17 giugno 2003 veniva pubblicato il libro “Moneyball” in cui l’autore Michael Lewis racconta...

Calcio

Gli Europei e le scorie della Guerra Fredda Nel 1991 ho accompagnato la nazionale di calcio under 21 dell’allora Unione Sovietica in una delle...

Motori

Fratelli di Montreal: quando il Gp del Canada parlava italiano Se non ci fosse stato il Covid-19, oggi in Formula Uno si sarebbe disputato...

Calcio

Mauro Tassotti, il Djalma Santos bianco “Puoi togliere il ragazzo dal ghetto ma non il ghetto dal ragazzo”, dice Zlatan Ibrahimovic. Potremmo portare questa...

Altri Sport

Stoccolma 1956: quelle Olimpiadi Australiane che si disputarono in Svezia Domenica 10 giugno 1956 allo Stockholm Stadium nell’omonima città di Stoccolma si svolse una...

Altri Sport

State of Origin, la “guerra” che ferma l’Australia Inizia domani in Australia  quello che può essere definito l’evento sportivo dell’anno. Una “guerra” che ferma...

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 7 giugno 1993 ci lasciava Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una...

Storie di Sport

Bjorn Borg, l’uomo di ghiaccio vissuto nell’eccesso Compie oggi 65 anni il fenomeno del Tennis Bjorn Borg. Un uomo di ghiaccio che nascondeva una...

Calcio

Bianchi contro Neri, la partita “razzista” dove nessuno si sentì discriminato Estate 1979; West Midlands, più precisamente West Bromwich. La società di casa allo...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro