Mechelen: da Cenerentola al Calcioscommesse

Inizia la lettura
1 min read

Mechelen: da Cenerentola al Calcioscommesse

Dall’essere eroi all’ignomia più profonda. La storia è quella del Mechelen squadre belga che ha subito una sanzione esemplare per match-fixing, ovvero la combine di alcune partite.

Il club belga in questa stagione era stato promosso dalla Serie B alla Serie A ma soprattutto era riuscita, come la più bella delle Cenerentole, a vincere la Coppa Nazionale in finale contro il Gent.

E, invece, è stato beccato con le mani nella marmellata da un dossier redatto dalla federazione belga che lo vede colpevole di match-fixing in svariate partite ma soprattutto in quella contro il Waasland-Beveren del marzo 2018 in cui secondo i documenti presentati dalla federazione quattro dirigenti della squadra sarebbero stati i primi responsabili della combina. Ovviamente è scattata la responsabilità oggettiva e la punizione esemplare.

Retrocessione d’ufficio dalla Serie A conquistata sul campo di nuovo in Serie B, dodici punti di penalizzazione, esclusione dalla prossima Coppa Nazionale e divieto di giocare in Europa League che si era conquistato proprio grazie alla vittoria della Coppa.

Una bella frittata che ha rovinato una stagione da favola di una piccola realtà che a cavallo degli anni 80/90 era molto più in auge quando nel 1988 sconfisse l’Atalanta in semifinale di Coppa Uefa poi vinta contro l’Ajax.

 

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo.
Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articoli recenti a cura di