Materiali personalizzati per il tuo brand: la scelta intelligente

Inizia la lettura
7 mins read

Nonostante un mondo che tende ad essere sempre più digitalizzato, c’è una strategia di marketing che riguarda oggetti di uso comune e che viene largamente utilizzata da ogni marchio per la sua efficacia.

Stiamo parlando dei gadget personalizzati che i brand decidono di far realizzare sia come omaggio nel corso di eventi, come possono essere le fiere di settore, ma anche come premi per concorsi a punti o come regali aziendali verso i clienti più fedeli, i fornitori e i dipendenti.

Ma quali sono i gadget più realizzati dalle aziende e come è possibile scegliere quello giusto? Di seguito, ti proponiamo una panoramica su questo universo vasto e variegato.

Perché investire in materiali personalizzati

Partiamo dalla prima domanda che ogni imprenditore si fa nel momento in cui chi si occupa di marketing gli propone di realizzare un gadget personalizzato: perché dovrei investire in questa attività?

Come vedremo, i motivi sono tanti. Innanzitutto, creare un oggetto di uso comune che riporta il logo aziendale e che verrà regalato ai propri clienti, significa entrare nella sua vita quotidiana. Quali sono i vantaggi di tutto ciò?

Il primo aspetto da considerare è che il cliente, utilizzando ad esempio un’agenda o una penna personalizzata, diventa inconsciamente una sorta di ambasciatore del brand. Questo permette al brand di farsi conoscere anche dalle persone che il cliente frequenta nella vita di tutti i giorni, raggiungendo così altri potenziali clienti.

Per questo motivo, è importante, come vedremo in seguito, scegliere un gadget che sia funzionale, ma anche di qualità. Se il cliente è soddisfatto del gadget, infatti, si rafforza la brand reputation e sarà più propenso a parlarne positivamente con amici e parenti, oltre che a continuare ad acquistare i suoi prodotti.

Alla luce di questi elementi, è facile comprendere perché i materiali personalizzati dovrebbero rientrare in ogni strategia di marketing aziendale.

I gadget più diffusi e come scegliere quello giusto

Come scegliere il gadget più adatto da regalare ai propri clienti, dipendenti o fornitori? La scelta non è affatto semplice visto che ormai è possibile personalizzare una grande varietà di oggetti di uso quotidiano come puoi vedere sfogliando il catalogo di gadget48.com,

L’aspetto che non va sottovalutato assolutamente nel momento della scelta, è la funzionalità dell’oggetto. Il gadget personalizzato, infatti, non deve essere solo bello da vedere, ma anche (e soprattutto) utile nella vita di tutti i giorni.

Non stupisce, quindi, che tra i gadget più realizzati ci siano le penne e le t-shirts personalizzate, seguite a ruota dalle chiavette USB.

Un altro evergreen è rappresentato dalle borse personalizzate spesso utilizzate per fare acquisti al supermercato e durante le faccende quotidiane.

Va sottolineato che il gadget deve essere in linea con il proprio target di riferimento e che, mai come in questo periodo storico, può essere scelto per veicolare messaggi legati all’ambiente e alla sostenibilità.

Per questo, soprattutto negli ultimi anni, hanno iniziato a spopolare alcuni nuovi gadget come le borracce in acciaio o altri oggetti tradizionali, come penne e block notes, realizzati in materiali riciclati o alternativi. Com’è facilmente immaginabile, distribuire oggetti di questo tipo trasmette al cliente la percezione di avere a che fare con un brand attento e responsabile, aumentandone la reputation.

Perché regalare penne personalizzate

Basta guardarsi attorno per vedere quante penne brandizzate ci siano nella nostra casa o nel nostro ufficio. Le penne rappresentano uno degli oggetti più utilizzati nella vita di tutti i giorni, per prendere un appunto, compilare la lista della spesa, fare le parole crociate o firmare documenti.

Regalare una penna personalizzate è quindi un’ottima strategia di marketing, soprattutto se si tiene conto che non richiede un grande investimento e che permette di mostrare il proprio brand a un numero davvero illimitato di persone.

Per distinguersi dalla massa, però, è necessario che il nome del brand sia in bella vista e che ci siano anche i contatti principali, come ad esempio l’indirizzo del proprio sito web.

Borracce brandizzate

Le borracce sono oggetti che sono entrati nella nostra quotidianità per ridurre il consumo di plastica, uno dei materiali più difficili e costosi da smaltire. Per la loro praticità vengono utilizzate in numerosi contesti, rappresentando quindi un oggetto molto interessante e proficuo da personalizzare per ogni tipo di impresa.

Regalare una borraccia brandizzata ha quindi la doppia funzione di diffondere il marchio e di trasmettere messaggi e valori legati alla sostenibilità ambientale. Le aziende specializzate in creazione di gadget personalizzati sono in grado di realizzare borracce di diverse tipologie, adatte a ogni tipo di cliente e contesto.

Le borracce, infatti, possono essere utilizzate dai bambini nelle scuole, da ragazzi e adulti mentre svolgono attività fisica, ma anche da chi desidera semplicemente ridurre il proprio impatto ambientale sia in casa che durante il lavoro

Se il proprio target di riferimento è il mondo sportivo, si può pensare di abbinare l’omaggio di una borraccia ad altri oggetti che si portano solitamente in palestra.

Cappellini personalizzati

Se si è orientati verso l’abbigliamento, si può pensare di omaggiare i propri clienti con un cappellino personalizzato che riporti il logo del brand.

I cappellini sono utilizzati da tutte le fasce di popolazione, senza distinzione di genere, sia per le pratiche sportive che per ripararsi semplicemente dai raggi del sole nelle giornate più calde dell’anno.

Un gadget di questo tipo, al pari delle t-shirts, consente al brand di farsi conoscere dai potenziali clienti e, quando distribuito ai propri dipendenti, rappresenta uno dei modi per rafforzare il team building.

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Articoli recenti a cura di