Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Marx Lenin e la rivoluzione flamenguista

Non sappiamo che carriera vivrà: se sarà una meteora o un calciatore affermato. Un leader o un comprimario. Un gregario o un trascinatore. Di fatto, però, il suo nome non potrà mai passare inosservato. Marx Lenin, anzi all’anagrafe Marx Lênin dos Santos Gonçalves: nato l’11 aprile 2000, professione centrocampista offensivo, è un nuovo acquisto del Flamengo, campionato brasiliano. Il suo arrivo nelle fila della formazione del Mengão ha ridestato gli interessi degli appassionati di storia e politica: l’unione formale, almeno nel nome, tra il primo pensatore a dare una definizione teoretica al comunismo e uno dei politici che nell’onda dell’idea marxista ha formulato una delle più incisive correnti di pensiero politico ed economico nell’ambito del comunismo, note come leninismo, si è realizzata. Un ritorno al passato, di nostalgica memoria per tanti, che ha strappato più di un sorriso.

La vera stranezza, in questo caso, è che il Flamengo non ha ancora pensato a realizzare una maglia personalizzata per questo calciatore dal nome fortemente evocativo. Immaginate le vendite: invece nell’unica foto diffusa dal club in rete il giovane Marx Lenin compare con divisa al contrario e nessun numero o nome in bella mostra. Anzi, lo sponsor copre addirittura il numero di maglia. Un’opposizione al sistema, quasi in sintonia con gli ispiratori del nome del giovane fantasista. Ciò che in tanti si chiedono è: come Marx Lenin sposerà in campo la fantasia richiesta a un trequartista con il pragmatismo del quale si facevano comuni portatori i pensatori dei quali porta il nome? Un bel compito per il 17enne, che ha svolto l’intera trafila con i colori della formazione rubonegra, arrivando così alla firma del suo primo contratto da professionista. Nel suo curriculum anche alcune convocazioni con l’Under 15 brasiliana allenata dall’ex difensore del Lione Claudio Caçapa.

Un annuncio con “giallo”, dettato dal quotidiano brasiliano O Tempo, che ha puntualizzato come il calciatore si chiami Karl Lenin, con Karl chiaramente ispirato da Marx. Ma a far legge, in questo caso, è il tweet rimbalzato dall’account ufficiale del Flamengo: si chiama Marx Lenin, zero dubbi. E chissà come i suoi genitori saranno arrivati a questo nome. In attesa di scoprirlo e dei risultati dal campo, da attendersi a lungo termine come quel contratto siglato fino al 2020 anticipa, il Flamengo ha una certezza: dopo Sócrates Brasileiro Sampaio de Souza Vieira de Oliveira, meglio noto come Sócrates, capitano della Nazionale brasiliana ai mondiali del 1982 e del 1986 e inserito nel 2004 all’interno del FIFA 100, una speciale classifica che include i più grandi calciatori della storia viventi al momento della stesura, ecco un altro nome di storica ispirazione. Se avrà le fortune del suo predecessore, lo dirà solo il tempo: saprà fare la rivoluzione?

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Arbitri, Tifosi e Calciatori: una Storia di sangue Le ultime settimane di calcio si sono contraddistinte per due episodi di violenza nei confronti degli...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe L’8 ottobre 1928 nasceva Valdir Pereira, meglio noto con lo pseudonimo Didi, uno dei calciatori più iconici della...

Calcio

Aldo Biscardi: dalle intercettazioni con Moggi al “Moviolone” divenuto realtà Sono passati quattro esatti dalla morte di Aldo Biscardi. Il giornalista, autore e conduttore...

Motori

“Incidente all’Orient Kermesse”: Singapore e il “CrashGate” del 2008 Si corre oggi il Gran Premio di Turchia, valevole per il 16esimo turno del Mondiale...

Altri Sport

Johann Kastenberger: il maratoneta che scappava dalla polizia Il primo ottobre 1958 nasceva Johann Kastenberger, un atleta sconosciuto nel mondo, ma che in Austria...

Calcio

Silvio Piola, il più grande marcatore italiano che non vinse mai lo scudetto Il 29 settembre 1913 nasceva Silvio Piola, simbolo del calcio italiano...

Altri Sport

Gimondi contro Merckx, la rivincita dell’Eterno Secondo nell’Inferno del Montjuïc Il 29 settembre 1942 nasceva Felice Gimondi, eroico ciclista italiano. Per ricordarlo vi raccontiamo...

Calcio

Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è mai una...

Calcio

Josef Bican, il più grande marcatore della storia dimenticato per colpa della Guerra Il 25 settembre 1913 nasceva Josef Bican, un nome che potrebbe...

Altri Sport

Un Gentiluomo chiamato Larry Lemieux: quando per vincere devi perdere Il 24 Settembre 1988 alle Olimpiadi di Seul, Larry Lemieux, un uomo che a...

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 45 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Si è celebrata ieri la Giornata Mondiale della Pace Onu. Per l’occasione...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro