Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Luis Vinicio, ‘O Lione

Luis Vinicio, ‘O Lione

Un sudamericano napoletano d’adozione. Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato di Bruno Pesaola, stavolta è il turno di Luis Vinicio, prima giocatore e poi allenatore -anche lui- del ‘Ciuccio’, approdato in riva al Golfo sessantasei anni fa.

La prima volta non si scorda mai: il debutto in Serie A è datato 18 settembre 1955 e allo stadio Collana (Vomero) l’ex attaccante del Botafogo andò subito a segno, esibendo ai tifosi partenopei una serie di palleggi di tacco durante il riscaldamento. Un’altra data importante nella storia napoletana del brasiliano è il 4 marzo 1956, quando a ‘Città nuova’ arrivava il Milan di Liedholm, Nordhal e Schiaffino. Nel corso del primo tempo Vinicio si infortunò ma, poiché non esistevano ancora le sostituzioni, rimase in campo con una fasciatura elastica e visibilmente azzoppato.Nella ripresa fu lui a decidere il match e i supporters del ‘Ciuccio’ lo ribatezzarono così ‘o Lione.

Cinque stagioni a Napoli, poi nel 1960 la cessione al Vicenza (per il tecnico partenopeo Amadei aveva problemi fisici). In biancorosso divenne capocannoniere del campionato nel torneo 1965-’66. Tornò in riva al Golfo da tecnico e con lui in panchina i campani sfiorarono lo scudetto nel ’75, esibendo un calcio spettacolare, all’olandese.

E così nell’annata successiva al San Paolo vi furono ben 70.402 abbonamenti, complice anche l’acquisto di Beppe Savoldi. Luis Vinicio, un partenopeo nato per caso a Belo Horizonte. La Lazio, lo lasciò al Napoli ‘in cambio’ (il presidente biancoceleste era l’imprenditore edile) di un appalto in piazza Municipio, anche perché in quel periodo il patron del ‘Ciuccio’ Achille Lauro era sindaco di ‘Città nuova’.

A cura di

Da non perdere

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Calcio

Giuliano Fiorini, il “fiore del bene” che non appassirà Avrebbe compiuto oggi 64 anni Giuliano Fiorini, l’attaccante della Lazio scomparso prematuramente a 47 nni...

Basket

L’incredibile Febbraio ’95 di Hakeem Olajuwon Compie oggi 59 anni Hakeem Olajuwon, fenomenale cestista di origini nigeriane, due volte campione NBA con gli Houston...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Si ricordava ieri la morte, avvenuta il 18 gennaio 1977, di ...

Calcio

Mario Jardel e quei saluti calorosi sotto la curva sbagliata Con il calciomercato invernale nel vivo, riviviamo la storia di un bomber dal grande...

Pugilato

Muhammad Ali, in principio fu la bicicletta Quale ragazzino, negli anni Cinquanta, non avrebbe desiderato una bicicletta Schwinn? Una di quelle così belle e...

Calcio

Ventiduesima giornata spezzettata come al solito (questa sera si disputeranno Bologna-Napoli, Milan-Spezia e Fiorentina-Genoa). La prima tranche verteva sul posticipo serale tra Atalanta e...

Calcio

Franco Citti: l'”Accattone” che amava il calcio Il 14 gennaio 2016 moriva a 80 anni il grande Franco Citti. Per ricordarlo vi raccontiamo la...

Calcio

Luciano Castellini, il Giaguaro dal cuore tenero Il 16 maggio 1976 Claudio Baglioni festeggiava un quarto di secolo, Rosario Fiorello compiva sedici anni e...

Pugilato

Tutte le vite di George Foreman – Quando Foreman iniziava a bombardare gli avversari con i suoi ganci, io chiudevo gli occhi. – Gianni...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (ventunesima giornata) Covid ancora protagonista in campionato. Dopo le decisioni asimmetriche delle ASL è...

Calcio

Rod Stewart ama il Calcio alla follia Rod Stewart compie oggi 77 anni. L’eterno musicista britannico in carriera ha venduto più di 100 milioni...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro