Connect with us

Cerca articoli

Calcio

L’Uefa contro il Barcellona “indipendentista”: basta Esteladas o niente Camp Nou

Continua il braccio di ferro tra Uefa e Barcellona. Il motivo della contesa l’esposizione da parte dei supporter di Messi e co. delle Esteladas, bandiere simbolo dell’indipendenza della Catalogna dal resto della Spagna. La Uefa ha chiesto un procedimento d’urgenza al Tas di Losanna per impedire quanto accaduto nella prima giornata di Champions League in cui gli azulgrana si sono imposti al Camp Nou contro il Celtic di Glasgow pe 7 a 0.

Molti i precedenti al riguardo come in occasione del match di Champions del 2007 contro il Bayer Leverkusen dove la squadra spagnola fu multata di 40 mila euro. Così come quanto accaduto in occasione della finale della scorsa Coppa del Re, al Vicente Calderon di Madrid nella partita tra Barcellona e Siviglia, dove inizialmente era stato paventato un divieto da parte delle autorità madrilene di esporre la bandiera rossogiallastellata, conclusosi con un nulla di fatto.

Ora la Uefa minaccia misure drastiche al riguardo che potrebbero portare la chiusura dello storico impianto catalano, il Camp Nou, per le gare casalinghe della manifestazione europea. Si punta il dito contro il club spagnolo, complice secondo la federazione europea di avallare comportamenti indipendentisti da parte dei tifosi, lasciando passare impunemente le bandiere all’interno dello stadio, facendo entrare una questione politica delicata nel contesto sportivo.

La curiosità di questo ultimo episodio contro il Celtic sta nel fatto che proprio il club scozzese poche settimane fa fu multato in quanto i tifosi bianco verdi avevano esposto, in occasione della partita di qualificazione ai gironi di Champions League contro l’avversario di ieri dell’Inter, gli israeliani dell’Hapoel Be’er Sheva, bandiere della Palestina in solidarietà con la popolazione. Di tutta risposta i tifosi del Celtic avevano aperto una raccolta fondi per aiutare il popolo medio orientale.

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

La Tigre Arkan e un sogno chiamato Champions League Il 15 Gennaio del 2000 moriva Željko Ražnatović, meglio conosciuto come la Tigre Arkan, il...

Calcio

Rod Stewart ama il Calcio alla follia Rod Stewart compie oggi 76 anni. L’ eterno musicista britannico in carriera ha venduto più di 100...

Calcio

L’Atlético Madrid ha usurpato l’identità dell’Athletic Bilbao? Oggi nella Liga spagnola si incontreranno Atletico Madrid e Athletic Bilbao, una delle sfide più antiche del...

Allenamento

Palestre e centri sportivi chiusi: il momento per rinnovare Una criticità legata alla diffusione del Covid e all’anno appena passato, quel 2020 che con...

Calcio

Quando Pavel Nedved poteva “tradire” la Juve per andare all’Inter Il 22 dicembre 2003 veniva assegnato il Pallone d’oro a Pavel Nedved, fenomeno ceco e...

Calcio

Lazio: qualificarsi agli ottavi di Champions League non è sufficiente per essere una grande squadra Anche le vittorie possono insegnare. Come le sconfitte. È...

Calcio

Ikurriña e rivoluzione: la partita di calcio che cambiò la Storia del popolo basco Il 5 dicembre 1976 si giocò una partita che cambiò...

Basket

La Legge Len Bias: quando per cambiare le regole ci deve scappare il morto Il passaggio dall’infanzia all’adolescenza e infine all’età adulta è lastricato...

Calcio

Deportivo Palestino, il club cileno che gioca per i diritti dei palestinesi Il 15 novembre 1988  Yasser Arafat, presidente dell’OLP, proclama unilateralmente l’Indipendenza dello...

Calcio

Kasper non ha paura Compie oggi 34 Kasper Schmeichel, il portiere danese del Leicester che ha dovuto convivere tutta la sua carriera con la...

Calcio

Real – Barca, Mas que Futbol: Storia, Calcio, Politica e Identità del Clasico Si gioca oggi alle 16 la sfida più sentita di Spagna,...

Calcio

La nascita della Coppa dei Campioni E’ iniziata ieri la fase a gironi della Champions League 2020-21. Per l’occasione vi raccontiamo la storia del...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro