Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Lotito’s way: la sua Lazio dai 550 milioni di debiti a 6 trofei in 15 anni

[themoneytizer id=”27127-1″]

Lotito’s way: la sua Lazio dai 550 milioni di debiti a 6 trofei in 15 anni

Lo scorso 9 gennaio si è festeggiato il 120° compleanno della Lazio ma la storia dei biancocelesti, o se preferite una storia nella storia, ha come data d’inizio il 19 luglio 2004 giorno in cui Claudio Lotito si è seduto sulla poltrona del presidente-padrone.

“La Lazio fatturava 84 milioni, ne perdeva 86,5 e aveva 550 milioni di debiti. Oggi ha un bilancio tra i migliori in Italia e all’estero, e ha vinto più di tutti dopo la Juve. Queste le parole del patron biancoceleste rilasciate in una lunga intervista a La Repubblica.

Spesso trattato dai media come un personaggio ironico, in alcuni casi se l’è cercata con uscite infelici, è stato capace dal punto di vista imprenditoriale di sistemare i conti della Lazio e portarla a conquistare trofei e posizionarsi nei posti di rilievo del calcio nostrano. Con un debito di partenza di 550 milioni spalmato in 23 anni grazie ad un accordo con il Fisco e che costringe i biancocelesti a versare all’Erario 6 milioni di euro all’anno, l’ingaggio di un top player, è riuscito in un miracolo finanziario prima e sportivo poi.

La sua Lazio gode di una struttura snella e formata solo da persone di fiducia: Inzaghi allenatore, Tare direttore sportivo, De Martino responsabile della comunicazione più Peruzzi e Diaconale che fanno da raccordo. Le sue due grandi intuizioni dal punto di vista sportivo sono state sicuramente Inzaghi e Tare, perchè oggi la Lazio ha un patrimonio immobiliare di 200 milioni e uno calciatori da 600 mln.

Gli acquisti più costosi sono stati quelli di Zarate, 24 milioni, e i 16 + 3 di bonus per Correa. Tra i colpi più apprezzati sicuramente quello di Klose nel 2011 a parametro zero. Questo ha portato i biancocelesti a vincere sei trofei sotto la sua gestione, disputare dieci finali e ora al terzo posto in classifica poco distante dalla vetta e con una partita in meno.

I trascinatori della Lazio attuale Immobile, Correa, Milinkovic e Luis Alberto sono costati in tutto 45 milioni di euro, come il solo Bernardeschi alla Juve. Nonostante questo la Lazio ancora fattura “solo” 150 mln di euro l’anno, una distanza siderale al cospetto delle tre strisciate del Nord.

Ora in progetto c’è lo Stadio delle Aquile e chissà cos’altro perchè sarà anche ironico e spesso maldestro nelle sue uscite ma Claudio Lotito il suo lavoro, di presidente e imprenditore, lo sa fare numeri alla mano molto bene.

[themoneytizer id=”27127-1″]

A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Da non perdere

Calcio

Erno Erbstein, storia di un uomo che sapeva allenare In occasione della Giornata della Memoria che si celebra oggi, vi raccontiamo la storia di...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (ventitreesima giornata) Per l’Inter sono prove di fuga: mentre il Milan non riesce ad...

Calcio

Giuliano Fiorini, il “fiore del bene” che non appassirà Avrebbe compiuto oggi 64 anni Giuliano Fiorini, l’attaccante della Lazio scomparso prematuramente a 47 nni...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Si ricordava ieri la morte, avvenuta il 18 gennaio 1977, di ...

Calcio

Mario Jardel e quei saluti calorosi sotto la curva sbagliata Con il calciomercato invernale nel vivo, riviviamo la storia di un bomber dal grande...

Calcio

Ventiduesima giornata spezzettata come al solito (questa sera si disputeranno Bologna-Napoli, Milan-Spezia e Fiorentina-Genoa). La prima tranche verteva sul posticipo serale tra Atalanta e...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (ventunesima giornata) Covid ancora protagonista in campionato. Dopo le decisioni asimmetriche delle ASL è...

Calcio

Gennaio 2003: Quando a Cragnotti “scipparono” la Lazio C’è stato un tempo in cui, anche il calcio italiano ebbe i suoi “sceicchi”.  Non portavano...

Calcio

Auguri Davide Avrebbe compiuto 35 anni oggi Davide Astori, il capitano della Fiorentina che ci ha salutato quattro anni fa, sconvolgendo il calcio italiano....

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (ventesima giornata) Anno nuovo ma, nella calza della Befana, il campionato ritrova un carbone...

Calcio

Milan-Roma: la distanza non è solo nei chilometri Oggi alle ore 18.30 si sfideranno a San Siro due squadre che rappresentano due città così...

Calcio

Che squadra tifava Sergio Leone? Avrebbe compiuto ieri 93 anni uno dei più grandi e conosciuti registi italiani di tutti i tempi: Sergio Leone,...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro