Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Lo strano caso di Barkley che ci ripensa a mezzanotte

Così strano da non sembrare vero. Persino l’azionista di maggioranza dell’Everton Farhad Moshiri è rimasto senza parole di fronte alla scelta presa da Ross Barkley, un cambio di idea e programma che ha lasciato a bocca asciutta Conte, spiazzando un Chelsea già pronto a pubblicare le foto di rito con una penna in mano ed un foglio da firmare.

“In mattinata avevamo raggiunto un accordo per 35 milioni di sterline, è partito per Londra e il suo agente ci ha chiamato poco fa dicendo che al termine delle visite mediche Ross ha deciso di tornare indietro per riconsiderare la sua posizione al club. Sono senza parole anche io”. Moshiri a SkySports inglese, ore 23.40 locali.

Ricapitolando, Barkley ha raccolto involontariamente l’eredità del rivale cittadino Steven Gerrard, che ha ammesso tempo fa di aver fatto saltare un trasferimento già quasi chiuso tra il Liverpool ed i Blues nell’estate del 2005. Certo che Antonio Conte, dopo aver ricevuto un “no grazie, preferisco i Reds” da Alex Oxlade-Chamberlain ed aver visto il suo pupillo e prescelto Fernando Llorente firmare con il Tottenham proprio nell’ultimo giorno di mercato, deve aver preso le parole. Per fortuna sono arrivati Zappacosta e Drinkwater, anche se 17 giocatori di spessore in una stagione così ricca potrebbero rivelarsi un problema.

Alcuni giornalisti ipotizzano che il Chelsea tornerà su Barkley in vista del mercato di Gennaio, altri suppongono addirittura che la vera ragione del mancato esito della trattativa sia una volontà di andare al Tottenham o la paura di giocare agli ordini del tecnico italiano (il giornalista Mina Rzouki sostiene come “non si tratti di cose personali o sfortuna, quanto più il fatto che oggi si respiri un brutto ambiente al Chelsea”), alcuni romantici invece ipotizzano un clamoroso ritorno di fiamma nella mente di un giocatore nato e cresciuto fra le mura di Goodison Park. L’Everton si è detto pronto a riaccoglierlo a casa, anche se con i 160 milioni spesi sul mercato la famiglia si è decisamente allargata in tutti i ruoli.

Scelta di cuore, di pancia, o di testa? Non possiamo saperlo, ma per una volta – nel bene o nel male – sembra essere stata una decisione presa dal calciatore e basta. Una decisione clamorosa ed impopolare, forse giustamente criticata da tutti, ma una decisione di Barkley.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

I leggendari 1.140 minuti dello Swindon Town dalla Third Division alla gloria di Wembley Il calcio è uno sport meraviglioso e niente entusiasma più...

Calcio

Josef Bican, il più grande marcatore della storia dimenticato per colpa della Guerra Il 25 settembre 1913 nasceva Josef Bican, un nome che potrebbe...

Altri Sport

Un Gentiluomo chiamato Larry Lemieux: quando per vincere devi perdere Il 24 Settembre 1988 alle Olimpiadi di Seul, Larry Lemieux, un uomo che a...

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Il 21 Settembre si celebra la Giornata Mondiale della Pace ONU. Per...

Calcio

Il Nottingham Forest di Brian Clough in un football che non esiste più Il 20 Settembre 2004 moriva all’età di 69 anni Brian Clough,...

Altri Sport

Perché corro alla Maratona di New York Il 13 settembre 1970 si correva la prima edizione della Maratona di New York, quest’anno rimandata a...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 12 settembre 1913 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Inchieste & Focus

L’Altra Faccia di Pyongyang: la Corea del Nord e lo Sport “organico” di Kim Jong Un Oggi, 9 Settembre, si celebrano in Corea del...

Calcio

C’era una volta l’U.S. Milanese, la terza forza di Milano L’8 Settembre 1928 l’Inter, per volere del Regime fascista, cambia la sua denominazione in...

Calcio

Mario Corso, il poeta maledetto del calcio italiano Avrebbe compiuto oggi 79 anni Mario Corso, il funambolo dell’Inter, soprannominato “Mandrake” per le sue doti...

Altri Sport

Johann Kastenberger: il maratoneta che scappava dalla polizia “Corri, Forrest, Corri!” La celebre frase del Film Forrest Gump, interpretato da Tom Hanks nel 1994,...

Calcio

Bianchi contro Neri, la partita “razzista” dove nessuno si sentì discriminato Estate 1979; West Midlands, più precisamente West Bromwich. La società di casa allo...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro