Connect with us

Cerca articoli

Calcio

L’Italia, secondo me

Non appartengo a quelli che oggi sperano in un tracollo della nazionale. Non ci spero perché mi sembra davvero il marito che si taglia le balle per fare dispetto alla moglie.

Tuttavia senza presunzioni, mi sono chiesto come deve sentirsi in questo momento Gian Piero Ventura e cosa farei io se fossi al suo posto. Che non abbia fatto un buon lavoro lo dicono i risultati. Poco importa se alla fine abbiamo fatto ad esempio gli stessi punti del 2006. Poco importa che nel 2006, quando poi vincemmo, non avevamo certo fulmini di guerra nel girone di qualificazione. Le chiacchiere di fronte ad uno spareggio secco e con un gol da recuperare, stanno a zero. Come i nostri gol dell’andata e quasi come i tiri in porta.

Ecco perché, se fossi Ventura, oggi lascerei perdere tutte le tattiche. Punterei tutto sull’istinto. Sul dire “fregatevene di me, ma ne va del vostro orgoglio”. Forse gli sfruculierei la memoria. Gli direi di rimonte epocali e di diffidenze sportive. Gli racconterei di Spagna 1982, dove non ci davano una lira, oppure di rimonte spaventose. Liverpool-Milan da 0-3 a 3-3, oppure Bayern – Manchester United, 1-0 per i bavaresi fino allo scadere e poi assalto disperato. L’incisore della coppa stava già scrivendo il nome, mentre il Manchester in due minuti di follia ribaltò tutto. Perché il primo viatico di farcela è giocarsela senza nulla da perdere. Il secondo è che il dio Culo, dia una mano. Anche piccola. Rimbalzo fasullo, scivolone del difensore. Cose così.

E poi, se fossi lui, non direi più nulla di mio. Farei trovare negli spogliatoi un proiettore. Dove un mostro di recitazione e bravura come Al Pacino, si trova nella stessa situazione in cui è Ventura. Il film è “ogni maledetta domenica”.

Calerebbe il buio e poi primi fotogrammi:non so cosa dirvi davvero non so cosa dirvi davvero
tre minuti alla nostra più difficile sfida professionale
tutto si decide oggi
ora noi…
o risorgiamo come squadra
o cederemo un centimetro alla volta
uno schema dopo l’altro fino alla disfatta
siamo all’inferno adesso signori miei
credetemi…
e possiamo rimanerci farci prendere a schiaffi
oppure aprirci la strada lottando verso la luce
possiamo scalare le pareti dell’inferno
un centimetro alla volta…”.

E così via.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è mai una...

Calcio

Franco Citti: l'”Accattone” che amava il calcio Il 14 gennaio 2016 moriva a 80 anni il grande Franco Citti. Per ricordarlo vi raccontiamo la...

Calcio

Rod Stewart ama il Calcio alla follia Rod Stewart compie oggi 76 anni. L’ eterno musicista britannico in carriera ha venduto più di 100...

Calcio

Auguri Davide Avrebbe compiuto 34 anni oggi Davide Astori, il capitano della Fiorentina che ci ha salutato tre anni fa, sconvolgendo il calcio italiano....

Calcio

La Leggenda Eusebio: quando la Pantera Nera sbranò la Corea del Nord Il 5 Gennaio 2014 moriva Eusebio, fenomenale giocatore portoghese Pallone d’Oro nel...

Calcio

Che squadra tifava Sergio Leone? Il 3 gennaio 1929 nasceva uno dei più grandi e conosciuti registi italiani di tutti i tempi: Sergio Leone. Tutti...

Motori

Tanti auguri Schumi, Keep Fighting Michael Schumacher: 52 anni oggi e ultimi 8 compleanni vissuti fra silenzio, angosce e speranze. Sono trascorsi sei anni...

Pugilato

Bruno Arcari, la concretezza del Campione riservato di una Boxe che non esiste più In un’epoca in cui la spettacolarizzazione dello sport è all’ordine...

Calcio

Ad un passo dalla morte fino alla Premier League: la storia di Shane Duffy Compie oggi 29 anni Shane Duffy, il calciatore irlandese la...

Calcio

La partita di Natale: quando il calcio sconfisse la Grande Guerra Il freddo di dicembre mi riporta in mente uno degli episodi che descrivono...

Altri Sport

Charlie Chaplin: storia di un atleta diventato il più grande comico di sempre Il 25 dicembre 1977 moriva quel genio artistico di Charlie Chaplin,...

Altri Sport

Ultime Frontiere: Come fanno Sport al Polo Nord? “La forza dei popoli artici deriva dal Grande Freddo, si fa ghiaccio indistruttibile nelle difficoltà, acqua...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro