Connect with us

Cerca articoli

Calcio

L’inspiegabile, ossessiva, amorevole passione per il Genoa a 1100 km di distanza

Non si ferma questo amore, nemmeno in vacanza. Mi trovo in una meravigliosa spiaggia salentina e il Genoa è partito con me. 1100 chilometri da Genova non bastano per azzerare tutto. Soprattutto di questi tempi, con l’imminente cambio ai vertici che sta facendo battere i cuori dei tifosi. C’è chi sogna e chi ha gli incubi, anche in ferie. Pc portatile nello zaino, iPhone caldo e prontezza per scrivere due righe in caso di novità. E’ una vacanza alquanto…particolare.

Tra gli scenari straordinari di questa bellissima terra che è la Puglia, il Genoa resta protagonista. Incredibile. Ma nemmeno così tanto. Noi genoani siamo questi. Insaziabili innamorati. Il periodo, poi, è troppo importante, e non lascia spazio ad altro. Nella lunga estate calda rossoblu è entrato in scena il manager di Carige Giulio Gallazzi, deciso a coinvolgere nel progetto Genoa investitori esteri ancora senza un volto. Fa parte del gioco, in attesa del closing annunciato e degli annunci di rito. Nemmeno il tempo di tuffarsi che un nuovo nome sarà accostato al Genoa, la schizofrenia che aleggia sul mondo rossoblu non fa sconti. Intanto i tifosi sognano una squadra stellare, altri non si fidano e sperano resti Preziosi.

Eppure il ciclo sembra giunto davvero al capolinea, nonostante le dietrologie incombenti. In tutto questo contesto c’è da pensare anche al mercato e ad una squadra che ha bisogno di innesti. Dopo un preoccupante immobilismo il Genoa ha mosso i primi passi. Ivan Juric ha accolto Spolli, Zukanovic e Galabinov. Dal Milan arrivano Bertolacci e Gianluca Lapadula, con el cholito Simeone pronto a salutare. Sul fronte entrate si continua a parlare di Cecchini in sinergia con l’Inter e dello svincolato Izco. Tante piste in piedi ed un mercato molto lungo che farà chiacchierare parecchio i tifosi e gli addetti ai lavori. L’importante che il Genoa completi in tempi ragionevoli l’organico, quest’anno una semplice salvezza non può più bastare. Lo ha detto anche Gentiletti: “Vogliamo fare meglio e puntare più in alto di una semplice salvezza. Senza ansia è lecito coltivare, con i piedi per terra, ambizioni importanti”. Dal Salento, per ora, è tutto.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Luis Vinicio, ‘O Lione Un sudamericano napoletano d’adozione. Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato di Bruno Pesaola, stavolta è il turno di Luis Vinicio,...

Calcio

Nando Martellini, una voce sul tetto del Mondo Il nostro tributo al leggendario Nando Martellini nel giorno in cui ricordiamo la sua scomparsa avvenuta...

Calcio

Erno Erbstein, storia di un uomo che sapeva allenare Sarà poi vero che abbiamo tutti una vita? La domanda appare scontata, se non addirittura...

Calcio

Franco Scoglio, Professore di calcio e di vita Avrebbe compiuto ieri 80 anni Franco Scoglio, storico e iconico allenatore del Genoa. Il nostro tributo...

Calcio

Quando Ezequiel Lavezzi era del Genoa ma finì al Napoli Compie oggi 36 anni Ezequiel Lavezzi, il Pocho che ha fatto innamorare Napoli ma...

Calcio

Justin Fashanu, il fratello “sbagliato” Il  2 maggio 1998 moriva Justin Fashanu, il primo calciatore professionista a fare coming out e dichiarare la sua...

Calcio

Il Benfica e la Maledizione del “ballerino” Bela Guttmann Le maledizioni e le imprecazioni rappresentano una vera e propria caratteristica nel mondo calcistico attuale....

Calcio

Calcio e totalitarismo: Quali squadre tifavano i dittatori? Il 30 Aprile 1945 nel suo bunker di Berlino, Adolf Hitler si suicidava a 56 anni...

Calcio

Che squadra tifava Sergio Leone? Il 30 aprile 1989 ci lasciava uno dei più grandi e conosciuti registi italiani di tutti i tempi: Sergio Leone....

Calcio

Piazzale Loreto e Michele Moretti, il terzino partigiano: quando il calcio si incrocia con la Storia Il 29 aprile 1945 i corpi di Benito...

Calcio

Storia, Disciplina e Onore: CSKA, viaggio nello Sport dell’Armata Rossa Il 29 Aprile 1929 nasceva la Polisportiva CSKA, massima espressione dello Sport dell’Unione Sovietica...

Calcio

Walter Zenga, l’uomo ragno tra i grattacieli di Boston Compie oggi 61 anni Walter Zenga, l’Uomo Ragno, storico portiere dell’Inter, ma anche della Sampdoria...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro