Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Giornata contro la violenza sulle donne: Lina Khalifeh, la combattente giordana e la sua palestra in difesa delle donne

Giornata contro la violenza sulle donne: Lina Khalifeh, la combattente giordana e la sua palestra in difesa delle donne

Il 25 Novembre si celebra la Giornata Mondiale contro la violenza sulle Donne. Un tema, purtroppo sempre attuale, che quotidianamente ci fa conoscere storie di tragedie familiari e non solo. Per l’occasione vi parliamo dell’iniziativa di una grande donna, una guerriera che si è messa al servizio per aiutare il mondo femminile a difendersi dalla violenza. Lina Khalifeh, fondatrice di “SheFighter”, tecnica di autodifesa per le donne, in Giordania ha formato più di 12.000 donne.

La missione di Lina

Lina Khalifeh ha una missione nella vita: quella di combattere la violenza di genere in Medio Oriente, insegnando alle donne vittime di bullismo e abusi le tecniche di base dell’autodifesa. Lina, 30enne giordana, ex campionessa e cintura nera di Taekwondo, dal 2010 diffonde il metodo di autodifesa “SheFighter”. I primi passi mossi nella cantina di casa con 4-5 ragazze al seguito. Nel 2012 riesce finalmente a realizzare il suo sogno e ad aprire una palestra ad Amman, Giordania, dove insegna il metodo da lei sperimentato, che mira a rafforzare le donne da un punto di vista fisico e mentale, per garantirne la dignità sociale.

Nel suo centro è vietato l’ingresso agli uomini, per far sentire le donne al sicuro e libere di indossare ciò che le fa sentire più a loro agio durante gli allenamenti, ma da poco la palestra è stata aperta anche ai bambini maschi vittime di bullismo nelle scuole.

La passione per l’autodifesa

Lina da piccola era una vera e propria combina guai. Subiva spesso atti di bullismo dai suoi coetanei maschi perché cercava di competere con loro per sfatare il mito delle bambine ‘sesso debole che vestono di rosa’. A 5 anni si iscrive ai corsi di arti marziali in una palestra vicino casa e a 14 anni sale per la prima volta sul ring, senza scendere più. “Sin da piccola, ogni volta che sento di abusi o atti di violenza sulle donne rimango scioccata. Penso che queste non dovrebbero essere colpite per nessun motivo e che non è vero che sono il sesso debole. Sono in grado di cambiare il mondo e invertire questa tendenza che le vede subordinate agli uomini, solo che non lo sanno”. “Così, conoscendo bene le arti marziali, ho deciso di fare qualcosa, per dar loro una voce e una linea guida per uscire dal pantano di una società ancora troppo a guida patriarcale”.

Riconoscimenti

I suoi sforzi e la sua passione l’hanno portata a ricevere riconoscimenti in tutto il mondo: nel 2015 viene invitata alla Casa Bianca, dove nel corso del Global Enterpreneur Event, Barack Obama elogia i suoi sforzi per rendere la sua società un posto migliore per donne e bambine; nel 2016 a Dubai vince il premio Naseba come miglior imprenditrice dell’anno; alle Nazioni Unite a Ginevra riceve il premio Women in Business Global Award 2016, nello stesso anno partecipa in Canada alla One Young World Forum dove allena, tra le altre, l’attrice Emma Watson. Altri riconoscimenti, workshop e presentazioni la portano in Brasile, Svezia, Repubblica Ceca, Turchia, Libano, Pakistan, Malesia, Arabia Saudita.

In questi anni la lottatrice giordana ha formato più di 12mila donne di tutte le età tra Giordania e Medio Oriente, collaborando anche con le scuole e le università locali. In particolare si dedica alle rifugiate siriane e palestinesi. Dal 2016 collabora con Un ponte per…, l’Ong attiva da anni nel nord della Giordania.

Pubblicità

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Storie di Sport

Roger Federer: alla scoperta della persona più importante della sua carriera Compie oggi 39 anni Roger Federer, il fenomeno svizzero considerato da molti il...

Altri Sport

Lo sport non è soltanto passione ed intrattenimento, ma anche impegno ed abnegazione. Un misto di determinazione e sacrificio, senza i quali, come spesso...

Altri Sport

Hassiba Boulmerka, un oro per la libertà Compie oggi 52 anni Hassiba Boulmerka, l’atleta algerina divenuta simbolo di libertà contro la discriminazione che soffriva...

Calcio

29 maggio 1985, Heysel: lo spettacolo non doveva andare avanti Sono passati 35 anni dalla tragedia dello Stadio Heysel in quella maledetta Finale di...

Calcio

Il gesto del Marsiglia in aiuto delle donne: essere squadra anche quando non si gioca In questo momento convulso, molte vittime diventano quasi di...

Calcio

Non sono andato a letto presto: Vita e Assist di Gianfranco Zigoni “Metto fuori classifica io, Pelé e Maradona perché calcisticamente siamo tre extraterrestri”....

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] La rivoluzione del Surf: Shahla Yasini, la prima iraniana sulla cresta dell’onda Il primo aprile 1979 viene proclamata la nascita della Repubblica...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Ruqsana Begum: quando essere campionesse deve rimanere un segreto Ruqsana Begum, 35enne campionessa mondiale di Muay Thai, ha recentemente confessato ai suoi...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Arbitri, Tifosi e Calciatori: una Storia di sangue Per la prima volta nella storia del nostro calcio, è stata inflitto il Daspo...

Altri Sport

Ride bene chi ride ultimo: i Campioni che hanno vinto la battaglia contro il Bullismo In occasione della Giornata nazionale contro il Bullismo e...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] 6 febbraio 1958 – Monaco di Baviera, fiori rossi nella neve Ce la farò, padre? Io credo di sì. Mi avete dato...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Chapecoense 2 anni dopo: storia di un sogno rimasto in bianco e nero Il 28 Novembre 2016 l’aereo con a bordo la...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro