Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Liam Malone, il nuovo “Blade runner” che ha battuto il record di Pistorius

È innegabile la capacità agonistica dei campioni che hanno partecipato alle Paralimpiadi di Rio 2016. Ma per alcuni atleti c’è bisogno di una attenzione in più per le loro particolari storie.

È il caso di Liam Malone, il neozelandese nato il 23 dicembre 1993, specializzato nella corsa da 400 metri, convocato nella sua nazionale dopo aver ottenuto un tempo fenomenale di 48.28 secondi, a Rio ha battuto il record detenuto dall’ormai ritirato Oscar Pistorius con il cronometro fermato a  46”20. Fin da quando era un semplice studente il suo sogno era sempre stato quello di poter partecipare ai Giochi. E alla fine così è stato. Ma ad un prezzo notevole. Liam era una promessa già all’età di sedici anni. Aveva un futuro glorioso nelle sue mani. Il destino però si è messo contro ed il ragazzo ha dovuto abbandonare questo sogno per assistere la madre malata, che quattro anni fa è scomparsa.

eight_col_liam_malone_16x10_400m_finish

Nonostante tutto il dolore, ha cercato di recuperare la sua firma fisica. Ma ancora una volta, tutti i suoi sforzi non erano sufficienti. Non aveva i soldi necessari per l’acquisto di lame in carboni da gara. Ha partecipato quindi ad un programma televisivo neozelandese, che gli ha permesso di mettere da parte ventimila dollari. Tutto ciò è stato possibile grazie al contributo di molti cittadini che credevano in questa causa.

Con umiltà, con gratitudine e con leggerezza, Liam ha voluto ringraziare tutti i suoi sostenitori: “Sono orgoglioso di rappresentare la Nuova Zelanda”.
Liam, nato con assenza congenita della fibula in entrambe le gambe, aveva appena diciotto mesi quando avvenne l’amputazione sotto il ginocchio. Ma ciò non gli ha impedito di diventare un uomo.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

10.380 km di passione: Luch Vladivostok vs Baltika Kaliningrad, la trasferta più estrema al Mondo “Maciniamo i chilometri, superiamo gli ostacoli…”: è questa una...

Altri Sport

Jonathan Edwards, il Gabbiano che non volava di domenica Il 7 agosto 1995 ai Mondiali di atletica di Goteborg, Jonathan Edwards, l’uomo volante del...

Altri Sport

Brian Lochore, l’uomo oltre la maglia: storia del “padre” degli All Blacks Il 3 agosto 2019 moriva Brian Lochore, leggenda del rugby e di...

Altri Sport

Hassiba Boulmerka, un oro per la libertà Compie oggi 52 anni Hassiba Boulmerka, l’atleta algerina divenuta simbolo di libertà contro la discriminazione che soffriva...

Calcio

Spesso mando ciò che scrivo a una mia carissima amica. Le chiedo di dare un’occhiata perché di lei mi fido più che di me...

Altri Sport

Quando i Re del Rugby curarono le ferite della Grande Guerra Il 28 giugno 1919 veniva firmato il Trattato di Versailles che poneva fine...

Altri Sport

Wilma Rudolph, la Gazzella Nera che conquistò Berruti e l’Italia Il 23 giugno 1940 nasceva Wilma Rudolph, la Gazzella Nera che alle Olimpiadi di...

Altri Sport

Jonah Lomu, più forte del suo destino Il 12 maggio 1975 nasceva, nella città neozelandese di Auckland, Siona Tali “Jonah” Lomu, da tutti conosciuto...

Altri Sport

Festa della Mamma: Alysia Montano, la donna incinta che corse gli 800 metri Si celebra oggi la Festa della Mamma 2020. Per celebrare le...

Altri Sport

Festa d’Europa: perché alle Olimpiadi non vedremo mai il Team Europe Il 9 Maggio si celebra la Festa d’Europa (Giorno Europeo) per ricordare il...

Altri Sport

Charlie Chaplin: storia di un atleta diventato il più grande comico di sempre Il 16 Aprile 1889 nasceva quel genio artistico di Charlie Chaplin,...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Bebe Vio, la Regina della Resilienza Testo: Ettore Zanca Illustrazione: Enrico Natoli Si voleva suicidare. Così dissero i genitori. Quando apprese dell’amputazione degli arti...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro