Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

Legge di Bilancio: se lo Sport diventa solo un modo per arraffare denaro

Non voglio essere blasfemo però dopo il Convegno sullo Sport organizzato pochi giorni fa ad Assisi dal Centro Sportivo Italiano, uno dei più importanti Enti di Promozione Sportiva italiani, una bella preghierina per lo sport italiano servirebbe proprio. “Alla ricerca dello sport possibile” il titolo del Convegno ma qui si sta perdendo totalmente la bussola. Nella prossima Legge di Bilancio,infatti, dopo lo scontato iter di approvazione vi sarà una norma che istituirà un mostro giuridico, la Società Sportiva Dilettantistica Lucrativa. Avete letto bene, lucrativa una società sportiva dilettantistica.

Già se ne parlava da tempo con la proposta di Legge dell’On. Sbrollini del P.D. presentata in questa Legislatura con l’appoggio dell’Associazione Nazionale Impianti Sportivi che vedrebbe riconosciuto, senza ipocrisia, ciò che già accade nei grandi impianti sportivi dedicati al Fitness e cioè che lo sport può essere un’impresa commerciale. La Legge Sbrollini non passerà e allora il Ministro Lotti ha preso qualche pezzo della proposta e lo ha inserito nella Legge di Bilancio tralasciando, ancora una volta, i diritti di quelli che lavorano nello sport dilettantistico e cioè gli istruttori, gli allenatori, i dirigenti.


Assistere al Convegno del C.S.I., è stato surreale. L’On. Sbrollini  ha cercato di giustificare la sua proposta con la costatazione che se la legge passasse si regolarizzerebbe una situazione già esistente. Siamo d’accordo. Ma perché cercare un provvedimento che regolarizza solo la parte degli imprenditori e non quella dei lavoratori dello sport? La proposta Sbrollini, in realtà, conteneva anche l’innalzamento dei compensi sportivi, ricordiamo totalmente detassati, dai vecchi 7.500€ annui a 10.000€ e una contribuzione al di sopra di tale soglia. Nella Legge di Bilancio, oltre a un’Iva al 10%sulle entrate istituzionali- una vera novità- compare l’innalzamento a 10.000€ e scompare la contribuzione. Non una parola su questo argomento dagli altri politici presenti al Convegno. L’On. Giorgetti si è scagliato contro la visione CONICENTRICA dello sport italiano, l’On.Sergio Valente, responsabile nazionale dello sport del Movimento 5 Stelle, ha rincarato la dose sul CONI auspicando un ridimensionamento dello stesso a organismo che si occupi dello sport di preparazione olimpica, L’On. Filippo Fossati, responsabile Sport Movimento Democratico e Progressista ed ex Presidente Nazionale dell’UISP, ha incentrato il suo intervento sull’incapacità del Parlamento ad affrontare le problematiche dello sport che oggi si complicheranno ancora di più sia per il lucro per le Società sportive dilettantistiche che per la Riforma del Terzo Settore che a oggi non comprende lo sport e,infine, l’On. Mollea ,vicepresidente Commissione Cultura, Scienza e Istruzione Camera dei Deputati, molto più diplomatico, invece, ha messo l’attenzione sulla promozione sportiva che a suo avviso non può essere fatta dalle Federazione Sportive poiché la finalità della promozione sportiva non è quella di formare un atleta ma di educare e quindi il CONI non può continuare a fare tutto.

Brutta la realtà attuale dello sport italiano che non riesce assolutamente a rappresentare alla politica le proprie istanze, quelle di chi ogni giorno si adopera per la salute e il benessere dei giovani sportivi e di chiunque fa sport a qualsiasi livello. E’ auspicabile un confronto serio su pochi obiettivi, quelli degli operatori, quelli di chi fa impresa sportiva, quelli di chiunque ha a che fare con lo sport che in qualsiasi maniera venga svolto, associazione  sportiva dilettantistica, società sportiva dilettantistica con o senza lucro, multinazionale o, addirittura, in maniera totalmente libera in un parco o su un sentiero di montagna ha una sua dignità sociale che deve essere preservata e tutelata. Ma degli interventi dei politici al Convegno tutto questo…non emerge…

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Rod Stewart ama il Calcio alla follia Rod Stewart compie oggi 77 anni. L’eterno musicista britannico in carriera ha venduto più di 100 milioni...

Storie di Sport

Andrea Whitmore-Buchanan: se il destino è più infame anche del razzismo Ieri si ricordava la morte, datata 1982, di Andrea Whitmore Buchanan, la talentuosa...

Calcio

Auguri Davide Avrebbe compiuto 35 anni oggi Davide Astori, il capitano della Fiorentina che ci ha salutato quattro anni fa, sconvolgendo il calcio italiano....

Calcio

La Leggenda Eusebio: quando la Pantera Nera sbranò la Corea del Nord Il 5 Gennaio 2014 moriva Eusebio, fenomenale giocatore portoghese Pallone d’Oro nel...

Motori

Tanti auguri Schumi, Keep Fighting Michael Schumacher: 53 anni oggi e ultimi 9 compleanni vissuti fra silenzio, angosce e speranze. Sono trascorsi otto anni e...

Calcio

Ad un passo dalla morte fino alla Premier League: la storia di Shane Duffy Compie oggi 30 anni Shane Duffy, il calciatore irlandese la...

Calcio

La partita di Natale: quando il calcio sconfisse la Grande Guerra Il freddo di dicembre mi riporta in mente uno degli episodi che descrivono...

Calcio

Bianchi contro Neri, la partita “razzista” dove nessuno si sentì discriminato Estate 1979; West Midlands, più precisamente West Bromwich. La società di casa allo...

Calcio

Storia del Soldato Eder Compie oggi 34 anni Eder, l’eroe del Portogallo Campione d’Europa nel 2016. Di lui si sono perse le tracce e...

Calcio

C’era una volta il Calais: i dilettanti che distrussero le grandi del calcio Quella che stiamo per raccontarvi è una delle storie più romantiche...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 In occasione dei 60 anni compiuti oggi da Ricardo Alemao, l’ex centrocampista brasiliano...

Calcio

Deportivo Palestino, il club cileno che gioca per i diritti dei palestinesi Il 15 novembre 1988  Yasser Arafat, presidente dell’OLP, proclama unilateralmente l’Indipendenza dello...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro