Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Lega-Figc: come cambierà il calcio italiano in 3 settimane?

Occhio a queste date: 20 febbraio e 6 marzo. Fra meno di una settimana, Assemblea Elettiva per la nomina del nuovo Presidente della Lega Calcio. Il 6 marzo elezioni in FIGC. Tre settimane che potrebbero cambiare volti e destini del calcio italiano.

Capitolo Federcalcio: Carlo Tavecchio si gioca la conferma con Andrea Abodi. L’ex presidente della Lega Serie B, apprezzato anche dal Presidente CONI Giovanni Malagò, ha ufficializzato la propria candidatura in FIGC. Come l’ha presa Tavecchio? Mah. La sua posizione non è affatto solida, sebbene possa contare sullo zoccolo duro della LND del neo eletto Sibilia e sulla simpatia degli arbitri che contano un 2%. Ad oggi Tavecchio ha in mano il 42-44% proveniente da LND (37%), parte della Serie A (3-5%).

Abodi è lì: conta un 40-43%. In serie A, ha la simpatia di Andrea Agnelli che già nel 2014 aveva definito Tavecchio “impresentabile”. L’Associazione Calciatori ha eletto Tommasi che mette a disposizione un bacino assestabile sul 20%. La B, che vale fra il 5-6% ha votato Abodi come presidente di Lega e non cambia idea per la FIGC. La Lega Pro (17%) sosterrà le scelte di Gravina che sostiene Abodi.

Si vince con il 50% +1. E allora? Contano, eccome, gli “spiccioli”. In questa ottica, l’Assoallenatori è il vero ago della bilancia: ha a disposizione un 10% decisivo. Renzo Ulivieri sostiene, anzi sosterrebbe Tavecchio. Purchè la scelta sia avallata dai suoi alleati: il toscano potrebbe perdersi per strada Roma, Fiorentina, Bologna, Cagliari e Sassuolo. Quanto basta per fargli cambiare idea…

Dunque? Ad oggi, l’attuale presidente  FIGC resta il favorito, ma non avrà vita facile. L’alternativa è piegarsi alle richieste dell’opposizione o modificare le proprie alleanze. In primis, quella con Claudio Lotito. Negli ultimi mesi la “triade” Tavecchio-Macalli-Lotito, trionfatrice nel 2014, ha perso tutte le battaglie che ha combattuto: Macalli è uscito a pezzi dalle elezioni in Lega Pro che hanno premiato Gabriele Gravina, in asse Abodi. A sua volta Abodi è rimasto al vertice della Lega di B nonostante l’opposizione del presidente della Salernitana. Lotito ha incassato con un sorriso il  “no” di Veltroni in Lega Calcio (le ruggini fra i due risalgono al “no” allo stadio della Lazio sulla Tiberina, quando l’ex leader del PD era Sindaco di Roma) ma non avrà, con ogni probabilità, il peso specifico del 2014 in Lega Calcio.

Già. La Lega Calcio. Dove regna il Caos. Maurizio Beretta lascerà. Il successore? Si è dibattuto a lungo su Adriano Galliani, rimasto incastrato dal closing cinese e sorpassato da Walter Veltroni che poi ha rinunciato. Eppure tredici società medio-piccole, avevano già espresso il loro “sì”. Nello specifico: Atalanta, Bologna, Cagliari, Chievo, Crotone, Empoli, Genoa, Palermo, Pescara, Sampdoria, Sassuolo, Torino, Udinese. La Lazio, da sola all’opposizione, è riuscita nella piccola impresa di impedire che una sola delle “big” votasse Veltroni. Risultato: lo spettro del commissariamento è dietro l’angolo ma attenzione a Juventus, Roma e Napoli. A dispetto delle battaglie sul campo, potrebbero unirsi in salotto e sostenere gli avversari di Tavecchio e Beretta in Lega e FIGC.

In sintesi: Abodi insidia Tavecchio, Veltroni favoritissimo in Lega, è tramontato. Il commisariamento in Serie A favovirebbe l’ex Presidente FIGC che, non a caso, si è affrettato a chiedere l’elezione entro febbraio. Le conseguenze immediate? Un continuum del passato o una nuova alba con un rimpasto dei poteri. In un panorama senza Tavecchio e Beretta, tramonterebbe anche il sole di Claudio Lotito. Nel 2014 aveva il calcio nelle sue mani. Fra poche settimane, con Abodi in FIGC  e un nuovo Presidente di Lega ne uscirebbe senza la poltrona di consigliere e fortemente ridimensionato.

Luigi Pellicone
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Quando Ilya Shkurin, l’ennesimo calciatore sceso in campo nelle proteste in Bielorussia, nasceva a Vitebsk, nell’agosto del 1999, il mandato del presidente Alexander Lukashenko...

Calcio

Calcio ed economia: perché è importante che la Serie A riparta Serie A, palla al centro. Governo, Figc e Lega calcio hanno raggiunto l’accordo...

Calcio

La probabilità che in una vasta zona dell’Italia non si potranno disputare le partite di Serie A rimanenti, nel caso in cui dovesse riprendere...

Calcio

<strong>Lazio e Napoli</strong> sono i due club che spingono maggiormente per la ripresa degli allenamenti e del campionato, più defilate ma ugualmente favorevoli altre...

Calcio

Calendario, partite e allenamenti: come e quando ricomincia la Serie A La Serie A è decisa a ripartire nonostante il Covid-19. La volontà sarebbe...

Calcio

L'<strong>Assemblea della Lega di Serie A</strong> ha raggiunto un accordo sull’eventuale taglio di stipendi a calciatori, allenatori e tesserati. L’intervento prevede una <strong>riduzione di...

Calcio

Nulla di fatto al termine dell'<strong>Assemblea straordinaria della Lega Calcio</strong>. I 20 club di Serie A si sono riuniti online per discutere della questione...

Calcio

Calcio e Coronavirus: è possibile NON litigare almeno su questo? “The Show Must Go On”. E’ questa la prima cosa a cui ho pensato...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Sport e Molestie: una Storia di abusi sessuali, pedofilia e proposte indecenti Sono passati oltre due anni da quando l’attrice statunitense Alyssa...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] William D. Cox: l’eccentrico architetto che inventò il calcio made in USA Ogni quarto giovedì di Novembre negli Stati Uniti si festeggia...

Inchieste & Focus

[themoneytizer id=”27127-1″] Perché il Calcio non c’entra niente con lo Ius Soli Negli ultimi giorni è tornata in auge la questione Ius Soli, con...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Serie A, slitta la rivoluzione del Calendario che avrebbe fatto comodo ai Diritti Tv Manca meno di un mese alla stesura del...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro