Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Lega Calcio ancora senza presidente. Per un miliardo di buoni motivi

Serie A senza padrone. La prossima data utile per l’assemblea elettiva è fissata alle 11,30 del 29 marzo, ma tutto lascia presagire l’ennesima fumata nera. La spaccatura è insanabile. Panorama immutato: Inter, Milan, Napoli, Roma, Juventus, Fiorentina contro tutte. L’ultima assemblea si è chiusa sulla “fuga dell’Aventino” rivisitata e ribaltata in chiave moderna. I ricchi lasciano il tavolo e pretendono più quattrini per essere competitive a livello internazionale. Le piccole  invece chiedono una ridistribuzione della ricchezza.

Tutto ruota intorno alla revisione dell’articolo 19. Quello relativo alla distribuzione dei proventi derivanti  dei diritti Tv. Tanti soldi: un miliardo di euro. 1000000000, per rendere meglio l’idea. Attualmente lo statuto prevede che il 40% della somma sia divisa in parti uguali fra le venti sorelle. Il restante 60% è suddiviso così: 30% in base ai risultati sportivi. 30% in base ai tifosi (25% per bacino di utenza, 5% in virtù dalla popolazione della città rappresentata). Lo scenario avvantaggia le grandi: Juve (25%), Milan (15,12%), Inter (14,57)%, Napoli (10,43%), Roma (7,78%), Fiorentina (3,67%) assorbono, da sole, il 75% del tifo e del denaro.

Ricche, forti, potenti ed amate. In virtù di questa supremazia, le “big” spingono da anni per una rivisitazione dello statuto. La “borghesia”, invece, preme per una nuova gestione dei proventi dei diritti tv. In particolare, chiede che la “fetta” da dividere in parti uguali si innalzi al 50%. E che la percentuale relativa ai tifosi scenda al 20%. Una proposta giudicata inaccettabile dalle sei “regine” che hanno abbandonato il tavolo delle trattative. Un gesto mediaticamente forte: urbi et orbi, non c’è accordo. Né ci sarà. Spaccatura e conflitto sono insanabili. Non se ne esce. Anzi. La guerra di logoramento ha già mietuto diverse “vittime”: al “no” di Walter Veltroni si è aggiunto, in questi giorni, quello di Michele Uva. L’attuale dirigente generale della FIGC, potenziale commissario ad interim, ha declinato l’offerta.

In tutto questo bailamme, il 27 marzo è in programma il primo consiglio FIGC del Tavecchio-Bis. Appuntamento cui la Serie A, con ogni probabilità, si presenterà senza un presidente. Inaccettabile. Il CONI si è già fatto sentire, ma le urla di Malagò si disperdono nel vuoto di potere che permette il fiorire di tanti orticelli, intorno ai “castelli” di “regine” viziate, abituate a comandare senza curarsi delle altre. Sfugge, evidentemente, un particolare: le “grandi” non possono organizzarsi un campionato da sole. A meno che non mirino alla formazione di una Superlega, modello NBA, con le altre colleghe europee…

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Carlo Petrini: il coraggio di denunciare Il 16 aprile 2012 moriva Carlo Petrini, il calciatore che degli anni 70-80 ha vissuto sulla sua pelle...

Calcio

Ruud Krol a Napoli, anche libero va bene In una foto al porto di Napoli, in mezzo a due pescatori e con una grossa...

Calcio

Quando il “Falco” Marcelo Otero rifilò quattro goal alla Fiorentina Per celebrare i 50 anni compiuti oggi da Marcelo Otero vi proponiamo il racconto...

Calcio

Lo scorso 6 aprile è stato il trentesimo anniversario dal primo ritorno di Roberto Baggio a Firenze da avversario. Il ‘Divin Codino’ alla Juventus...

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 10 aprile 1910 nasceva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 L’8 aprile 1990 durante la partita tra Atalanta e Napoli, il centrocampista brasiliano...

Calcio

Il “Best friulano”: Ezio Vendrame, la mezzala che sarebbe diventata un poeta  Ieri si è ricordata la scomparsa avvenuta il 4 aprile dello scorso...

Calcio

Giuseppe Chiappella: Firenze andata e ritorno Lombardo come Prandelli, tornò anche lui sulla panchina della Fiorentina. Giuseppe Chiappella scrisse pagine importanti della storia gigliata,...

Calcio

La storia di Alec Stock, esonerato due volte dall’irriconoscenza Il 30 Marzo 1917 nasceva Alec Stock, la cui storia rappresenta perfettamente la vita dell’allenatore...

Calcio

Ciao Mondo Sono già passati 3 anni da quando Emiliano Mondonico ci ha salutato dopo una dura battaglia contro il cancro. Un allenatore unico...

Calcio

Gaizka Mendieta, dai 90 miliardi ai dischi in finale di Champions League Ha compiuto ieri 47 anni Gaizka Mendieta, il centrocampista basco che dopo...

Calcio

Cesare Prandelli: il coraggio di fermarsi e il tempo che non torna più “No, il tempo non torna più. E ieri non eri tu,...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro