Connect with us

Cerca articoli

Pugilato

L’arbitro contava un blues. Storie di pugni, destini e titoli mondiali

La boxe, quello sport al quale tutti gli altri vorrebbero assomigliare, per usare le parole di George Foreman, uno di quei campioni che hanno conosciuto gli abissi dell’abbattimento e l’esaltazione per la massima gloria conquistata. Una delle storie che racconta Paolo Marcacci nel libro: “L’arbitro contava un blues – Storie di pugni, destini e titoli mondiali”, uscito il 31 agosto. Perché il blues, al pari della boxe, è un canto di anime. Ed è così che l’autore ha voluto narrare tutte le vite trascorse dentro e fuori dal quadrato, in un libro impreziosito dalla prefazione di Marco Lollobrigida: la fame, quella autentica è quella per l’affermazione di sé; il riscatto verso un’esistenza iniziata in salita; l’arrampicata verso il successo; le cadute dopo a precipizio dopo essere arrivati all’apice: tutto a suon di pugni, in una sequenza di parabole prima esistenziali, poi sportive.

Le gesta, le cadute, i prodigiosi ritorni di una galleria di pugili, nei chiaroscuri dell’esistenza e delle fortune sportive: i campioni leggendari, o quelli che non riuscirono a diventarlo pur avendone la stoffa; i match che nessuno ha mai dimenticato, o quelli più discussi; il ritorno nei bassifondi di chi non seppe gestire la propria grandezza; i soldi sperperati, le donne, la bottiglia; gli amici che se ne vanno dopo il gioco di gambe e la prontezza di riflessi; il cinismo dei manager, la fatica disumana per dimostrare di essere il migliore, almeno per una sera.

Sempre ricordando che il pugile al tappeto è l’uomo più solo al mondo, come lo scrittore davanti alla pagina bianca.

ACQUISTA IL LIBRO QUI

A cura di

Da non perdere

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Si ricordava ieri la morte, avvenuta il 18 gennaio 1977, di ...

Motori

Gilles Villeneuve, l’eterno poeta innamorato del limite /E volta nostra poppa nel mattino,/ Dei remi facemmo ali al folle volo/ Sempre acquistando dal lato...

Pugilato

Muhammad Ali, in principio fu la bicicletta Quale ragazzino, negli anni Cinquanta, non avrebbe desiderato una bicicletta Schwinn? Una di quelle così belle e...

Pugilato

Smokin’ Joe Frazier: Non sarò mai uno Zio Tom Avrebbe compiuto ieri 78 anni Joe Frazier, uno dei pugili più forti della storia della...

Pugilato

Tutte le vite di George Foreman – Quando Foreman iniziava a bombardare gli avversari con i suoi ganci, io chiudevo gli occhi. – Gianni...

Pugilato

Carlos Monzon, la strada della violenza L’8 gennaio 1995 moriva Carlos Monzon, il pugile argentino campione del mondo dei pesi medi che con il...

Altri Sport

La poesia “sbagliata” di Miguel: storia del desaparecido che amava correre e sognare Dei trentamila desaparecidos che l’Argentina degli orrori ha strappato alla vita...

Pugilato

Kid Chocolate, quando Cuba aveva un Re Cuba prima di Castro ebbe un re; il re si fermava per le strade dell’Havana con una...

Calcio

Wimbledon ’88, la gloria dei bastardi Per i 57 anni compiuti oggi da Vinnie Jones, vi raccontiamo in FA Cup della squadra più scorretta di...

Pugilato

Jarry Quarry, bianco per caso Vederlo davanti ad Ali, con i suoi passi prevedibili progressivamente invischiati nella ragnatela del più grande di tutti, fa...

Pugilato

Lassù qualcuno mi ama: la vera Storia di Rocky Graziano Apprezzato dal Presidente Harry Truman, omaggiato da Al Capone e fotografato mirabilmente da un...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro