Connect with us

Cerca articoli

Sport & Diritti

La svolta green dello Sport Italiano per lo sviluppo sostenibile

[themoneytizer id=”27127-1″]

La svolta green dello Sport Italiano per lo sviluppo sostenibile

L’ambientalismo, in questi ultimi tempi, sta diventando sempre più importante nell’ambito sportivo italiano. Il Coni e Sport Salute Spa, infatti, hanno siglato un accordo col governo di Roma “per la sensibilizzazione sulle tematiche ambientali legate allo sviluppo sostenibile”.

Alla firma, avvenuta nelle sede del Foro Italico a Roma, erano presenti varie personalità del mondo politico e sportivo del Belpaese. Tra questi possiamo citare il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Sergio Costa; il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò e l’ad di Sport e salute Spa, Alberto Miglietta.

Tale accordo ha una durata quinquennale e prevede che il Coni e Sport Salute Spa portino avanti tematiche legate al cosiddetto sviluppo sostenibile. In particolare, si vuole arrivare ad un benessere equo con l’obiettivo di valutare il progresso del mondo sportivo non soltanto dal punto di vista economico, ma anche sotto il profilo sociale e ambientale.

Questi punti non sono stati scelti a caso. Fanno, infatti, parte dell’”Agenda 2030” sullo Sviluppo sostenibile, i Sustainable Development Goals (SDGs), approvata dalle Nazioni unite.

Si cercherà di favorire la diffusione di una cultura della salvaguardia della biodiversità, della diffusione della conoscenza dell’ecosistema e della riduzione dell’impatto ambientale in tutti gli eventi sportivi, grazie alla partnership tra enti sportivi e ambientali. Questo, valorizzando il ruolo delle istituzioni non profit sportive e dei volontari attivi in questo settore e premiando le migliori pratiche di integrazione degli obiettivi ambientali nello sport.

Il presidente del Coni Malagò ha voluto dire la sua su questa firma. “Se c’è una persona che da sempre lotta per migliorare la vita migliorando l’ambiente è proprio il Ministro Costa. E sono felice che oggi inauguri la sua prima visita al CONI con questo protocollo firmato congiuntamente con Sport e salute. Il nostro mondo è estremamente attento a questo tema. Sono stati fatti grossi passi in avanti perché lo sport e la tutela ambiente sono totalmente sovrapposti”: queste le parole del presidente del più importante ente sportivo nazionale.


Molto felice è sembrato anche il ministro Costa. Il titolare del Ministero dell’Ambiente ha, infatti, dichiarato “Abbiamo investito oltre 1,5 milioni di euro che serviranno ad avviare un percorso comune, della durata di cinque anni che spero si trasformi in una collaborazione continua tra mondo dell’ambiente e dello sport. Questo protocollo apre una porta su un sistema della tutela ambientale completamente diverso, c’è un modo di gestire lo sport che cambia. Occorre l’incontro tra organi dello Stato, ed è necessario che parlino tra di loro per trovare le migliori soluzioni. Voi siete un veicolo meraviglioso per fare cose che in altri contesti faticano. Una porta verde si sta aprendo. Emblematiche, a parere di chi scrive, è una frase dello stesso Malagò che dice: “ Questo protocollo  è una cosa concreta e non di facciata”.

Speriamo che,questa volta, dalla parole si passi veramente ai fatti….

[themoneytizer id=”27127-28″]

A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Slavisa Zungul, il Maradona del Calcio Indoor Compie oggi 67 Slavisa Zungul, un nome ed un cognome che a tanti milioni di appassionati di...

Calcio

Chilavert non si giudica dalla copertina Compie oggi 56 anni José Luis Chilavert, leggendario portiere del Paraguay. Per celebrarlo vi raccontiamo un aneddoto davvero...

Calcio

21-6-1978, Argentina-Perù: Marmellata rosso sangue Se è vero che ogni edizione della Coppa del Mondo ha avuto il suo sottoscala, lo sgabuzzino dove si...

Calcio

Calcio e totalitarismo: Quali squadre tifavano i dittatori? Il 25 luglio 1943 terminava il Regime Fascista, ponendo fine alla dittatura di Benito Mussolini, un...

Calcio

149 a 0: quando una sconfitta ti regala un posto nella storia del calcio Il Madagascar, al giorno d’oggi, è conosciuto per essere la...

Calcio

Ubaldo Matildo Fillol, una vita tra i guanti Compie oggi 71 anni Ubaldo Matildo Fillol, leggendario portiere argentino campione del Mondo con l’Albiceleste nel...

Calcio

René Houseman, “El Loco Impresentable” Ieri 19 luglio nasceva nel 1953 Renè Houseman, Campione del Mondo 1978 con la sua Argentina, scomparso  per un...

Calcio

Mandela Day: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni ll 18 Luglio 1918 nasceva Nelson Mandela, il presidente sudafricano che è...

Calcio

Giacinto Facchetti: Tre, come Treviglio Tra i tanti primati del calcio italiano, ce n’è uno, sempre passibile di aggiornamenti, incrociando le dita, che gli...

Calcio

Le meteore della Serie A: Adrian Pit, 41 minuti per entrare nella storia della Roma Compie oggi 38 anni Adrian Pit, l’esterno romeno che...

Calcio

La chiamarono la Guerra del Calcio Il 14 Luglio 1969 iniziava quella che viene definita la “Guerra del Calcio” tra Honduras e El Salvador....

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Sono le 14,30 del 12 luglio 1998. Parigi. Non un città qualsiasi, né una giornata qualsiasi. In quel...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro