/

La ragazza di Boston, il nuovo romanzo di Paolo Valenti

Inizia la lettura
/
5 mins read
Era stata una lunga giornata. Di quelle che, nonostante l’adrenalina che l’aspettativa di futuro tipica della gioventù ti inietta quotidianamente nelle vene, appena sveglio avrei dato qualunque cosa per poter saltare a piè pari e ritrovarmi immediatamente al giorno successivo”. 

Inizia così “LA RAGAZZA DI BOSTON”il nuovo romanzo del giornalista PAOLO VALENTI: edito da Arkadia Editore, è disponibile da oggi venerdì 8 marzo in tutte le librerie e negli shop online. 

Le parole che danno il via alla storia sono quelle di Alessandro Gentili: un ragazzo di ventidue anni che, come tanti coetanei, divide le sue giornate tra studio, passione per il calcio e ascolto della musica.

È il 21 marzo 1990 e sta per iniziare una nuova sessione d’esame. Alessandro non sa ancora che, varcando la soglia dell’aula, incontrerà la persona che più di ogni altra lascerà un’impronta indelebile nella sua vita: Meredith O’Brady, l’assistente che sta per interrogarlo, “la ragazza di Boston” del titolo, trasferitasi in Italia per via del lavoro del padre.

Nel giro di poco tempo, la bella e brillante Meredith entra prepotentemente nelle giornate di Alessandro, insieme al quale si lancia con entusiasmo nel turbinio di emozioni, trasporto sentimentale e attrazione fisica di una relazione totalizzante.

Passa qualche mese, siamo così nell’estate 1990: dopo la celebrazione del rito collettivo dei mondiali di calcio, Meredith spinge Alessandro ad accompagnarla nel suo temporaneo ritorno negli Stati Uniti. Una vacanza in cui Alessandro tocca con mano prima il dinamismo caotico di New York e delle sue esperienze fuori dal comune  – come l’incontro ad Harlem con il reverendo che conobbe gli U2 quando girarono nella sua chiesa uno dei video del film Rattle and Hum – e poi la realtà diversa e più misurata di Boston.

Qui, per la prima volta, Alessandro intuisce che la sua relazione non gode dell’immunità ai problemi che, fino a quel momento, gli era parso che potesse avere.

La conoscenza del fratello di Meredith e la notte nella quale lei lo lascia ad aspettarla fuori casa fino a tardi, portano Alessandro a coltivare dubbi e inquietudini che si materializzeranno a Roma qualche mese dopo, quando dal passato emergerà con prepotenza la figura di Francisex fidanzato di Meredith trasferitosi in Italia con l’intenzione di riconquistarla a tutti i costi.

Non sempre l’amore vince su tutto…ma se le cose cambiassero quando, molti anni più tardi, un Alessandro ormai cinquantenne nel pieno della carriera, a Boston per motivi di lavoro, venisse colto dal richiamo di quei momenti mai più rivissuti, desiderando di incontrare nuovamente Meredith e di poterle aprire ancora le porte del suo cuore che, di fatto, non l’ha mai abbandonata?

“La ragazza di Boston è un romanzo intenso, una storia che racconta le esperienze totalizzanti della gioventù. Una cascata di emozioni che incide il suo percorso tra amore e amicizia, partite di calcio e passione per il rock e trova nel respiro lirico delle ultime pagine un finale scritto dalla fantasia del lettore” – commenta Paolo Valenti.

Edito da Arkadia Editore, è disponibile in tutte le librerie e negli shop online da oggi, venerdì 8 marzo


PAOLO VALENTI vive a Roma, dove esercita la sua attività giornalistica e di scrittore. Autore di racconti brevi, interviste, articoli e rubriche radiofoniche legate al mondo dello sport collabora, tra gli altri, con il “Corriere dello Sport” e il sito del “Guerin Sportivo”. È, inoltre, opinionista e commentatore televisivo delle partite del campionato di Serie A. Dopo aver contribuito a progetti editoriali dedicati al calcio – Italia del mondo. La coppa degli italiani (Leconte, 2006), Romanisti in 100 personaggi (+1) (Typimedia, 2018) –, si è cimentato nella stesura di testi che ne raccontano le vicende: Ci vorrebbe un mondiale (Ultra, 2018), Da Parigi a Londra. Storia e storie degli Europei di calcio (Ultra, 2021), La storia siamo noi. I mondiali raccontati dai protagonisti (Ultra, 2022).

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Articoli recenti a cura di