Connect with us

Cerca articoli

Calcio

La quarta categoria e quell’idea di sport alla portata di tutti

Forse non tutti gli appassionati di calcio sanno dell’esistenza della quarta categoria. Eh sì, perché nel nostro paese – che per il pallone è sempre stato uno dei più famosi – dopo la serie A e le altre categorie già note a tutti, ne nasce un’altra. Come mai? L’idea parte dalla necessità, ma soprattutto dalla voglia, di creare un torneo calcistico che fosse finalmente lontano da qualsiasi tipo di discriminazione. Oggi calcio e sport sono diventati sempre più strumenti privilegiati per abbattere barriere razziste, per favorire l’integrazione fra esseri umani, per permettere a tutti di sentirsi parte di qualcosa. Ed ecco che ha preso vita “Calcio e disabilità: fischio d’inizio per Quarta Categoria”, il torneo di calcio a 7 dedicato ai ragazzi con ritardi cognitivi, sindrome di Down e difficoltà relazionali.

L’iniziativa è stata promossa dall’ASD Calcio 21 di Milano, un’associazione che ha messo su una scuola calcio – totalmente gratuita – per questi ragazzi “speciali”. Otto le squadre che fanno parte del torneo, sostenute da alcuni club di serie A (fra cui Milan, Inter, Fiorentina e Lazio) che forniscono loro tutto il necessario per giocare. L’iniziativa però ha il sostegno anche della Federcalcio, dell’Aia che ha messo a disposizione gli arbitri e dell’Aiac che invece si occuperà degli allenatori. Iniziato lo scorso 21 gennaio al Centro Football City di piazza Tirana a Milano, il torneo proseguirà fino al 29 aprile, toccando tutte le provincie della regione lombarda. Il presidente del Senato Pietro Grasso, a margine della cerimonia di inaugurazione tenutasi a Roma qualche giorno fa ha dichiarato a Repubblica.it che si tratta di “una bella pagina nella storia del calcio italiano che contribuisce a promuovere la cultura dell’integrazione infrangendo il muro del pregiudizio e gli ostacoli alla partecipazione piena delle persone con disabilità alle attività sportive”. Per ora il torneo di quarta categoria è limitato al territorio lombardo, che lo ha visto nascere.

Ma a voler ricordare Nelson Mandela, quando con entusiasmo diceva che “lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di ispirare. Esso ha il potere di unire le persone in un modo che poche altre cose fanno. Parla ai giovani in una lingua che comprendono. Lo sport può portare speranza dove una volta c’era solo disperazione” , non sarà difficile aspettarsi una seconda edizione di questa splendida gara: per il prossimo anno, magari allargata su territorio nazionale.

 

A cura di

Clicca per commentare

0 Comments

  1. Remo Gennari

    Febbraio 15, 2017 at 7:20 pm

    Gran bella iniziativa…grande la gioia procurata a molti ragazzi e famiglie….grande la mia amica del cuore. Valentina Battistini Vale!!!!

    ..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste Lo Sport spesso è stato strumento di resistenza alle ingiustizie e atrocità. Anche...

Calcio

Matthias Sindelar, il patriota anti Hitler Ieri, 23 gennaio, ricadeva l’anniversario della morte, datato 1939, avvenuta in circostanze misteriose di Matthias Sindelar, il fenomeno...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Si ricordava ieri la morte, avvenuta il 18 gennaio 1977, di ...

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Si è festeggiato ieri negli Stati Uniti il Martin Luther King Day, per celebrare...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Calcio

Il calcio è una chiave per vincere il dolore di un bambino mai nato Ci sono molti modi per esorcizzare il dolore. C’è chi...

Calcio

Milan-Roma: la distanza non è solo nei chilometri Oggi alle ore 18.30 si sfideranno a San Siro due squadre che rappresentano due città così...

Calcio

Wimbledon ’88, la gloria dei bastardi Per i 57 anni compiuti oggi da Vinnie Jones, vi raccontiamo in FA Cup della squadra più scorretta di...

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Il 4 Gennaio 1998 il calcio riconosceva la grandezza di Ronaldo il Fenomeno, consegnandogli il primo Pallone d’Oro...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro