Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Se la Nazionale ripartisse dal Cuore

La Nazionale va rifondata, è la voce che più di tutte si risolleva per ora. Ascoltiamo appelli alle dimissioni, ristrutturazioni, nuovo allenatore. Del resto i commissari tecnici è notorio siano milioni, nel nostro paese. Ma più di tutto, bisogna ripartire dai giocatori, si dice. Specie con tutti gli addii che si sono consumati. Il futuro è di Donnarumma, di Florenzi, ad esempio. Addio a chi ha dato e tanto. Buffon, De Rossi, tra gli altri.


Ma che requisito dovrebbe avere un nuovo giocatore della nazionale? Piedi, certo, talento pennellato e polmone resistente. Volontà e tenacia, poca paura, che se ti trovi davanti Messi lo devi trattare come il fighetto dell’oratorio e fargli capire chi comanda. Eppure, eppure. Ci sono doti che potrebbero racchiudersi in una sola parola. Cuore. Un termine che può andare dal semplice muscolo cardiaco, fino alla dote morale che racchiude quei battiti. Chi ha un cuore grande non è sordo agli altri. E non si guarda mai solo il proprio orticello, che nel caso di tanti calciatori è anche con piscina, tante volte. Il ragazzo che vedete in foto, potrebbe essere l’archetipo del convocabile di cuore. Lui è Danilo Cataldi. Al di là della carriera, che lo vede comunque impegnato bene, specie con Lazio, Genoa e ora Benevento, c’è anche un buon percorso con l’under 21. Ma non è questo che ne fa un giocatore per cui stare attenti. Il ragazzo, oltre ad essere un buon giocatore, ha anche, appunto cuore.

La scorsa estate è convolato a nozze con la sua Elisa. Ma nel momento in cui si è trattato di far uscire la lista nozze, tutti hanno avuto una sorpresa. Danilo e sua moglie hanno chiesto espressamente che al posto dei doni, venissero finanziati due progetti importanti: pagare le cure per Flavio e Francesco, due gemellini affetti da una rara malattia degenerativa e inoltre, dare una mano a Chiara Insidioso. Chiara il 3 febbraio del 2014 è stata aggredita e massacrata a calci dal suo compagno. Ricoverata in fin di vita, passa 304 giorni in coma neurovegetativo. Quando si riprende ha una vita completamente diversa e fortemente ridotta e limitata. Oltre a necessitare di cure continue. Chiara era anche tifosa della Lazio. Necessita di stare in strutture di mantenimento e la famiglia non ha una vita facile. Il fidanzato in appello è stato condannato a 16 anni di reclusione. Io non so da dove ripartirà la Nuova nazionale. Ma credo che un occhio a Danilo lo darei. Non tanto per il talento, quanto per la sua non sordità di cuore. Un organo importante più dei piedi, perchè non fa vincere solo in campo.

Ettore Zanca
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

“Rudi Voeller. Il tedesco volante”: biografia d’amore del mito giallorosso Dopo il grande successo di “Un secondo dopo l’altro” e “Nonostante tutto”, Gabriele Ziantoni...

Ultime Notizie Calcio

Euro 2021, per il ct Mancini l’Italia è tra le favorite alla vittoria finale La nuova stagione del grande calcio in Europa e già...

Calcio

Calcio Moderno e Diritti Tv, Ciampi ci aveva avvertito sulla crisi del Pallone Il 16 settembre 2016 moriva l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio...

Ultime Notizie Calcio

Dove eravamo rimasti? Dopo oltre tre mesi di astinenza causa pandemia da covid-19, il prossimo 20 giugno, salvo clamorose complicazioni, ripartirà finalmente il campionato...

Calcio

Mario Corso, il poeta maledetto del calcio italiano Avrebbe compiuto oggi 79 anni Mario Corso, il funambolo dell’Inter, soprannominato “Mandrake” per le sue doti...

Calcio

Erano i mondiali di calcio del 2002. La partita era Italia – Messico. Io ero in ospedale con mio padre. Lui odiava il calcio....

Storie di Sport

L’amore di Andre per Steffi Ho poche persone come riferimento nella mia esistenza. Ognuna ha il suo bravo posto arredato e un contratto a...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Montserrat: tra San Patrizio e pallone, l’Irlanda dei Caraibi Il 17 marzo si festeggia San Patrizio, il santo protettore dell’Irlanda. Oggi tutto...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Fosco Becattini, la storica “Palla di gomma” del Genoa Il 16 Marzo 1925 nasceva Fosco Becattini, leggenda del Genoa, recentemente scomparso all’età...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Sport e Molestie: una Storia di abusi sessuali, pedofilia e proposte indecenti Sono passati oltre due anni da quando l’attrice statunitense Alyssa...

Inchieste & Focus

[themoneytizer id=”27127-1″] Perché il Calcio non c’entra niente con lo Ius Soli Negli ultimi giorni è tornata in auge la questione Ius Soli, con...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Nello Sport c’è ancora spazio per l’amore Nel mondo dello sport moderno a farla da padrone sono meri interessi economici o la...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro