Connect with us

Cerca articoli

Calcio

La mossa di Infantino per fermare il razzismo negli stadi

[themoneytizer id=”27127-1″]

La mossa di Infantino per fermare il razzismo negli stadi

Il presidente della Fifa Gianni Infantino ha chiesto un intervento urgente da parte delle federazioni nazionali e anche un aiuto ai Club per applicare sanzioni più dure e un approccio “zero tolleranza” nei confronti del razzismo.
.
“Il razzismo non ha nessuno spazio nel calcio.” ha detto Infantino. “Negli ultimi giorni è stato molto triste vedere un numero considerevole di incidenti razzisti nel calcio. Questo non è proprio accettabile“.
.
Infantino ha altresì chiesto alle singole federazioni di adottare la cosiddetta “three step procedure – la procedura a tre fasi” che abilità gli arbitri a fermare, sospendere e infine abbandonare la gara.
.
Questa procedura è già in uso in Gran Bretagna e nelle competizioni Fifa e UEFA.
.
Infantino ha poi continuato: “la Fifa sostiene unita Prince Gouano, Kalidou Koulibaly, Raheem Sterling, e Denny Rose, così come ogni altro giocatore, allenatore, tifoso o appassionato che durante un match di calcio è stato vittima di episodi a sfondo razziale, dal più alto livello professionistico fino alle palestre delle scuole. Il razzismo deve fermarsi. Punto“.
.

Dopo l’abuso subito da parte dei tifosi del Montenegro ai danni di Rose e altri giocatori della Nazionale inglese, il capo della Football Association Greg Clarke ha chiesto lumi a riguardo sul miglioramento della procedura a tre fasi in quanto non ha funzionato troppo bene in quella occasione.
.
Pronta la risposta di Infantino: “Il protocollo chiede all’arbitro di fermare il Match se i comportamenti razzisti sono di forte e intensa magnitudo. Sono il primo a credere che così com’è non sia abbastanza efficiente e coglieremo al volo la prossima opportunità per rivederla e migliorarla”.
.
[themoneytizer id=”27127-28″]
Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste La storia di Istvàn Tòth e Géza Kertész è una di quelle che...

Azzardo

Bookmakers italiani e stranieri: l’importanza della regolamentazione Un tema un bel po’ complesso e per il quale si rende necessaria un po’ di chiarezza;...

Azzardo

Dal vecchio Totocalcio al web: storia della tanto amata schedina Una ‘vecchietta’ che ha abbondantemente passato i 75 anni di età e che negli...

Calcio

Dall’El Dorado ai Narcos: Inferno e Paradiso dei Millonarios di Bogotà Cinco y baile. Dopo il quinto gol, si balla. C’è stata una squadra...

Calcio

Matthias Sindelar, il patriota anti Hitler Il 23 Gennaio 1939 moriva in circostanze misteriose Matthias Sindelar, il fenomeno austriaco che con il suo gesto...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Il Mistero Scaini: la triste storia di un ragazzo che non era Paolo Rossi Il 21 Gennaio 1983 se ne andava Enzo Scaini, il...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Il 18 Gennaio 2021 si festeggia negli Stati Uniti il Martin Luther King Day,...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Il 18 Gennaio 1977 se ne andava Luciano Re Cecconi, iconico...

Calcio

La Tigre Arkan e un sogno chiamato Champions League Il 15 Gennaio del 2000 moriva Željko Ražnatović, meglio conosciuto come la Tigre Arkan, il...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro