Connect with us

Cerca articoli

Altri Sport

La grande lezione di Travis e Bo

Che questo non sia un mondo per i puri è verità assodata. Quelli che vivono a pelle scoperta hanno un continuo rifornimento di sale sulle ferite, a ricordarsi che senza pelo sullo stomaco non si sopravvive. Ogni tanto anche chi impara a fare da solo però, avrebbe bisogno di essere protetto. Il ragazzino con i capelli rossi si chiama Bo Paske, quattro anni fa frequentava una scuola media in Florida, è autistico.

E questo per chi gli sta intorno non è un tratto della sua personalità e basta, non è una voglia sul braccio o un dito più corto. No. Quello che ha, merita la sua emarginazione, perchè Bo esprime il suo affetto abbracciando e cercando tenerezza dagli altri. Perchè forse la causa dell’emarginazione di Bo sta lì, nella sua purezza devastante. Se lo chiede spesso la madre che lo vede mogio a casa, mentre gli altri bambini sono invitati a feste in cui lui è escluso. Un giorno nella sua scuola arriva una squadra di football americano. I Florida State Seminoles. I giocatori parlano con i bambini, firmano autografi, sono tutti allegri.

Al momento del pranzo, Bo si va a sedere come sempre da solo. Come ogni giorno. Invece no, questo giorno è diverso dagli altri. Il campione di football Travis Rudolph lo nota, vede tutto. E non urla, non rimprovera, non fa nulla, prende il suo vassoio della mensa e invece di mangiare con tutta la squadra, si siede di fronte a Bo. E gli parla. Di fronte ad una scuola via via più attonita, Bo e Travis parlano di football, si chiedono delle rispettive vite. Appena si alza Travis saluta Bo come un vecchio amico, gli dice: “sei in gamba ragazzo.”.

Ma non è finita qui, chi ha fotografato la scena è un conoscente della mamma di Bo. Le manda la foto subito. La mamma salta sulla sedia e poi ringrazia pubblicamente Travis. E dice che a volte lei benedice l’autismo del figlio, perchè lo protegge in qualche modo dalla cattiveria del mondo. E che suo figlio è davvero in gamba, lei lo giura. Ma noi lo sapevamo già, l’ha detto Travis Rudolph, un uomo che se vede la fragilità dipinta nel viso di un ragazzo, semplicemente agisce e protegge. Dimostrando di non essere uno qualunque.

A cura di

Da non perdere

Calcio

Il calcio secondo Bernardo Bertolucci Il 26 novembre 2018 ci lasciava, all’età di 77 anni, Bernardo Bertolucci, il regista parmigiano, autore di alcuni capolavori...

Inchieste & Focus

Grace Murray Hopper, matematica statunitense diceva che la frase più pericolosa del mondo è “abbiamo sempre fatto così”. Questo nello sport dovrebbe essere applicato...

Altri Sport

We are Marshall: Quando un Aereo consegna lo Sport alla storia Il 14 Novembre 1970 in West Virginia, l’aereo della Southern Airways Flight 932 con...

Calcio

Giovanni Paolo II, l’Atleta di Dio. Il 22 ottobre di 42 anni fa Karol Wojtyla dava inizio al suo pontificato. Fu il primo papa...

Altri Sport

Paul Allen: storia del Genio tifoso innamorato dello Sport Genio, rivoluzionario, magnate, filantropo. Non bastano le parole, gli aggettivi. Scrivo. Meglio: pigio i tasti...

Calcio

Dario Fo: il Premio Nobel che amava il calcio “vecchie maniere” Il 13 Ottobre 2016 moriva Dario Fo, uno degli artisti italiani più stimati...

Altri Sport

Un Gentiluomo chiamato Larry Lemieux: quando per vincere devi perdere Il 24 Settembre 1988 alle Olimpiadi di Seul, Larry Lemieux, un uomo che a...

Pugilato

Billy Collins e quel pugno “dopato” che ha distrutto la sua vita Il 21 settembre 1961 nasceva il pugile di origini irlandesi Billy Collins,...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 2 settembre 1937 moriva Pierre De Coubertin, l’uomo al...

Calcio

Gutendorf – Pfannenstiel: il giro del mondo in 80 squadre Quando Jules Verne pensò di raccontare l’impresa del gentiluomo inglese che voleva circumnavigare l’intero...

Azzardo

Il grande inganno dei Bonus di Benvenuto: quando il “regalo” è utile solo ai Bookmaker Sono messi in grandissima mostra, scritti grandi e con...

Calcio

Lo Sport secondo Andrea Camilleri Il 17 luglio del 2019 ci lasciava il grande scrittore siciliano Andrea Camilleri. Nato il 6 settembre 1925 a...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro