Connect with us

Cerca articoli

Ultime Notizie Calcio

La favola Atalanta: da sorpresa a splendida realtà

La favola Atalanta: da sorpresa a splendida realtà

Dopo che l’emergenza sanitaria ha costretto anche il calcio a chiudere i battenti, la Serie A è finalmente ripartita. L’attenzione di tutti gli addetti ai lavori era rivolta proprio verso l’Atalanta, con Bergamo che è stata una delle città colpite più pesantemente dall’epidemia. La Dea, tuttavia, ha nuovamente superato le aspettative della vigilia e ha ripreso la stagione così come l’aveva conclusa a marzo: vincendo e segnando valanghe di goal soprattutto tra le mura amiche del Gewiss Stadium.

La Dea vola sia in campionato che in Champions

Alla vigilia di questa stagione, c’era enorme interesse nello scoprire se l’Atalanta di Gian Piero Gasperini sarebbe riuscita a replicare quanto di buono fatto nel passato campionato. In quell’occasione, a seguito di una cavalcata trionfale, era infatti giunta la prima storica qualificazione alla Champions League, traguardo impensabile per i bergamaschi sino a sole due stagioni fa. Quest’anno, se possibile, la Dea ha impressionato ancora di più rispetto all’anno precedente, incantando per la qualità del gioco espresso e per l’incredibile efficienza offensiva. Gli orobici continuano a far registrare record su record e, tra questi, quello che impressiona di più è sicuramente quello relativo alle reti realizzate: mai la Dea in Serie A era riuscita a realizzare 77 goal dopo sole 28 gare. Dati sensazionali che ci fanno comprendere appieno la portata dell’impresa che Gómez e compagni stanno compiendo sia in campionato che in Champions League, competizione in cui i nerazzurri sono già qualificati alle Final Eight che si giocheranno in agosto a Lisbona. Secondo le scommesse Serie A l’Atalanta è anche la favorita nella corsa al quarto posto che garantirebbe la qualificazione alla prossima edizione di Champions, in leggero vantaggio sulla Roma e sul Napoli di Rino Gattuso.

A fare la differenza è il feeling tra presidenza, dirigenza e allenatore

La sensazione di molti è che in casa Atalanta siano riusciti a creare le condizioni ideali per fare del buon calcio. A partire dal presidente Percassi, passando per il direttore sportivo Zamagna e per l’allenatore Gasperini, sino ad arrivare ai calciatori, tutti sanno fare bene il proprio mestiere e tutti sono consapevoli di far parte di un progetto che nel panorama calcistico europeo rappresenta un unicum. In giro per il Vecchio Continente, nessuna squadra negli ultimi anni è riuscita a fare ciò che è riuscito alla Dea. L’Atalanta rappresenta infatti un modello da seguire non solo per il nostro calcio ma per il calcio mondiale, perché gli orobici hanno dimostrato che con il duro lavoro, con la programmazione e con l’organizzazione maniacale dei settori giovanili, è possibile fare calcio ad alti livelli senza spendere una fortuna ma, anzi, chiudendo sempre in attivo. Solo nell’ultima stagione la società bergamasca ha chiuso il bilancio con un utile vicino ai 180 milioni di euro, numeri che fanno impallidire tutti i top club europei, Barcellona e Real Madrid inclusi.

Da sorpresa, l’Atalanta si è trasformata in una splendida realtà e il nostro augurio è che nel prossimo futuro il nostro calcio possa tornare ai fasti di un tempo prendendo a esempio lo straordinario lavoro fatto in quel di Bergamo.

Avatar
A cura di

Da non perdere

Calcio

Ruud Krol a Napoli, anche libero va bene In una foto al porto di Napoli, in mezzo a due pescatori e con una grossa...

Calcio

Quando il “Falco” Marcelo Otero rifilò quattro goal alla Fiorentina Per celebrare i 50 anni compiuti oggi da Marcelo Otero vi proponiamo il racconto...

Calcio

Lo scorso 6 aprile è stato il trentesimo anniversario dal primo ritorno di Roberto Baggio a Firenze da avversario. Il ‘Divin Codino’ alla Juventus...

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 10 aprile 1910 nasceva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Calcio

Il 10 Aprile 2018 allo Stadio Olimpico la Roma compie una delle più grandi imprese della sua storia battendo il Barcellona per 3 a...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 L’8 aprile 1990 durante la partita tra Atalanta e Napoli, il centrocampista brasiliano...

Calcio

Il “Best friulano”: Ezio Vendrame, la mezzala che sarebbe diventata un poeta  Ieri si è ricordata la scomparsa avvenuta il 4 aprile dello scorso...

Calcio

Giuseppe Chiappella: Firenze andata e ritorno Lombardo come Prandelli, tornò anche lui sulla panchina della Fiorentina. Giuseppe Chiappella scrisse pagine importanti della storia gigliata,...

Calcio

La storia di Alec Stock, esonerato due volte dall’irriconoscenza Il 30 Marzo 1917 nasceva Alec Stock, la cui storia rappresenta perfettamente la vita dell’allenatore...

Calcio

Ciao Mondo Sono già passati 3 anni da quando Emiliano Mondonico ci ha salutato dopo una dura battaglia contro il cancro. Un allenatore unico...

Calcio

Gaizka Mendieta, dai 90 miliardi ai dischi in finale di Champions League Ha compiuto ieri 47 anni Gaizka Mendieta, il centrocampista basco che dopo...

Calcio

Cesare Prandelli: il coraggio di fermarsi e il tempo che non torna più “No, il tempo non torna più. E ieri non eri tu,...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro