Connect with us

Cerca articoli

Calcio

La Colombia è in Pace. Falcao ed Higuita scendono in campo per l’accordo di Cartagena

Qualche giorno fa si è concluso l’unico conflitto armato dell’emisfero occidentale. Nel Patio de Banderas a Cartagena il presidente della Colombia Juan Manuel Santos ha firmato l’accordo di pace con il leader delle FARC, le Forze Armate Rivoluzionarie Colombiane, Rodrigo Londoño Echeverri, alla presenza del segretario generale dell’Onu Ban Ki-Moon, Raúl Castro e di altre 2500 persone, tra cui 400 vittime, 120 membri della Farc, 1200 giornalisti, uomini di Stato e gente comune, è stato firmato ufficialmente l’accordo di pace che conclude definitivamente un’assurda guerra in Sudamerica.

Alla Decima Conferenza Nazionale delle Farc (tenutasi prima dell’accordo con il Governo) l’ospite d’onore è stato un simbolo della nazione colombiana e del calcio di fine millennio: Renè Higuita. Il portierone dei cafeteros ha approvato l’accordo di pace tra il movimento marxista ed il governo ratificando la conversione delle FARC in movimento politico legale invitato.

Higuita ha incontrato alcuni leader della guerriglia e partecipato alla cerimonia di chiusura della manifestazione, una cerimonia in grande stile con migliaia di persone, tanti artisti ed un mega concerto.

Su questo argomento si è espresso anche Radamel Falcao, punta attualmente in forza al Monaco: “Questo passaggio per il popolo colombiano non sarà facile. Ci sarà bisogno di ricostruire un Paese. Generazioni intere che hanno sofferto per la guerra. La Colombia è però un Paese che ha la capacità di perdonare e che non si arrende nonostante le difficoltà“.

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Il calcio ai tempi di Francisco Franco Se fosse vivo oggi, Hegel probabilmente direbbe che la sintesi del calcio è tutta qui. In questa...

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Il 6 luglio 1967 l’esercito nigeriano entra nella regione del Biafra, dando...

Calcio

Sport Criminale: quando gli atleti sono vittime di agguati Quando parliamo di giocatori vittime di agguati non possiamo non cominciare da quello che, purtroppo,...

Altri Sport

Gino Bartali, il fascismo e quel Tour de France che “salvò” l’Italia Il 5 maggio 2000 ci lasciava Gino Bartali, leggenda del ciclismo italiano...

Calcio

Zavarov, lo ‘Zar’ che girava in Duna e sognava la pace Compie oggi 60 anni Oleksandr Zavarov, l’uomo scelto dalla Juve per rimpiazzare Platini,...

Calcio

13/5/1990: Dinamo Zagabria – Stella Rossa, venti(due) di Guerra Se quel giorno le squadre scesero in campo, fu solo per rappresentare la negazione dell’evento...

Altri Sport

La poesia “sbagliata” di Miguel: storia del desaparecido che amava correre e sognare Il 23 aprile 1985 a Buenos Aires si apriva il processo...

Calcio

Dall’El Dorado ai Narcos: Inferno e Paradiso dei Millonarios di Bogotà Cinco y baile. Dopo il quinto gol, si balla. C’è stata una squadra...

Calcio

Quando James Rodriguez stava per andare al Bari Nell’estate del 2014 il colombiano James Rodriguez, dopo un grande Mondiale in Brasile disputato con la...

Calcio

I sogni di gloria calcistica della Colombia di Pablo Escobar Il 2 Dicembre 1993 moriva Pablo Escobar, il narcotrafficante più famoso del mondo. Vi...

Altri Sport

[themoneytizer id=”27127-1″] Afghanistan: lo Sport come rinascita da una Guerra mai finita Continuano i negoziati, che durano da più di un anno, tra gli...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Ciò che Narcos non dice: il rapporto tra il calcio e i cartelli colombiani Tra i tanti demeriti di Narcos, fortunata serie...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro