Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Kurt Hamrin, l'”uccellino che vola”

Lunedì 3 febbraio 1964. Una data importante nella storia gigliata. Non ci riferiamo alla conquista di scudetti o trofei, ma il giorno dopo il netto successo a Bergamo sulle locandine de La Nazione vi era scritto: “L’uccellino che vola”. Il quotidiano fiorentino descrisse così Kurt Hamrin, autore di cinque reti.

Era la sua sesta stagione in riva all’Arno. Era arrivato infatti a Campo di Marte nel 1958, dopo un ottimo terzo posto ottenuto con il Padova di Nereo Rocco. Con l’addio di Julinho alla Viola serviva un altra ala e i dirigenti gigliati scelsero lo svedese, che la Juventus aveva portato in Italia due anni prima ma che lasciò partire dopo un campionato e vari infortuni alle caviglie, complici anche gli arrivi in bianconero di Sivori e Charles.

Il compianto Paolo Rossi una volta dichiarò che partiva da Prato non per guardar giocare la Fiorentina, ma per vedere Hamrin, il quale era capace di far rimbalzare la palla sulle gambe dell’avversario per poi eluderlo con un tunnel o con un dribbling.

Quando corre sull’erba saltando sempre il difensore avversario, sembra proprio un uccellino che vola”, scrisse di lui Beppe Pegolotti. In viola una Coppa delle Coppe e due coccarde tricolori. Centocinquanta reti in nove campionati a Firenze: miglior marcatore gigliato in Serie A dietro solo a Gabriel Batistuta, il quale superò le reti dello svedese all’ultima partita con il club toscano.

Lasciò la Viola nel 1967, considerato un po’ avanti con gli anni. Ma il ‘Paròn’ Rocco non si era dimenticato di lui e lo volle al Milan, con il quale ha celebrato uno scudetto, una Coppa delle Coppe e una Coppa dei Campioni. In Italia ha vestito anche la casacca del Napoli per due annate. Dopo il ritiro decise di vivere a Firenze. Nel 2014 sul Guerin Sportivo Rossano Donnini l’ha posizionato al 4°posto tra i 100 di sempre della storia gigliata.

A cura di

Da non perdere

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 45 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Si è celebrata ieri la Giornata Mondiale della Pace Onu. Per l’occasione...

Calcio

Il Nottingham Forest di Brian Clough in un football che non esiste più Il 20 Settembre 2004 moriva all’età di 69 anni Brian Clough,...

Calcio

Rivista al…Bar: il commento della Serie A di Paolo Valenti (quarta giornata) La domenica della Serie A si conclude con l’1-1 tra Juventus e...

Pugilato

Raccontami di Sugar Ray, di Scorsese e del revolver di Babbo Natale Il 19 Settembre 2017 ci lasciava a 95 anni Giacobbe LaMotta, meglio...

Calcio

L’Atlético Madrid ha usurpato l’identità dell’Athletic Bilbao? Oggi nella Liga spagnola si incontreranno Atletico Madrid e Athletic Bilbao, una delle sfide più antiche del...

Calcio

Christian Pulisic, l’oro americano scoperto ‘per sbaglio’ Compie oggi 23 anni Christian Pulisic, giovane talento statunitense, per anni gemma preziosa del Borussia Dortmund, oggi...

Calcio

A Ovest di Socrates: Gol e droghe di Walter Casagrande “Quando guardi a lungo nell’abisso l’abisso ti guarda dentro.”  Friedrich Nietzsche Cosa fosse più...

Calcio

Happel, Vilanova e Maestrelli: Storie di Vita, Storie di Sport Avrebbe compiuto oggi 53 anni Tito Vilanova, compianto allenatore del Barcellona, portato via da...

Calcio

Il Derby di Mostar tra nazionalismo, religione, politica e odio Si è giocato ieri alle ore 17 una delle partite più calde del panorama...

Calcio

Calcio Moderno e Diritti Tv, Ciampi ci aveva avvertito sulla crisi del Pallone Avrebbe compiuto oggi 101 anni l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio...

Calcio

Sempre jogando, Dirceu Il 15 settembre 1995 moriva in un incidente stradale a soli 43 anni il calciatore brasiliano Dirceu, vecchia conoscenza della Serie...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro