Connect with us

Cerca articoli

Basket

Kobe e Gianna: come te lo immagini il paradiso?

Kobe e Gianna: come te lo immagini il paradiso?

Avrebbe compiuto oggi 42 anni Kobe Bryant, la leggenda dei Los Angeles Lakers recentemente scomparso insieme alla figlia in seguito a un tragico incidente in elicottero. Il nostro tributo a un atleta che non dimenticheremo mai.

Testo: Ettore Zanca

Illustrazione: Enrico Natoli

Come te lo immagini il paradiso? No, non cerchiamo una versione buona per tutti. E non proviamo a dire che è un posto dove regna la pace assoluta e ci si nutre di quiete. Parliamoci chiaro: un posto così annoia parecchio. E allora? Come te lo immagini? Sì, gli abitanti del luogo saranno puro spirito, non esistono le differenze sociali, non esistono discorsi sulla razza, sull’odio. Magari non esistono nemmeno le parole fatte di fuffa pesante per polemizzare sul nulla cosmico. Però sicuramente faranno qualcosa per non annoiarsi. Ma cosa? Secondo me quello che sanno fare meglio. Tutti. Chi ama fare il pane fa il pane, chi insegna, chi gioca a pallone. E i bambini vittime di guerra che fanno le squadre per giocare a calcio a fianco dei giocatori andati via troppo presto, con le maglie uguali e belle.

Così me lo immagino il paradiso. Adatto alla felicità di ognuno. Proprio con tutto ciò che rendeva felici. Il giardino dove la domenica giocavamo con papà è ancora lì e noi stiamo correndo col pallone di gomma dai nostri amici. Così.

Perché ho bisogno di sapere che almeno da qualche parte c’è tutto senza dover lottare o fare i conti con le ingiustizie.

Ad esempio mi immagino che in qualche angolo c’è un cortile con un cesto. E attorno a quel cesto, non si distingue bene da lontano, ma avvicinandosi ci sono due maglie. Una più in alto, l’altra più bassina ma promettente. Sono Kobe Bryant e sua figlia Gianna, Gianna sta aspettando la compagna di squadra e i genitori per iniziare il suo allenamento. Nel frattempo è lì che palleggia con suo papà. E quel cortile ispira tranquillità. Nessuno soffre più, qui non arriva il dolore della perdita. E si gioca a basket. Per sempre. Felici. Kobe e Gianna hanno già cominciato. Il paradiso me lo immagino così.

Ti è piaciuta la storia? Segui Lo Sport oltre la siepe su Facebook!

Ettore Zanca
A cura di

Da non perdere

Basket

La Legge Len Bias: quando per cambiare le regole ci deve scappare il morto Il passaggio dall’infanzia all’adolescenza e infine all’età adulta è lastricato...

Calcio

Matthew Le Tissier, una scelta da Dio Strano stadio, il vecchio “The Dell”; trentamila anime di gomiti che si strofinavano uno contro l’altro, nei...

Altri Sport

Le Olimpiadi della Guerra Fredda: Mike Eruzione e il Miracolo sul Ghiaccio Compie oggi 66 anni Mike Eruzione, un nome che qui in Italia...

Altri Sport

Jackie Robinson: il pioniere dei diritti degli afroamericani nello Sport Il 24 ottobre 1972 moriva Jackie Robinson, il primo afroamericano della storia a debuttare...

Basket

Drazen Petrovic: poesia sospesa tra Mozart e Nietzsche Il 22 ottobre 1964 nasceva Drazen Petrovic, uno dei migliori interpreti della pallacanestro mondiale. Una fiamma...

Basket

Memento: C’erano una volta i Sonics, la Leggenda di Emerald City “L’acqua limacciosa della memoria, dove tutto ciò che cade si nasconde. Se la...

Altri Sport

Paul Allen: storia del Genio tifoso innamorato dello Sport Genio, rivoluzionario, magnate, filantropo. Non bastano le parole, gli aggettivi. Scrivo. Meglio: pigio i tasti...

Basket

Klod: la storia di Klaudio Ndoja in un cortometraggio Giuseppe Marco Albano ha creato uno short movie ispirato alla storia del cestista Klaudio Ndoja,...

Basket

Shawn Kemp, un potenziale MVP con la testa sbagliata nella Nba degli anni Novanta Spesso e volentieri tanti addetti ai lavori sottolineano quanto sia...

Calcio

La Leggenda di Pelé che “ferma” la Guerra del Biafra in Nigeria Il 21 Settembre si celebra la Giornata Mondiale della Pace ONU. Per...

Storie di Sport

Storia di Jimmy Butler, quando il Basket ti toglie da sotto un ponte Ha compiuto ieri 31 anni Jimmy Butler, il giocatore NBA la...

Altri Sport

Perché corro alla Maratona di New York Il 13 settembre 1970 si correva la prima edizione della Maratona di New York, quest’anno rimandata a...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro