Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Italia, cassate con la Macedonia. Menomale ci pensa la Spagna…

Ottantacinque minuti di Italia alla (av)Ventura e 5’ da azzurri alla Conte sono sufficienti alla Nazionale per digerire una Macedonia indigesta, condita con panna acida sino a 60 secondi dal termine. Scongiurato il mal di pancia: le buone notizie, piuttosto che da Skopje, arrivano da Tirana. La Spagna supera l’Albania a domicilio. Un regalo che solo la metà è abbastanza. Basta leggere fra le righe il calendario del gruppo G. La Spagna si è lasciata alle spalle, con 4 punti su sei, le trasferte più insidiose e le sarà sufficiente non perdere in casa contro Italia e Albania per assicurarsi primato e partecipazione ai prossimi mondiali.

E l’Italia? Non è prima del girone? Si, ma calma. Mooolta calma. Che, c’è davvero chi pensa al primo posto nel gruppo dopo un pareggio strappato alla Spagna e tre punti scippati con unghie, denti e fondoschiena in Macedonia?

Meglio godersi la vittoria della “roja”. Si que vales. Perché? Molto semplice: dopo questa vittoria, e quella della Spagna, gli azzurri hanno 2 punti di vantaggio sull’Albania, che è la vera rivale per raggiungere gli spareggi. Chi storce la bocca dimentichi l’Europeo, faccia i conti con la realtà e smetta di pensare che questa Italia sia una grande squadra. Altro che Macedonia. È più una cassata pensare che questi vincano in Spagna. Difficile anche che pareggino, probabile che perdano.

Partendo da questa base, gli exit pool del girone proiettano un’Italia che racimola un punto (massimo due) nelle due sfide con la Spagna e altri 12 (sei sono già in tasca) contro il resto della truppa di attori non protagonisti (Macedonia, Israele e Liechtenstein). Esclusa dal proscenio, l’Albania. Non a caso. Quanto è lontano dalla verità, immaginare che la Nazionale di De Biasi centri il percorso netto con Israele, Macedonia e Liechtenstein? Ecco, appunto. Ecco perché lo 0-2 di Albania – Spagna è acqua benedetta. Nell’economia degli scontri diretti con gli albanesi, partiamo con due punti di vantaggio. Guai a sprecarli. Fossimo nel CT, inviteremmo a cena Diego Costa e Nolito. I due gol degli spagnoli mettono, per adesso, al riparo la nazionale da sgradite sorprese.

La reazione di #Ventura in #MacedoniaItalia @azzurri #IoGiocoPulito

Un video pubblicato da Io Gioco Pulito (@iogiocopulito.it) in data:

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

A tu per tu con Luigi Mastrangelo, il “Muro” azzurro Abbiamo avuto il grande piacere di intervistare Luigi Mastrangelo, grandissimo ex pallavolista azzurro. Di...

Altri Sport

Sport e Prostituzione: da Campionesse a Escort, Suzy & Florica, atlete “d’alto bordo” Il sogno di ogni atleta, qualunque disciplina egli pratichi, è quello...

Snooker

Quella sera al Gallia di Milano la «prima» dello Snooker in Italia (sesta ed ultima parte): l’era di Steve Davis La finale del Gallia...

Calcio

Lev Yashin: storia dell’invincibile Ragno Nero Il 17 Dicembre 1963 Lev Yashin, fenomenale portiere russo, vinceva il Pallone d’Oro davanti a Gianni Rivera e...

Calcio

La calma di Kuba Compie oggi 35 anni Jakub Błaszczykowski, il calciatore polacco la cui infanzia è stata straziata da una tragedia che avrebbe...

Snooker

Quella sera al Gallia di Milano, la «prima» dello snooker in italia (quinta parte): un duello in punta di stecca All’EXCELSIOR HOTEL GALLIA, di...

Storie di Sport

Walter Bonatti: la solitudine e la grandezza del “Re delle Alpi” Si festeggia oggi la giornata internazionale della montagna per sensibilizzare sul tema della...

Calcio

Ikurriña e rivoluzione: la partita di calcio che cambiò la Storia del popolo basco Il 5 dicembre 1976 si giocò una partita che cambiò...

Storie di Sport

Andrea Gaudenzi, il cuore e la racchetta Il 4 dicembre 1998 va in scena una delle partite più emozionanti della storia del tennis nostrano,...

Altri Sport

Armin Zöggler: a tu per tu con il Cannibale del ghiaccio In questa anno balordo il momento  delicato dovuto alla seconda ondata Covid  ha...

Calcio

Paulo Dybala: ‘La Joya’ di Laguna Larga che segna in nome del padre Compie oggi 27 anni Paulo Dybala, l’attaccante argentino della Juventus, che...

Calcio

EURO 2012: la grande illusione La tradizione calcistica che accompagna il nostro paese è una delle più longeve e vincenti della storia di questa...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro