Connect with us

Cerca articoli

Inchieste & Focus

FIFA GATE: L’Irlanda inguaia la FIFA: il mani di Henry costò 5 milioni

Nel calderone dell’indagine FBI finisce anche lo spareggio Irlanda – Francia per la partecipazione ai Mondiali 2010 in Sudafrica: a scatenare il putiferio la clamorosa svista arbitrale che consentì ai transalpini di strappare l’ultimo biglietto utile per partire alla volta del paese africano.

L’episodio riguarda il famoso fallo di mano di Thierry Henry non visto dal giudice di gara, e conseguente assist per Gallas in rete per il goal decisivo per la qualificazione iridata. In quell’occasione, l’indignazione della Federcalcio irlandese e dell’opinione pubblica in generale, spinsero la FIFA a pagare 5 milioni di dollari al fine di scongiurare una chiamata in giudizio da parte degli alti organi irlandesi per un risarcimento del danno.

E’ lo stesso direttore generale della FAI, John Delaney ad indicare l’accaduto, parlando di accordo extragiudiziale tra lo stesso Delaney e Sepp Blatter :” L’accordo avvenne di giovedì e il lunedì seguente avevamo firmato.” La FiFa ammette il fatto ma precisa che si trattava di un prestito per la ristrutturazione di uno stadio, che sarebbe stato saldato all’eventuale avvenuta qualificazione dell’Irlanda ai Mondiali 2014 in Brasile. Cosa che non avvenne, e il prestito fu cancellato.

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

1 Comment

1 Comment

  1. Mauro

    Novembre 16, 2015 at 3:45 pm

    Quel fallo di mano l’arbitro lo vide, eccome se lo vide.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

149 a 0: quando una sconfitta ti regala un posto nella storia del calcio Il Madagascar, al giorno d’oggi, è conosciuto per essere la...

Calcio

Mandela Day: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni ll 18 Luglio 1918 nasceva Nelson Mandela, il presidente sudafricano che è...

Calcio

Rachid Mekhloufi e la squadra del Fronte di Liberazione Nazionale Algerino Siamo alla fine degli anni Cinquanta e Rachid Mekhloufi è un centrocampista che...

Calcio

Svezia 1958, il Mondo ai piedi di O’Rei Pelé Il 29 giugno 1958 al Rasundastadion di Stoccolma il Brasile si impone per 5 a...

Altri Sport

Spionaggio e ciclismo: come l’Affare Dreyfus portò alla nascita del Tour de France Inizia oggi da Brest l’edizione numero 108 del Tour de France. La grande...

Calcio

Mexico ’86, 22 Giugno: Maradona racconta la “Mano de Dios” Il 22 Giugno 1986 durante in Mondiali in Messico Diego Armando Maradona segna il...

Calcio

Lo Spirito di Eric Cantona Nel giorno in cui compie 55 anni, vi proponiamo il senso della vita secondo la leggenda del Manchester United,...

Calcio

Palestina-Israele, anche il calcio alle prese con l’Intifada Nell’ultima settimana la tensione tra Israele e Palestina ha toccato livelli altissimi, con il vicendevole lancio...

Calcio

Allianz Riviera di Nizza: la “Cicala” più ecosostenibile al Mondo Per la Giornata Internazionale dedicata al risparmio energetico, vi portiamo a Nizza per entrare...

Inchieste & Focus

Perché il Calcio non c’entra niente con lo Ius Soli Negli ultimi giorni è tornata in auge la questione Ius Soli, con le dichiarazioni...

Calcio

Montserrat: tra San Patrizio e pallone, l’Irlanda dei Caraibi Il 17 marzo si festeggia San Patrizio, il santo protettore dell’Irlanda. Oggi tutto si tinge...

Calcio

Rio Mavuba, “nato in mare” con il Mondiale nel destino Compie oggi 37 anni Rio Mavuba, il calciatore francese la cui incredibile storia ci...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro