Connect with us

Cerca articoli

Calcio

International Champions Cup 2017: la prova del nove per la futura Lega riservata solo alle Big

Il digiuno è finito. Tornano le abbuffate di calcio in TV. Le big d’Europa tornano in campo per la nona edizione della International Champions Cup, torneo estivo per eccellenza . Prova del nove, dunque, per rilanciare sul tavolo dei giochi di potere le ambizioni della Relevent Sport, la società che organizza il torneo itinerante nel mondo. Obiettivo, neanche troppo sottaciuto: trasformala in una Champions. SCACCO MATTO IN TRE MOSSE

S&S SPETTACOLO E SPONSORIZZAZIONI

Del resto, contano i risultati. Economici, of course. Nessuno ricorda l’albo d’oro della ICC. Ben impressi, invece, nel bilancio delle consorelle partecipanti, i proventi della manifestazione. Tutto nasce da una formula vincente: l’ICC garantisce partite di alto livello ad orari e prezzi per i mercati in cui il calcio è un asset in assoluta crescita: il fatturato, fra inviti, diritti tv, sponsorizzazioni, è di circa 100 milioni di euro all’anno. A cui si aggiungono i soldi incassati dalla presenza del pubblico. Una clientela “affamata” di ogni forma di gadget e pronta a strisciare carte di credito. Una vera manna per il merchandising e le multinazionali che iniziano a investire pesantemente sull’evento.

LE PROSPETTIVE

Un fiume di denaro dalla portata così ampia da divenire appetibile anche (e soprattutto) d’inverno. Le Big, secondo voci di corridoio, e non affatto infondate, hanno già in serbo il “colpaccio”: staccarsi dalla UEFA e organizzarsi, da soli, una manifestazione aperta solo al “gotha” europeo. Il prodotto, fatto e finito,  andrebbe poi consegnato ai broadcaster europei. Come convincerli? Semplice: offrendogli ciò che vogliono. Partite di cartello da giocare in stadi stracolmi e non periferici. La ICC traslata in Europa significa addio a partite e gironi dall’esito scontato o in paesi di scarso interesse e tradizione sino agli ottavi di finale. In effetti, la Champions e l’Europa League, specialmente dopo la riforma Platini, hanno pochissime possibilità di alzare l’asticella dei diritti TV. La proporzione è semplice bigmatch :  spettacolo = broadcaster : incassi. Anche perché il gruppo ha “rivoluzionato” il concetto di sponsor: non più il main sponsor e gli altri, ma “pacchetti all inclusive” di 4-5 multinazionali che ruotano. Par condicio fra macchine, birre, società di scommesse.

IL FORMAT

Il prodotto offerto dalla Relevent Sports ha enorme successo. Si gioca sempre, tutti i giorni. L’idea è di creare un format sostenibile per acquisire credibilità anche da un punto di vista squisitamente sportivo. O un tutti contro tutti, oppure dei gironi che generino un tabellone tennistico. In entrambi i casi, la formula attirerebbe investitori americani e cinesi, pronti a scommettere su una competizione che, con o senza il patrocinio della UEFA o della FIFA, potrebbe trasformarsi nel nuovo torneo internazionale per club.

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

1 Comment

1 Comment

  1. Avatar

    M M J Trombini

    Luglio 19, 2017 at 1:36 pm

    Consiglio sempre il sistema italo-svizzero per ampliare il numero di partecipanti. Poi semifinali e finali tra le prime quattro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

La Tigre Arkan e un sogno chiamato Champions League Il 15 Gennaio del 2000 moriva Željko Ražnatović, meglio conosciuto come la Tigre Arkan, il...

Calcio

Neve, Black out e colpi di pistola: i 5 episodi del Derby di Roma che (forse) non conoscete Il derby non è mai una...

Azzardo

Slot e giochi, cosa aspettarsi dal 2021 Il banco piange, è proprio il caso di dirlo; non siamo ad un tavolo di poker ma...

Calcio

Rod Stewart ama il Calcio alla follia Rod Stewart compie oggi 76 anni. L’ eterno musicista britannico in carriera ha venduto più di 100...

Calcio

Auguri Davide Avrebbe compiuto 34 anni oggi Davide Astori, il capitano della Fiorentina che ci ha salutato tre anni fa, sconvolgendo il calcio italiano....

Calcio

La Leggenda Eusebio: quando la Pantera Nera sbranò la Corea del Nord Il 5 Gennaio 2014 moriva Eusebio, fenomenale giocatore portoghese Pallone d’Oro nel...

Motori

Tanti auguri Schumi, Keep Fighting Michael Schumacher: 52 anni oggi e ultimi 8 compleanni vissuti fra silenzio, angosce e speranze. Sono trascorsi sei anni...

Pugilato

Bruno Arcari, la concretezza del Campione riservato di una Boxe che non esiste più In un’epoca in cui la spettacolarizzazione dello sport è all’ordine...

Calcio

Ad un passo dalla morte fino alla Premier League: la storia di Shane Duffy Compie oggi 29 anni Shane Duffy, il calciatore irlandese la...

Calcio

La partita di Natale: quando il calcio sconfisse la Grande Guerra Il freddo di dicembre mi riporta in mente uno degli episodi che descrivono...

Calcio

Quando Pavel Nedved poteva “tradire” la Juve per andare all’Inter Il 22 dicembre 2003 veniva assegnato il Pallone d’oro a Pavel Nedved, fenomeno ceco e...

Altri Sport

Ultime Frontiere: Come fanno Sport al Polo Nord? “La forza dei popoli artici deriva dal Grande Freddo, si fa ghiaccio indistruttibile nelle difficoltà, acqua...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro