Connect with us

Cerca articoli

Sport & Diritti

Inge Dekker: la forza oltre la malattia

Il mondo dello sport è in fermento per le imminenti olimpiadi, ma la notizia shock pubblicata dalla Federazione Olandese ha fatto fermare tutti: Inge Dekker, una delle punte di diamante della squadra di nuoto olandese, ha un cancro. Anche lei ha dovuto sbattere contro un massiccio muro. Perché nuotare e basta, a questo punto non basta più.

Da tre anni si allena con l’obiettivo di partecipare alle olimpiadi brasiliane e questa grave malattia non le impedisce di perseguire l’obiettivo preposto. Ma ovviamente spaventata ha deciso di sottoporsi a tutte le cure del caso, senza smettere gli allenamenti. Non vuole arrendersi. Non vuole darla vinta all’ironia del destino. È un’atleta. È una guerriera.

Mi servirà qualche giorno per rendermi realmente conto di quello che mi è successo, ma guardo comunque al futuro con fiducia. Voglio affrontare la malattia in modo positivo e cercare di guarire presto: ora devo pensare soprattutto a questo, ma non ho certo smesso di pensare alle Olimpiadi di Rio!

Inge Dekker è tre volte campionessa mondiale e tre volte medaglia olimpica: un bronzo ad Atene nella staffetta 4×100 stile libero, un oro, di nuovo nella staffetta, a Pechino e un argento a Londra. Detiene inoltre due record mondiali (4×100 stile libero e 4×50 mista).

La sua carriera è lunga e notevole. Sicuramente di momenti bui ce ne sono stati. Eppure Inge Dekker non ha mai ceduto. Non lo farà neanche questa volta, anche se la forza che dovrà usare per vincere sarà tanta. E tutti noi non possiamo far altro che augurarle questa vittoria.

In collaborazione con Chiara Famooss

FOTO: www.swimmingworldmagazine.com

social banner

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Nadia Comăneci: una farfalla in cerca della felicità Compie oggi 60 anni Nadia Comaneci, fenomenale ginnasta rumena che alle Olimpiadi 1976 mandò in tilt...

Calcio

Marco Van Basten: l’eterno volo del Cigno Ha compiuto ieri 57 anni Marco van Basten, il fenomenale quanto sfortunato giocatore olandese che abbiamo avuto...

Altri Sport

Yvonne de Ligne: Omicidio sul Ghiaccio Le storie olimpiche  a volte si intersecano con vicende di altro genere, non ultime quelle della cronaca nera....

Altri Sport

Steven Bradbury: quando l’idolo della Gialappa’s rischiò di morire Compie oggi 48 anni Steven Bradbury, l’idolo della Gialappa’s che vinse per caso la medaglia...

Altri Sport

Un Gentiluomo chiamato Larry Lemieux: quando per vincere devi perdere Il 24 Settembre 1988 alle Olimpiadi di Seul, Larry Lemieux, un uomo che a...

Calcio

Happel, Vilanova e Maestrelli: Storie di Vita, Storie di Sport Avrebbe compiuto oggi 53 anni Tito Vilanova, compianto allenatore del Barcellona, portato via da...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 12 settembre 1913 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Storie di Sport

Strage di Monaco, le colpe dei tedeschi Durante le Olimpiadi di Monaco 1972, nella notte tra il 5 e il 6 Settembre un gruppo...

Calcio

Paul Breitner: oltre il Muro dell’apparenza Compie oggi 70 anni Paul Breitner, iconico calciatore tedesco che non ha mai nascosto le sue idee politiche...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 2 settembre 1937 moriva Pierre De Coubertin, l’uomo al...

Calcio

“We will Ruud you”: il calcio ai tempi di Gullit Se Marco Van Basten è la fiaba da raccontare ai figli la sera mentre...

Altri Sport

Edwin Moses, i passi di un dio Il nostro tributo al leggendario Edwin Moses nel giorno in cui compie 66 anni. Scrivere di sport...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro