Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Inciucio all’Italiana? Le Tv provano lo scacco smatto a MediaPro

Pasqua di resurrezione. E di pace. O meglio, compromesso storico. Dopo anni di guerra fredda Sky e Mediaset tornano a stringersi la mano. Roba da premio Nobel o mero interesse? Appellandosi alla legittimità del dubbio, l’accordo, per ora, da sottolineare e cerchiare in rosso, per ora, non sembra legato ai diritti tv del mondo del calcio…

Che cosa cambia?

La prima vera rivoluzione riguarda il ritorno delle reti Mediaset in chiaro sulla piattaforma Sky. Italia 1, Canale 5 e Rete 4 tornano “visibili” sul bouquet Sky via satellite e senza costi aggiuntivi. Inoltre tutte le serie TV e i film saranno distribuiti anche sul satellitare. In parole povere: gli abbonati al Cinema di Sky potranno vedere anche Premium Cinema. Gli abbonati al pacchetto Sky Family vedranno aggiungersi, sempre senza costi aggiuntivi, il canale Premium Action, Premium Crime, Premium Joi e Premium Stories. E, a partire dal 2018, Sky creerà una offerta televisiva per il digitale terreste che comprenderà una selezione di canali Sky e Fox.

E il calcio?

Resta in ballo, lo sport: mica roba da ridere. È il fattore più incidente nell’economia dei due colossi. In questo senso Sky potrebbe aver dichiarato scacco matto a Mediapro, nel momento in cui, come sembra, potrebbe chiudere la partita inglobando Mediaset. Guarda un po’, proprio la piattaforma individuata dagli spagnoli per aprire una finestra sul canale tematico. E dunque? La situazione resta ancora molto fluida e legata, mani e piedi, alla volontà della piattaforma satellitare che, a questo punto, ha quasi in mano anche il digitale terrestre. E presto potrebbe anche creare una sinergia commerciale anche sullo sport. La scelta conviene a tutti. Mediaset, com’è noto, non attraversa un grande momento: al netto degli investimenti per la Champions si è ritrovata con 1,6 milioni di abbonati senza scalfire di un millimetro Sky, che tuttavia non è cresciuta. Rogoredo non sfora da anni il muro dei cinque milioni e i guadagni sono ridotti al minimo. Quanto basta per ritrovare un’amicizia dal profumo d’intesa. Mediapro oggi scopre i pacchetti: e con chi tratterà? La partita è nuovamente tutta da giocare…

Luigi Pellicone
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Azzardo

Calcio e gioco d’azzardo: nuova partnership tra As Roma e Leovegas.News Un accordo che era nell’aria, anticipato dalla pubblicità comparsa sui cartelloni dello stadio...

Economia

La volatilità dei mercati, il rischio principale per gli investitori È un termine di uso comune, certamente familiare a tutti coloro i quali sono...

Calcio

Chiamatelo Garellik: La storia di Claudio Garella Para e basta. Para più che puoi. La parte del corpo coinvolta non conta: para ed esulta....

Calcio

Aldo Agroppi, comunque granata Se nelle stracittadine anche gli occhi di Paolino Pulici diventavano granata, un altro cuore torinista che sentiva il derby della...

Calcio

Cesare Maldini: il simbolo di un calcio che non c’è più Il 5 febbraio 1932 nasceva Cesare Maldini, compianto allenatore di un calcio che...

Azzardo

Conviene utilizzare i pronostici in rete prima di scommettere? Quello del betting è un mondo particolarmente ricco ed articolato, che nel corso degli anni...

Calcio

C’era una volta un Leone con un Mitra: Batigol Se non fosse per l’intensità dello sguardo, caratterizzato da profondi occhi chiari, sarebbe difficile per...

Calcio

Il Benfica e la Maledizione del “ballerino” Bela Guttmann Le maledizioni e le imprecazioni rappresentano una vera e propria caratteristica nel mondo calcistico attuale....

Calcio

Erno Erbstein, storia di un uomo che sapeva allenare Per il Giorno della Memoria vi raccontiamo la storia di Erno Erbstein, leggendario allenatore del...

Calcio

Andrej Kanchelskis, storia di una sfortuna infinita Compie oggi 52 anni Andrej Kanchelskis, il calciatore russo arrivato in Italia per spaccare il mondo, finito...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Il 18 Gennaio 1977 se ne andava Luciano Re Cecconi, iconico...

Calcio

Calcio e corruzione: Gegio Gaggiotti e i suoi capolavori Il 16 gennaio 1924 nasceva Eugenio Gaggiotti, l’uomo che è considerato il “pioniere” delle combine...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro