/

Impiegati “Sportivi”, il nuovo modello di gestione delle aziende

Inizia la lettura
/
2 mins read

Impiegati “Sportivi”, il nuovo modello di gestione delle aziende

Il concetto di Mens Sana in Corpore Sano sembrerebbe aver coinvolto e colpito anche il settore delle aziende. Se oltre oceano la pausa pranzo dedicata alle attività sportive è un must da anni, con bonus, iscrizioni gratuite ecc. da noi questo trend sta arrivando a rilento almeno per quanto concerne le piccole aziende.

Il salto di qualità in questo senso lo ha fatto il calzaturificio Jumbo, storica realtà di San Martino Buon Albergo che ha deciso una politica di “palestra per tutti”. Tutto l’anno, seguendo il corso che più è in linea con le proprie attitudini. Dall’impiegato al dirigente, chi lavora in segreteria come chi è operativo nel cuore del capannone. E se proprio loro non vogliono, possono mandare un familiare stretto.

La particolarità di questa iniziativa è che è rivolta a tutti indipendentemente senza distinzioni di inquadramento.

Negli anni si è superato il concetto di mera “sala mensa” fantozziana come unico punto di aggregazione e si sta cercando di premiare i propri dipendenti perchè più sono felici e rilassati e più sono produttivi. In più le aziende le fanno le persone, le relazioni tra esse e l’affiatamento quindi a lungo termine queste iniziative non possono far altro che ripagare la scelta e l’investimento.

Il nome Jumbo, fuori Verona, potrà essere poco conosciuto, ma tra i clienti dell’azienda figurano nomi come Dolce&Gabbana, Brunello Cucinelli, Balenciaga e Versace. Ma il partner storico è Adidas: Jumbo rappresenta la sua principale linea di produzione in Italia. Nel 2018 il fatturato ha visto un’impennata del 40% rispetto all’anno precedente, toccando quota 28 milioni e 800 mila euro.

Azienda che funziona e con dipendenti felici e appagati. Il made in Italy ha il suo nuovo modello vincente di gestione aziendale.

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo.
Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articoli recenti a cura di