Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Il Rumore non fa gol, una graphic Novel ricorda Giacinto Facchetti

Gaetano e Giacinto sono due tipi che parlano piano anche adesso, adesso che sono lontano. Ma in questo frastuono è rimasta un’idea, un eco nel vento, Facchetti e Scirea”. Così gli Stadio nella loro, intensa, canzone “Gaetano e Giacinto”, un brano che rende omaggio a due indimenticabili campioni di Juventus e Inter. Ed è proprio all’ex capitano e dirigente nerazzurro, a dieci anni dalla sua morte, che edizioni BeccoGiallo dedica un’avvincente graphic novel in bianco e nero – ma il neroazzurro, anche a livello cromatico non manca –, sceneggiata da Paolo Maggioni e Davide Barzi e disegnata da Davide Castelluccio. Titolo dell’opera: “Giacinto Facchetti, il rumore non fa gol” (237 pagine, 18 euro). Con prefazione di Giovanni Storti del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo (“quando ho visto giocare Facchetti ho sognato di essere lui. Purtroppo non sono riuscito a diventare grande e grosso così. Sulla velocità, invece, continuo a lavorarci”), questo corposo volume a fumetti ripercorre le gesta – dentro e fuori dal rettangolo verde di gioco – di un uomo “che voleva essere un esempio, non un simbolo: i simboli dividono, gli esempi no”, si legge sulla quarta di copertina.

facchetti1

Milano, 1965. Mario Bresciani è un giornalista sportivo del Corriere d’informazione. Del calcio ama il gioco, ma in particolare le storie degli atleti. Una passione contagiosa: suo figlio Pietro, che ha nove anni, lo segue in ogni stadio (“papà, ma San siro è grandissimo”, si stupisce). Ci sono anche loro, padre e figlio, tra gli ottantamila di San Siro, la sera della affascinante sfida tra Inter e Liverpool. Giacinto Facchetti (“Cipe”, questo il soprannome che gli dà Helenio Herrera) sigilla con uno splendido gol la rimonta che apre le porte alla seconda Coppa dei Campioni nerazzurra. Il talento di questo ragazzo nato a Treviglio (Bergamo) incanta chiunque: è sì il primo terzino d’attacco della storia del calcio, ma a colpire sono anche – anzi, soprattutto –  le sue doti di correttezza ed umiltà, figlie di una educazione semplice e solida (il padre, Felice, di professione ferroviere; la madre, Elvira, è una casalinga).

facchettibacilieri

Prende il via da qui un racconto incredibile, infarcito di spunti e dettagli interessanti. Una lettura che appassiona, inevitabilmente, i tifosi interisti ma desta curiosità anche tra chi sostiene altre squadre. Merito, oltretutto, di una cronologia minuziosa (stilata in collaborazione con il portale giacintofacchetti.org), e di una serie di testimonianze preziose, come le interviste al presidente del triplete nerazzurro Massimo Moratti – “grazie, Cipe, per aver onorato l’Inter. E con lei, noi tutti” – e a uno dei protagonisti sul campo, Marco Materazzi (“gli sarò sempre grato per avermi insegnato che calciatore e uomo sono la stessa cosa, si tengono insieme”). Ed ecco che nella graphic novel scorrono le immagini della Coppa Europa sollevata da Facchetti nel 1968, in una festa che unisce tutto il paese. Come nella notte di Italia-Germania 4-3, dove Facchetti è il capitano azzurro della partita del secolo. E via dicendo, perché il tempo trascorre e la carriera del Cipe va di pari passo con quella di Pietro, che in parallelo diventa giornalista come il papà. “Il rumore non fa gol”, perché non sono la confusione e la prepotenza a fare grande il giocatore. Facchetti ne è stato l’esempio, anche quando lui stesso ricordava, orgoglioso: “Ci sono giorni in cui essere interista è facile, altri in cui è doveroso e giorni in cui esserlo è un onore”.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Save The Date, Al Via La Fase Conclusiva Di Networking E Advocacy Del Progetto Europeo SAFE! Il Progetto europeo SAFE, (Safe and Accountable Futsal...

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste La storia di Istvàn Tòth e Géza Kertész è una di quelle che...

Azzardo

Bookmakers italiani e stranieri: l’importanza della regolamentazione Un tema un bel po’ complesso e per il quale si rende necessaria un po’ di chiarezza;...

Azzardo

Dal vecchio Totocalcio al web: storia della tanto amata schedina Una ‘vecchietta’ che ha abbondantemente passato i 75 anni di età e che negli...

Calcio

Dall’El Dorado ai Narcos: Inferno e Paradiso dei Millonarios di Bogotà Cinco y baile. Dopo il quinto gol, si balla. C’è stata una squadra...

Calcio

Matthias Sindelar, il patriota anti Hitler Il 23 Gennaio 1939 moriva in circostanze misteriose Matthias Sindelar, il fenomeno austriaco che con il suo gesto...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Il Mistero Scaini: la triste storia di un ragazzo che non era Paolo Rossi Il 21 Gennaio 1983 se ne andava Enzo Scaini, il...

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Il 18 Gennaio 1977 se ne andava Luciano Re Cecconi, iconico...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro