Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Il patto anti-Juve sull’asse Milano-Napoli e il duello Agnelli-Elkann

Patto di ferro tra Inter, Napoli e Milan per contrastare tutti insieme il monopolio della Juventus. Le tre grandi pensano ad una intesa di non belligeranza, una comunione d’intenti finalizzata a riequilibrare le sorti del calcio italiano. Le prove tecniche di sinergia del vento unanime di protesta che soffia forte sulla Serie A sono tangibili ed ormai testimoniate da segnali mediatici inequivocabili con un coro di malcontento che, dalla Madonnina al Vesuvio, potrebbe presto portare a riporre in un cassetto i vecchi antagonismi geografici e campanilistici per tramutarsi nell’idea di un possibile dossier condiviso sugli errori arbitrali.
 .
Oltre qualsiasi gap tecnico tra le squadre di vertice, c’è la voglia di invitare perlomeno ad una riflessione l’Associazione Italiana Arbitri e di dare una dimostrazione di forza in Lega Calcio dove alle porte c’è l’elezione del nuovo presidente per la poltrona sinora occupata da Maurizio Beretta (argomento sul quale ancora non c’è accordo). Le tre big sono intenzionate a dare vita alla “triplice alleanza” per arginare lo strapotere, da loro discusso, che sta avendo sino a questo momento la società di proprietà della famiglia Agnelli. Alle due milanesi ed ai partenopei non va proprio giù quanto accaduto nelle recenti settimane, sempre a Torino. Prima nella sfida tra Juventus e Inter poi nella semifinale di andata di Coppa Italia Juve-Napoli e infine sabato scorso con il rigore decisivo al 95′ in favore della formazione di casa e la reazione furiosa del Milan. L’inespugnabile fortino dello Stadium è un tabù che le tre grandi non accettano e mettono in discussione. E la parola d’ordine che anima le proteste di Inter, Napoli e Milan si racchiude nella medesima espressione:“decisioni vergognose”. Il comune denominatore della protesta è la cartina di tornasole di una battaglia che potrebbe presto diventare una guerra senza esclusione di colpi.
 .
A Torino regna Andrea Agnelli, che vuole vincere tutto per dare il via alla scalata a Exor e il cugino John Elkann, a quanto pare, vorrebbe invece togliergli la presidenza della Juventus e questo duello è molto di più di una questione tutta di famiglia. E’ una resa dei conti totale che sta arrivando al crocevia finale con forti riverberi sul calcio italiano. Sullo sfondo al braccio di ferro Agnelli-Elkann, ci sarebbe insomma la volontà di Andrea Agnelli di non lasciare niente per strada, vuole vincere ogni competizione quest’anno per conquistare il trono di casa Exor. Nel Cda bianconero Beppe Marotta potrebbe schierarsi dalla parte di Elkann, Pavel Nedved sembra pronto a diventare presidente, e Andrea Agnelli nel cda bianconero, paradossalmente, rischia di trovarsi in minoranza. Ha vinto cinque scudetti ma non basta per vincere la contesa di famiglia e lo spartiacque potrebbe essere l’esito di questa stagione. Il presidente regna ma non governa, dicono i bene informati a Torino: se deve fare acquisti, deve passare dall’approvazione del cugino che vuole ribaltare gli equilibri attuali. Andrea potrebbe essere inserito nel Cda della Ferrari e quindi lasciare della Juventus.
 .
Ed è così che nel bel mezzo di questa guerra fratricida torinese, si ritrovano nel ruolo di spettatori interessati Inter, Napoli e Milan, che non vogliono fare da vittime predestinate e la cui protesta non rivendica i soliti teoremi complottistici volti ad attestare una malafede degli arbitri. L’ira funesta di Inter, Napoli e Milan, batte il chiodo, pur credendo nella indiscussa piena integrità morale di arbitri, guardalinee ed assistenti, sulle direzioni di gara nei casi specifici che hanno dato l’impressione, a loro dire, di essere perlomeno condizionate da una certa sudditanza psicologica del non voler danneggiare i campioni d’Italia, specialmente quando giocano in casa. L’anatema che torna alla mente è quello delle dichiarazioni rese dall’ex arbitro Danilo Nucini al processo Calciopoli: “Se sbagliavi a favore della Juve arbitravi in serie A, se sbagliavi contro la Juve arbitravi in B”. E il pensare comune del popolo pallonaro si interroga sull’ipotesi che qualche fischietto, specie se in corsa per designazioni internazionali, possa avere remore a decidere contro la Juventus perché poi il voto e le valutazioni del più potente club italiano potrebbe frenarne o stroncarne la carriera. Per adesso sono solo maldicenze ma è certo che il fiume di polemiche non si arresterà fino alla fine del campionato e oltre.

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

0 Comments

  1. Avatar

    Riccardo

    Marzo 17, 2017 at 11:18 am

    LOL, pensavo ad un asse di collaborazione per un progetto di crescita, invece si tratta solo di un muro del pianto

  2. Avatar

    Marco

    Marzo 17, 2017 at 11:24 am

    Siamo alla follia. Un caso costruito sul nulla grazie anche ad articoli come questo che gli danno voce.
    Si cita Nucini, test definito dal giudice inattendibile e “squalificato”, arbitro che incontrava Facchetti mentre era ancora in attività e riceveva da lui incontri di lavoro con Paolillo.
    Si citano tre partite dove non è successo nulla, se non che gli sconfitti non hanno accettato il verdetto del campo.
    Hanno in mano la Federazione, la Lega, tutto e continuano a perdere. La truffa di calciopoli gli ha dato respiro per qualche anno poi si è tornati alla normalità.: la società meglio organizzata vince, le altre perdono e piangono. Un caso costruito sul nulla!

    • Avatar

      Massimo

      Marzo 17, 2017 at 12:45 pm

      Guarda che il Milan (a parte l’ultimo scudetto) le altre vittorie in campionato e C.L. le ha avute prima di calciopoli.
      Per esempio: ” Non ricordi la C.L. del 2003?… contro chi ha vinto la finale?.

  3. Avatar

    Roberto238

    Marzo 17, 2017 at 11:36 am

    Anche io avevo capito questo dal titolo…

  4. Avatar

    CARLO

    Marzo 17, 2017 at 11:41 am

    Juve-Napoli – Gol Napoli in fuorigioco + Rigore non “visto” per la JUVE = Il Napoli protesta
    Udinese-Juve 2 rigori non “visti” per la Juve = Udinese protesta
    Juve-Milan gol Milan in fuorigioco + Rigore non “visto” = Il Mila protesta, sfascia lo spogliatoio, subisce pene risibili
    BOH!!!!

  5. Avatar

    mauro

    Marzo 17, 2017 at 11:44 am

    io penso che queste tre scimmiette, oppure come se dice a Roma ER CICORIA, ER MECACA ER PIOVICCICA. SONO DEI PIAGNONI, MA NESSUNO RICORDA CHE. CONTRO L’INTER TUTTI HANNO DETO CHE IL RIGORE NON C’ERA CHE ICARDI INDICAVA LA BANDIERINA. CHE A MILANO CONTRO LA JUVE, GLI E’ STATO NEGATO UN GOL REGOLARE DA MASSA.. CHE CONTRO IL NAPOLI COPPA ITALIA IL GOL DEL NAPOLI ERA IN FUORIGIOCO. CHE A TORINO CONTRO IL MILAN NON E’ STATO DATO UN RIGORE NETTO A DYBALA. CHE IL GOL DI BACCA ERA IN FUORIGIOCO. IL FATTO E’ CHE NON CI VOGLIONO STARE. CHE CONTRO IL SASSUOLO AL MILAN NON SONO STATI DATI 2 RIGORI CONTRO NETTI E CHIARI. CHE CONTRO IL CROTONE I DUE RIGORI AL NAPOLI NON C’ERANO. LORO SI DIMENTICANO SEMPRE QUELLI A FAVORE. SONO DEI POVERACCI. FANNO PENA.

    • Avatar

      alb

      Marzo 17, 2017 at 4:18 pm

      a proposito di memoria selettiva…l’inter lamenta l’abbraccio di lichsteiner che era rigore, non quello di icardi che non lo era….il napoli lamenta il rigore su albiol, che c’era e il non rigore su cuadrado (visto che reina tocca la palla e dopo 200ms prende cuadrado), il milan lamenta un rigore forzatissimo (non volontario con giocatori vicinissimi) dato al 95:30 (quando la partita doveva finire al 94….che certo non pareggia un rigore non subito al 10′, mentre ci sono riprese che mostrano che i 4cm di fuorigioco di bacca visti in alcune immagini, spariscono se viste da altre….e nel dubbio si lascia correre) ….tutti di fila, tutti contro squadre di alta classifica (chissenefrega se contro una piccola avete subito un torto, qualche torto in partite minori non pareggia i favori ricevuti in quelle importanti)….siete i piu forti non c’è dubbio, ma anche i piu aiutati e i piu arroganti……

  6. Avatar

    Carlo

    Marzo 17, 2017 at 12:17 pm

    Come sempre
    Se si tocca la vecchia signora e si segnala solo la verità bisogna essere attaccati e offesi
    Ricordiamoci che la Juventus è stata mandata SOLO in serie B per le truffe organizzate con gli albitri

    • Avatar

      Fabio

      Marzo 17, 2017 at 3:04 pm

      Si informi, prima di parlare per niente! La Juve è stata condannata con un processo sportivo basato sugli indizi e non sulle prove. Anche nel processo penale, dove è stato condannato il solo Moggi, e si è scoperto solo dopo, che tutti i dirigenti, avevano rapporti o addirittura, chiedevano esplicitamente di avere arbitri a loro favorevoli (vedi Facchetti), alla Juve non è stato imputato nulla, in quanto non esistono prove di alterazione di campionati!

      • Avatar

        alb

        Marzo 17, 2017 at 4:22 pm

        eravate (?) come il PSI di craxi ai tempi di tangentopoli….li tutti rubavano milioni, craxi i miliardi…..e cosi tutti i dirigenti parlavano con i designatori, ma solo voi regalavate schere criptate e ottenevate costantemente favori dagli arbitri…..ti ricordo che fu il vostro avvocato a chiedere la B !!!

  7. Avatar

    Augusto

    Marzo 17, 2017 at 12:31 pm

    Ma in rappresentanza Inter non c’era una foto in cui non fosse Moratti il riferimento?

  8. Avatar

    ROSARIO

    Marzo 17, 2017 at 12:39 pm

    Forse è perchè gli arbitri aiutano la Juve, se è la Juve l’unica squadra a rappresentare l’Italia in Europa e che il 12/13 aprile incontrerà il Barcellona?

    • Avatar

      max

      Marzo 19, 2017 at 9:57 am

      Forse perchè il Porto non è il Real Madrid.

  9. Avatar

    Renzo Bevilacqua

    Marzo 17, 2017 at 12:39 pm

    In questo campionato il Milan con 8 sconfitte e 5 pareggi:34 punti persi ed un distacco di 17 punti prima della partita di Torino,il punto perso contro la Juve penalizzerà il Milan per la champions? Si vedrà !!! La direzione Milan dovrebbe preoccuparsi maggiormente dei punti persi con le altre squadre e calmare i propri tifosi,una squadra non vince 5 e forse 6 scudetti consecutivi così per caso solo con errori arbitrali,io credo che sia il frutto di una mentalità vincente.

  10. Avatar

    rosario

    Marzo 17, 2017 at 3:37 pm

    LA COSA CHE MI DISPIACE E’ CHE UN GIORNALE COME IL FATTO,DI CUI SONO UN FEDELE LETTORE,NON RICORDI MAI (VERO signor scanzi???)I TORTI SUBITI DALLA JUVE,CHE SONO MOLTI QUEST ANNO…NON MI SOFFERMO SU QUELLO O QUEST’ ALTRO EPISODIO,MA SUL FATTO CHE L’ UNICO QUOTIDIANO ITALIANO SERIO,CAPACE DI RACCONTARCI TUTTE LE MALEFATTE DEI NOSTRI PARTITI
    (DESTRA E SINISTRA) COMPROMETTA LA SUA REPUTAZIONE DI GIORNALE LIBERO SCHIERANDOSI APERTAMENTE CONTRO…O MEGLIO SE GLI EPISODI SONO PRO JUVE PARLA DI CALCIO,ALTRIMENTI DA VOCE A PAGLIACCI COME ADL,GALLIANI(PROPRIO LUI)ECC.DA NON CREDERE.
    CHIEDO ALL’ EDITORE DI DARE UN OCCHIO E DI RACCONTARE I FATTI ANCHE NEL CALCIO….SIGNOR SCANZI PERCHE NON MI RISPONDE DANDO UN OPINIONE SULLE PARTITE RUBATE DI QUEST’ ANNO????

    • Avatar

      enrico

      Marzo 17, 2017 at 3:43 pm

      Scusami Rosario ma dove leggi uno schieramento da parte del giornale in questo pezzo? Mi sembra che abbia solo esposto i fatti che vedono le tre squadre accomunate dallo stesso malcontento per presunti torti (che per me non sono tali) che loro ritengono di aver subito. Non vedo nessuna faziosità nell’articolo.
      Saluti

  11. Avatar

    Rosario

    Marzo 17, 2017 at 4:15 pm

    Enrico non mi riferivo all articolo odierno,guardati gli articoli del fatto dopo le partite incriminate e capirai cosa intendo….comunque a parte il calcio rimane L unico GIORNALE italiano….

  12. Avatar

    pasquale

    Marzo 17, 2017 at 4:17 pm

    Bevilacqua non fare lo gnorri…non è il punto perso dal Milana pesare ma alla fine,vedrai,saranno molto più importanti i due punti “guadagnati”dalla juve

  13. Avatar

    luigi

    Marzo 17, 2017 at 4:28 pm

    sig. Enrico non faccia lo gnorri la faziosita’ non c’e’ bisogno di esternarla, traspare in modo latente ma oltremodo lampante
    e i fatti evidenziano che si evita di citare i torti subiti dalla juve

  14. Avatar

    MAX

    Marzo 17, 2017 at 5:25 pm

    Il valore delle squadre lo si vede nelle competizioni europee. Non mi sembra che Milan, Inter, Napoli o le altre (che riescono a partecipare grazie a quelle squadre che comunque ottengono qualche risultato e assicurano i posti per partecipare) diano lustro al calcio italiano (chi proprio non partecipa, chi prende 5 goal sia in trasferta sia in casa). La Juventus mi sembra che qualche risultato lo ottiene (finale c.l. con il Barcellona con goal di Morata regolare e annullato, posizionamento tra le prime 8 da qualche anno) e non ci sono “favori arbitrali”. Forse c’è qualche altra cosa (voglia, determinazione, organizzazione): poche parole e tanta abnegazione….. Le altre squadre provino a imitare……… e poi basta con rivangare sempre calciopoli… basta ricordare che ai mondiali dove l’Italia ha ben figurato l’apporto di giocatori della Juventus è stato sempre determinante (1978, 1982, 2006)……

  15. Avatar

    Massimo

    Marzo 17, 2017 at 6:15 pm

    In nessun paese al mondo una squadra di qualunque sport si permette di fare causa alla sua federazione, perchè verrebbe immediatamente estromessa da tutte le competizioni.
    Già questo spiega tutto.

  16. Avatar

    Andrea Colli

    Marzo 17, 2017 at 6:38 pm

    Il nemico del mio nemico è mio amico. Questa è la sostanza. Si mettono insieme contro la Juventus, pur odiandosi, per la loro incapacità di fare una squadra forte che batta la Juventus. E’ anche un po’ la storia della volpe e l’uva con la differenza che la volpe rinunciò all’uva perchè non ci arrivava, pur dicendo che tanto era acerba. Inter, Milan e Napoli invece sono alla ricerca di teoremi per nascondere la loro debolezza di fronte alla Juventus. Se domani la Juve non riuscirà più ad essere la migliore, anche se accadranno episodi di gioco (come i rigori dubbi dati al Napoli contro il Crotone o all’iner contro il Bologna o al Milan contro il Sassuolo ecc.)) l’inter a), della Juve non ne parleranno più. Sono patetici.

  17. Avatar

    isavit

    Marzo 17, 2017 at 6:38 pm

    Bellissimo articolo, l’unica nota stonata è “Le tre grandi” riferito a Milan Napoli e Inter.

  18. Avatar

    eugenio

    Marzo 17, 2017 at 6:53 pm

    Vorrei sapere quante coppe dei campioni la iuve ha vinto negli ultimi cinque anni, che in italia ha vinto gli ultimi cinque campionati.

  19. Avatar

    EUGENIO

    Marzo 17, 2017 at 6:56 pm

    Io non capisco la juve ha tanti campioni che non gli servono gli aiutini, ma comunque li ottiene sempre e in una partita di calcio ci sono migliaia di modi per aiutare una squadra.

  20. Avatar

    Gabriele Barrasso

    Marzo 18, 2017 at 12:22 pm

    Vi ho sempre considerato l’unico giornale in Italia onesto e senza padroni da accontentare , ma il Vs livore sulla Juve non me lo spiego, visto che scrivete cose totalmente false :
    Titolate AGNELLI INCONTRA I MAFIOSI, ma un ‘informativa dei carabinieri dice che la Juventus è parte lesa ( ma questo sul Vs giornale non lo ho trovato !!!!!!!!!! )
    Sulle partite in questione cito il Sig. Carlo :
    Juve-Napoli – Gol Napoli in fuorigioco + Rigore non “visto” per la JUVE = Il Napoli protesta
    Udinese-Juve 2 rigori non “visti” per la Juve = Udinese protesta
    Juve-Milan gol Milan in fuorigioco + Rigore non “visto” = Il Mila protesta, sfascia lo spogliatoio, subisce pene risibili
    BOH!!!!
    A proposito di rigori a favore vi lascio una statistica della lega calcio
    RIGORI A FAVORE STAGIONE 2016/2017
    Roma 12
    Fiorentina 9
    Milan 9
    Lazio 8
    Pescara 7
    Sassuolo 6
    Atalanta 5
    Sampdoria 5
    Chievo 5
    Cagliari 4
    Crotone 4
    Inter 4
    Napoli 4
    Juventus 3
    Bologna 2
    Empoli 2
    Genoa 2
    Udinese 2
    Palermo 1
    Non mi sembra che la Juve abbia ricevuto più rigori dei piagina
    Allora di cosa si lamentano o vogliono di nuovo mandarci in serie b così potranno vincere tranquillamente.

    • Avatar

      max

      Marzo 19, 2017 at 10:03 am

      Commento da classico sveglione.
      Il problema non sono i calci di rigore.
      Il problema è il modo in cui dirigi le partite, nei dettagli,
      falli, falletti, fuorigioco determinanti fischiati e non, cartellini sventolati a caso ect..sono i piccoli dettagli che incanalano le partite.
      Il calcio di rigore fischiato al 95esimo contro il milan è stato l’apice, perchè bisogna avere l’onestà intellettuale di ammettere che una cosa del genere contro la Juve non è mai stata fischiata in tutta la sua storia, incidendo nettamente sul risultato finale.

  21. Avatar

    CG

    Marzo 18, 2017 at 2:18 pm

    Prima hanno approvato il passaggio dell’Associazione Italiana Arbitri sotto la FIGC ed ora si lamentano.

  22. Avatar

    Roberto

    Marzo 18, 2017 at 10:33 pm

    E’ veramente vergognoso vedere che gli allenatori, i giocatori i tifosi tra i quali ci sono i giornalisti, sbraitano solamente per i presunti vantaggi alla Juve, poi non dicono nulla su dituazioni che penalizzano la Juve.
    Tutti contro la Juve anche quando gioca in Europa, proptio il caso di dire w l’Italia.
    Il Fatto sempre così preciso nei fatti di politica si dimostra tifoso e fazioso e anti juventus nel calcio, direi che non siete corretti con i vostri lettori di fede juventina

  23. Avatar

    Napoli

    Marzo 19, 2017 at 10:01 am

    Azz ma so tutti juventini…..beh…superate il Barcellona e poi ne parliamo….siete ancora in corsa perché avete evitato il Real…farete solo due partite in più…e capirete come ci si sente piccolini in Europa….praticamente sarà juve Chievo….solo che il Chievo sarete voi ……e nessun Rocchi di turno vi salverà…

  24. Avatar

    GianLuc

    Marzo 19, 2017 at 12:01 pm

    Eccoli qui i piangina, ora fanno pure l’alleanza…tutto questo rosicamento è musica per le mie orecchie…non riuscendo a vincere NIENTE sul campo ora ci riprovano con le carte bollatre…POVERACCI!!!

  25. Avatar

    GianLuc

    Marzo 19, 2017 at 12:05 pm

    # IO GIOCO MALE lo vedrei più appropiato.

    • Avatar

      Matteo

      Marzo 19, 2017 at 2:43 pm

      io invece vedrei più APPROPRIATO che lei tornasse a scuola

  26. Avatar

    Laura

    Marzo 19, 2017 at 12:29 pm

    Continuate a tifare per una squadra di Torino che appartiene ad una famiglia che ha sfruttato l’italia e gli italiani, per poi abbandonarli al fine di pagare meno la manodopera e ottenere vantaggi fiscali. Probabilmente vi piace “vincere facile” ed è per questo che non riuscite nemmeno ad ammettere i vantaggi che la Juventus ottiene dagli arbitri italiani (per fortuna non stranieri ed è per questo che la scuadra nelle coppe non funziona).
    Per me lo sport dovrebbe essere un confronto onorevole tra squadre legate ad un territorio che giocano con mezzi analoghi e senza favori da nessuno. Siete voi tifosi che alimentate questa vergogna. Per me il campionato lo vincerà veramente la squadra che arriverà seconda dopo la Juventus. Ora lo stanno capendo anche gli altri. Juventus e juventini mi dispiace per voi. Prima gli Agnelli avevano almeno un po’ di stile e pudore, ora neanche quello

  27. Avatar

    Claudio Saggini

    Marzo 19, 2017 at 12:37 pm

    Possibile che anche il “Fatto” tratti l’argomento da Bar Sport come tutti gli altri giornali?
    L’articolo serve a distrazione per non parlare del mal costume tutto Italiano di dividersi gli introiti televisivi con un sistema medioevale aristocratico stile Marchese del Grillo.
    Come un non vedere che i “TRE MARCHESATI” del nord con il “DUO BANCARIO” di Roma capitale e UN BARONE napoletano che sta con i piedi su due staffe con almeno altri CINQUE presidenti cialtroni di club provinciali che hanno interesse personale a mantenere l’impianto aristocratico.
    UN SOGNO: Renzi vero rottamatore con Lotti Ministro dello Sport che commissiariano la Lega Calcio e impongono in attesa di eventi la divisione dei diritti televisivi in parti uguali: Cosa perfettamente legittima come negli USA.
    Pensate, anche il Torino di Travaglio avrebbe le possibilità di vincere lo scudetto e non di primeggiare nella classifica di destra come diceva il Buon Mazzone. ClaudioSaggini

  28. Avatar

    enrico

    Marzo 19, 2017 at 2:38 pm

    Io non capisco gli juventini che si incazzano per questo articolo..non vedo nulla di fazioso..racconta le intenzioni dei tre club in oggetto senza andare a schierarsi sugli episodi..io personalmente pur non essendo della juve non credo che siano episodi discutibili o comunque dettati dalla volontà di far vincere la Juve..se vi incazzate solo perchè vengono riportati i fatti sembra quasi che al riguardo avete il nervo scoperto..ripeto non esistono polemiche all’interno dell’articolo..prendetevela con le presidenze di Milan Inter e Napoli ma non lamentatevi se qualcuno riporta il loro malcontento (giustificato o meno)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

La Cina nel pallone: il sogno di Xi Jinping per un Dragone Rosso Mondiale Il primo Ottobre si festeggia il 71esimo anniversario della nascita...

Calcio

Sandro Tonali e i sogni che si avverano “Santa Lucia io vorrei un completo del Milan pantaloncini, maglietta e calzettoni”. È un freddo giorno...

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 44 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

Quando Le Roi Michel Platini era praticamente dell’Inter Siamo sul finire degli Anni Settanta. Sandro Mazzola ha smesso soltanto da pochi anni con il...

Calcio

Quando Diego Armando Maradona stava per andare alla Juventus Con l’apertura della sessione estiva di Calciomercato, cominciano a uscire come sempre nomi di ogni...

Calcio

C’era una volta l’U.S. Milanese, la terza forza di Milano L’8 Settembre 1928 l’Inter, per volere del Regime fascista, cambia la sua denominazione in...

Calcio

Chi era Gaetano Scirea Il 3 settembre 1989 moriva  Gaetano Scirea, un campione vero, uno sportivo d’altri tempi, tragicamente scomparso in un incidente stradale...

Calcio

“We will Ruud you”: il calcio ai tempi di Gullit Se Marco Van Basten è la fiaba da raccontare ai figli la sera mentre...

Calcio

#Prequel, prima del Professionismo: Intervista a Nick “Dinamite” Amoruso In occasione dei suoi 46 anni compiuti oggi, vi riproponiamo l’intervista a Nick Amoruso nella...

Calcio

Il Benfica e la Maledizione del “ballerino” Bela Guttmann Il 28 agosto 1981 moriva a Vienna Bela Guttmann, leggendario allenatore ungherese, che dopo aver...

Calcio

Coppa del Bicentenario: quando i SuperEroi del Team America sfidarono il Mondo Nell’estate del 1976, in territorio statunitense, il mondo del calcio diede vita...

Ultime Notizie Calcio

Dove eravamo rimasti? Dopo oltre tre mesi di astinenza causa pandemia da covid-19, il prossimo 20 giugno, salvo clamorose complicazioni, ripartirà finalmente il campionato...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro