Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Il Milan cinese si affida agli “interisti” e le Bandiere non ci stanno

Il nuovo corso targato Cina del Milan non è cominciato nel migliore dei modi. Due sconfitte in tre gare e i primi dubbi sulla nuova gestione affidata al gruppo Sino-Europe Sports. La questione che sta tenendo banco, però, è a livello societario. I cinesi infatti hanno affidato l’alto management della squadra rossonera a due ex dirigenti interisti con Fassone nel ruolo di Amministratore Delegato e Mirabelli in procinto di diventare nuovo direttore sportivo. La scelta di affidare la ricostruzione dell’ormai ex club di Berlusconi a due ex neroazzurri ha fatto storcere il naso alla tifoseria e non solo. Sarebbe stata una scelta più gradita quella di far entrare nel Milan ex giocatori storici del compagine che portò i colori della squadra meneghina ai massimi livelli.

Dello stesso avviso le grandi bandiere milaniste. Se nella scorsa settimana era stato Maldini a chiedere prudenza sul giudizio del gruppo cinese, sottolineando come ci sia bisogno di tempo da una parte, ma allo stesso modo anche la necessità di rispetto e conoscenza della storia del calcio a Milano sponda rossonera, Demetrio Albertini, altra storica bandiera, ha espresso il suo “malessere” attraverso un Tweet che recitava “Io non sono interista” con una foto di uno stendardo all’interno di San Siro. Chiaro riferimento alla scelta di Fassone e Mirabelli. Anche Costacurta non c’è andato leggero, durante la trasmissione di Sky in cui è opinionista, in cui l’ex difensore scherzando, ma neanche troppo, ha suggerito alla dirigenza del nuovo Milan di non contattarlo, lasciando intendere che, alle condizioni attuali, la sua risposta sarebbe stata certamente un rifiuto.

Tempi duri quindi per il Milan, orfano da poco del suo Presidentissimo Berlusconi, ma già nella difficile condizione di dover dimostrare con i fatti e con le scelte, la buona gestione della nuova dirigenza del gruppo asiatico, cercando di convincere addetti ai lavori e tifosi. E per adesso non ci stanno riuscendo.

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 10 aprile 1910 nasceva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Calcio

Giuseppe Chiappella: Firenze andata e ritorno Lombardo come Prandelli, tornò anche lui sulla panchina della Fiorentina. Giuseppe Chiappella scrisse pagine importanti della storia gigliata,...

Calcio

#Prequel, prima del Professionismo: Intervista ad Arrigo Sacchi  Per i 74 anni compiuti oggi da Arrigo Sacchi, vi riproponiamo l’intervista al “profeta” del calcio...

Calcio Social

Tra LeBron e Ibrahimovic nessuno dei due ha ragione Quello tra LeBron James e Zlatan Ibrahimovic è stato uno scontro che a livello mediatico...

Calcio

Saul Malatrasi, l’uomo delle Coppe Quando qualche anno fa la Spal tornava in Serie A dopo quasi mezzo secolo venivano citati i giocatori lanciati...

Calcio

Vampeta, il ‘vampiro’ nerazzurro affogato nel mare della perdizione Compie oggi 47 anni Marcos André Batista Santos, meglio noto come Vampeta, il brasiliano che...

Calcio

113 anni di Inter, la squadra (quasi) mai stata in B Il 9 Marzo 1908 nasceva il Foot-Ball Club Internazionale, meglio conosciuto come Inter. La squadra...

Calcio

La sfida green di Mathieu Flamini che vuole cambiare il Mondo Compie oggi 37 anni Mathieu Flamini, l’ex centrocampista di Arsenal e Milan che,...

Calcio

Roma – Milan: la distanza non è solo nei chilometri Roma – Milan. Roma e Milano. Una splendida dicotomia. Difficile che chi ami una,...

Calcio

Le meteore della Serie A: il ‘lavapiatti’ milanista  Harvey Esajas 12 gennaio 2005. Mancano soltanto cinque minuti al termine della sfida tra il Milan...

Calcio

Campioni di Politica: quando gli sportivi salgono al potere Provando a fare una rapida e poco approfondita considerazione socio-psicologica, non suona poi così strano...

Calcio

Roberto Baggio: Genealogia del Divin Codino Quest’anno le candeline da spegnere sono cinquataquattro. Se provi ad affiancare le immagini di quando accarezzava palloni deliziando...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro