Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Il Milan cinese si affida agli “interisti” e le Bandiere non ci stanno

Il nuovo corso targato Cina del Milan non è cominciato nel migliore dei modi. Due sconfitte in tre gare e i primi dubbi sulla nuova gestione affidata al gruppo Sino-Europe Sports. La questione che sta tenendo banco, però, è a livello societario. I cinesi infatti hanno affidato l’alto management della squadra rossonera a due ex dirigenti interisti con Fassone nel ruolo di Amministratore Delegato e Mirabelli in procinto di diventare nuovo direttore sportivo. La scelta di affidare la ricostruzione dell’ormai ex club di Berlusconi a due ex neroazzurri ha fatto storcere il naso alla tifoseria e non solo. Sarebbe stata una scelta più gradita quella di far entrare nel Milan ex giocatori storici del compagine che portò i colori della squadra meneghina ai massimi livelli.

Dello stesso avviso le grandi bandiere milaniste. Se nella scorsa settimana era stato Maldini a chiedere prudenza sul giudizio del gruppo cinese, sottolineando come ci sia bisogno di tempo da una parte, ma allo stesso modo anche la necessità di rispetto e conoscenza della storia del calcio a Milano sponda rossonera, Demetrio Albertini, altra storica bandiera, ha espresso il suo “malessere” attraverso un Tweet che recitava “Io non sono interista” con una foto di uno stendardo all’interno di San Siro. Chiaro riferimento alla scelta di Fassone e Mirabelli. Anche Costacurta non c’è andato leggero, durante la trasmissione di Sky in cui è opinionista, in cui l’ex difensore scherzando, ma neanche troppo, ha suggerito alla dirigenza del nuovo Milan di non contattarlo, lasciando intendere che, alle condizioni attuali, la sua risposta sarebbe stata certamente un rifiuto.

Tempi duri quindi per il Milan, orfano da poco del suo Presidentissimo Berlusconi, ma già nella difficile condizione di dover dimostrare con i fatti e con le scelte, la buona gestione della nuova dirigenza del gruppo asiatico, cercando di convincere addetti ai lavori e tifosi. E per adesso non ci stanno riuscendo.

A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Luciano Castellini, il Giaguaro dal cuore tenero Il 16 maggio 1976 Claudio Baglioni festeggiava un quarto di secolo, Rosario Fiorello compiva sedici anni e...

Calcio

Milan-Roma: la distanza non è solo nei chilometri Oggi alle ore 18.30 si sfideranno a San Siro due squadre che rappresentano due città così...

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Il 4 Gennaio 1998 il calcio riconosceva la grandezza di Ronaldo il Fenomeno, consegnandogli il primo Pallone d’Oro...

Calcio

Pierino Prati, il mestiere di far goal Si ricordava ieri la nascita, avvenuta il 13 dicembre 1946, di Pierino Prati, l’attaccante del Milan e...

Calcio

Strage di Piazza Fontana: quando (quasi) tutto il calcio si voltò dall’altra parte Il 12 dicembre 1969 avvenne quella che, da 52 anni a...

Calcio

Lo sciagurato Egidio, eroe per un giorno ma non per caso Ha compiuto 69 anni lo scorso primo dicembre Egidio Calloni, ex centravanti del...

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 9 novembre 1997 moriva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Calcio

Dario Fo: il Premio Nobel che amava il calcio “vecchie maniere” Il 13 Ottobre 2016 moriva Dario Fo, uno degli artisti italiani più stimati...

Calcio

Nils Liedholm: c’era una volta il “Barone” Avrebbe compiuto ieri 99 anni Nils Liedholm, indimenticabile Barone svedese del calcio italiano. Personaggio unico e inimitabile...

Calcio

La Cina nel pallone: il sogno di Xi Jinping per un Dragone Rosso Mondiale Il primo Ottobre si festeggia il 72esimo anniversario della nascita...

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 45 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

C’era una volta l’U.S. Milanese, la terza forza di Milano L’8 Settembre 1928 l’Inter, per volere del Regime fascista, cambia la sua denominazione in...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro