Quantcast
Connect with us

Cerca articoli

Inchieste & Focus

Il medagliere di Rio: la Goldman Sachs e Pwc avevano previsto tutto

Nel medagliere ufficiale di queste ultime Olimpiadi brasiliane contano rispettivamente, per il momento, 69 e 45 medaglie ciascuna. Stati Uniti e Cina quando mancano pochi giorni alla chiusura dei Giochi di Rio, sono le due delegazioni ad aver vinto di più. Una sorpresa? Neanche troppo,visto che qualcuno aveva già previsto tutto. Tra questi, gli economisti della banca americana Goldman Sachs e quelli della società di consulenza PWC. Come riporta Milano Finanza infatti gli analisti delle due multinazionali si sono divertiti a costruire un modello economico basato su un insieme di fattori (demografici, economico, politici e finanche sportivi) per arrivare a concludere “che il numero delle medaglie vinte aumenta proporzionalmente all’aumentare della popolazione e della ricchezza di un Paese”. Il risultato previsto era dunque che a vincere più medaglie sarebbero stati quei Paesi che al momento sono le due principali economie nel mondo: ossia gli Stati Uniti (che nonostante le incertezze del dopo Brexit hanno un tasso di crescita atteso per il 2016 del 2%) e appunto la Cina (che nel 2016 si stima crescerà “solo” del 6,9%, ai minimi negli ultimi 25 anni) .

Gli analisti di Goldman e Pwc invero, avevano previsto anche che gli Stati Uniti avrebbero vinto complessivamente oltre 100 medaglie tra ori, argento e bronzi (rispettivamente 106 per Goldman e 108 per Pwc). Un dato che al momento risulta esagerato (anche se manca ancora qualche giorno alla chiusura dei Giochi) rispetto alla realtà delle 69 medaglie conquistate sinora dagli yankee. Così come le 90 e più medaglie attese per la Cina rispetto invece alle 45 collezionate fino ad oggi. Per quanto riguarda il resto, se la Pwc aveva stimato come terza nel medagliere la Russia (incerta la partecipazione fino alla decisione favorevole del CIO del 24 luglio) Goldman al contrario, aveva invece previsto e si può aggiungere azzeccato anche il Paese che si sarebbe piazzato terzo. Ossia la Gran Bretagna la quale, al momento, nel medagliere figura appunto terza con 38 medaglie vinte. E l’Italia? Anche in questo caso, sono stati gli analisti della banca americana ad avvicinarsi di più alla realtà prevedendo per gli azzurri un piazzamento finale in ottava posizione con 28 medaglie vinte, (al momento l’Italia è settima) a differenza invece dei colleghi di Pwc per i quali la nostra nazionale avrebbe chiuso con un piazzamento in decima con un totale di 26. Sarà interessante vedere chi alla fine avrà azzeccato il numero complessivo di medaglie vinte dato che per il momento nel medagliere azzurro ne figurano 21. Interessante notare inoltre come nel medagliere di Goldman la Germania, la Francia, e l’Italia si piazzino rispettivamente sesta, settima e ottava. Proprio come accade nella realtà dei fatti, dove rispettivamente rappresentano la prima, la seconda e la terza economia di Eurolandia.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook

Da non perdere

Calcio

Aye, Mr President! – Quando Donald Trump stava per irrompere nel mondo del Calcio Compie oggi 74 anni Donald Trump, il magnate americano divenuto...

Pugilato

Teófilo Stevenson: tutto l’oro di Cuba  L’11 giugno 2012 moriva a Cuba, Teófilo Stevenson, leggendario pugile caraibico che durante tutta la sua vita non...

Pugilato

La vera storia di Jack Johnson: un perdono lungo 100 anni Il 10 giugno 1946 moriva Jack Johnson, il primo pugile afroamericano della storia...

Altri Sport

Stoccolma 1956: quelle Olimpiadi Australiane che si disputarono in Svezia Domenica 10 giugno 1956 allo Stockholm Stadium nell’omonima città di Stoccolma si svolse una...

Calcio

2 giugno 1978: Quando toccò alla nazionale regalare speranza a una società ferita Il 2 giugno 1978 gli azzurri di Bearzot esordivano nel Mundial...

Altri Sport

Nino Bibbia: storia di un fruttivendolo diventato Campione Olimpico Il 28 maggio 2013 moriva Nino Bibbia, il primo azzurro a conquistare un oro nei...

Basket

Krešimir Ćosić, la leggenda del Fenomeno che disse di No alla Nba Il 25 maggio 1995 moriva Kresimir Cosic, il fenomeno croato della palla...

Motori

Ciao Nicky, il ragazzo normale che diventò Campione del Mondo Il 22 maggio 2017 ci lasciava Nicky Hayden, il campione del Mondo di Motociclismo,...

Altri Sport

A tu per tu con Daniele Masala, il Professore del Pentathlon italiano A poco più di due mesi dall’inizio delle Olimpiadi di Tokyo dà...

Calcio

Palestina-Israele, anche il calcio alle prese con l’Intifada Nell’ultima settimana la tensione tra Israele e Palestina ha toccato livelli altissimi, con il vicendevole lancio...

Altri Sport

A tu per tu con Agostino Abbagnale, la Leggenda oltre il destino Buone notizie dal canottaggio azzurro che ha concluso gli Europei di aprile...

Altri Sport

Jonathan Edwards, il Gabbiano che non volava di domenica Compie oggi 55 anni Jonathan Edwards, l’uomo volante del salto triplo inglese. Vi raccontiamo la...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro