Connect with us

Cerca articoli

Inchieste & Focus

Il medagliere di Rio: la Goldman Sachs e Pwc avevano previsto tutto

Nel medagliere ufficiale di queste ultime Olimpiadi brasiliane contano rispettivamente, per il momento, 69 e 45 medaglie ciascuna. Stati Uniti e Cina quando mancano pochi giorni alla chiusura dei Giochi di Rio, sono le due delegazioni ad aver vinto di più. Una sorpresa? Neanche troppo,visto che qualcuno aveva già previsto tutto. Tra questi, gli economisti della banca americana Goldman Sachs e quelli della società di consulenza PWC. Come riporta Milano Finanza infatti gli analisti delle due multinazionali si sono divertiti a costruire un modello economico basato su un insieme di fattori (demografici, economico, politici e finanche sportivi) per arrivare a concludere “che il numero delle medaglie vinte aumenta proporzionalmente all’aumentare della popolazione e della ricchezza di un Paese”. Il risultato previsto era dunque che a vincere più medaglie sarebbero stati quei Paesi che al momento sono le due principali economie nel mondo: ossia gli Stati Uniti (che nonostante le incertezze del dopo Brexit hanno un tasso di crescita atteso per il 2016 del 2%) e appunto la Cina (che nel 2016 si stima crescerà “solo” del 6,9%, ai minimi negli ultimi 25 anni) .

Gli analisti di Goldman e Pwc invero, avevano previsto anche che gli Stati Uniti avrebbero vinto complessivamente oltre 100 medaglie tra ori, argento e bronzi (rispettivamente 106 per Goldman e 108 per Pwc). Un dato che al momento risulta esagerato (anche se manca ancora qualche giorno alla chiusura dei Giochi) rispetto alla realtà delle 69 medaglie conquistate sinora dagli yankee. Così come le 90 e più medaglie attese per la Cina rispetto invece alle 45 collezionate fino ad oggi. Per quanto riguarda il resto, se la Pwc aveva stimato come terza nel medagliere la Russia (incerta la partecipazione fino alla decisione favorevole del CIO del 24 luglio) Goldman al contrario, aveva invece previsto e si può aggiungere azzeccato anche il Paese che si sarebbe piazzato terzo. Ossia la Gran Bretagna la quale, al momento, nel medagliere figura appunto terza con 38 medaglie vinte. E l’Italia? Anche in questo caso, sono stati gli analisti della banca americana ad avvicinarsi di più alla realtà prevedendo per gli azzurri un piazzamento finale in ottava posizione con 28 medaglie vinte, (al momento l’Italia è settima) a differenza invece dei colleghi di Pwc per i quali la nostra nazionale avrebbe chiuso con un piazzamento in decima con un totale di 26. Sarà interessante vedere chi alla fine avrà azzeccato il numero complessivo di medaglie vinte dato che per il momento nel medagliere azzurro ne figurano 21. Interessante notare inoltre come nel medagliere di Goldman la Germania, la Francia, e l’Italia si piazzino rispettivamente sesta, settima e ottava. Proprio come accade nella realtà dei fatti, dove rispettivamente rappresentano la prima, la seconda e la terza economia di Eurolandia.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

Perché corro alla Maratona di New York Il 13 settembre 1970 si correva la prima edizione della Maratona di New York, quest’anno rimandata a...

Altri Sport

Jesse Owens: il nero che incantò Hitler Il 12 settembre 1913 nasceva Jesse Owens, leggendario corridore statunitense che alle Olimpiadi del 1936 nella Berlino...

Calcio

Roberto Donadoni, gli Usa e una simulazione ‘da Oscar’ Compie oggi 57 anni Roberto Donadoni, splendido centrocampista d’attacco del Milan imbattibile, oggi allenatore. Per...

Basket

Don Haskins, il Martin Luther King bianco del Basket americano Il 7 Settembre 2008 moriva a El Paso, in Texas, Don Haskins, leggenda del...

Storie di Sport

Strage di Monaco, le colpe dei tedeschi Durante le Olimpiadi di Monaco 1972, nella notte tra il 5 e il 6 Settembre un gruppo...

Altri Sport

Fate lo Sport, non fate la guerra: Pierre De Coubertin e le Olimpiadi moderne Il 2 settembre 1937 moriva Pierre De Coubertin, padre delle...

Altri Sport

Le due vite “estreme” dell’Ironman Todd Crandell Cominciò tutto con due sorsi di birra, a tredici anni. Iniziò così la road to perdition di...

Calcio

Coppa del Bicentenario: quando i SuperEroi del Team America sfidarono il Mondo Nell’estate del 1976, in territorio statunitense, il mondo del calcio diede vita...

Basket

Krešimir Ćosić, la leggenda del Fenomeno che disse di No alla Nba Spiegarlo ai giovani di oggi forse è quasi impossibile, però c’è stato...

Basket

Kobe e Gianna: come te lo immagini il paradiso? Avrebbe compiuto oggi 42 anni Kobe Bryant, la leggenda dei Los Angeles Lakers recentemente scomparso...

Altri Sport

Nadia Comăneci: una farfalla in cerca della felicità Ripetuto volteggio fra apice e baratro, la vita di Nadia Comăneci si è sviluppata quasi fosse...

Storie di Sport

Jimmy Arias: la stella cadente che inventò il dritto moderno Compie oggi 56 anni Jimmy Arias, il tennista statunitense considerato il padre del dritto...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro