Connect with us

Cerca articoli

Calcio

IFAB: Come ti cambio il calcio con 10 nuove regole

[themoneytizer id=”27127-1″]

IFAB: Come ti cambio il calcio con 10 nuove regole

.
La 133esima assemblea dell’Ifab, l’organismo che codifica le regole del calcio ha fatto delle nuove modifiche per rendere il gioco più chiaro e il più possibile scevro da polemiche che entreranno in vigore dalla prossima stagione. Eccole:
.
1 – Il fallo di mano e la regola dell’orologio 
.
Resterà in vigore la discriminante della volontarietà ma sarà comunque fallo di mano anche se involontario qualora le braccia siano in posizione innaturale e cioè o sopra le spalle o molto distanti dalle ore 6 nella cosiddetta regola dell’orologio
.
2 – Cartellino giallo e rosso per i tecnici
.
Introduzione importante anche per i tecnici che al momento se troppo agitati in panchina vengono solamente allontanati senza certezza di venir squalificati nella gara successiva. Verrà introdotto un cartellino giallo e uno rosso anche per loro ed in caso di espulsione la squalifica minima per una giornata.
.
3  – Giocare la palla in area
.
Avete presente il goal annullato forse con eccesso di zelo dal VAR al Chievo ad opera di Giaccherini contro la Fiorentina perchè aveva un piede sulla linea dell’area di rigore mentre il portiere Lafont rinviava? Ecco dal prossimo anno non sarà più così perchè sarà possibile per i giocatori di movimento toccare la palla dentro l’area sul rinvio del portiere, possibilità valida sia per i difensori che per gli attaccanti avversari.
.
.
4 – Niente più disturbo in barriera
.
L’Ifab ha deciso che non sarà più possibile per la squadra che attacca inserire i propri giocatori in barriera con l’intento di disturbare. Essi infatti dovranno stare a minimo un metro in ogni direzione rispetto alla barriera
.
5 – Rigori e VAR
.
La regola attuale impone al portiere di muoversi liberamente rimanendo sempre sulla linea della porta. Dal prossimo anno dovrà mantenere un solo piede sulla stessa e non entrambi. In caso di trasgressione e parata del calcio di rigore, il VAR potrà far ripetere il rigore.
.
.
6 – Meno perdita di tempo nelle sostituzioni
.
Per perdere meno tempo i giocatori potranno uscire da qualunque parte del campo durante le sostituzioni. Ora è possibile solo dopo consenso dell’arbitro e per infortunio.
.
7 –  L’arbitro non è più parte del gioco
.
Quante volte abbiamo maledetto l’arbitro che non riuscendo ad evitare la sfera ha interrotto una trama offensiva della nostra squadra e lanciando all’opposto il contropiede avversario? Bene, non sarà più possibile perchè in caso di tocco del direttore di gara il gioco verrà fermato e si riprenderà con una palla a due. In area di rigore la palla andrà al portiere.
.
8 – Cartellini e vantaggio
.
Spesso la squadra che subisce il fallo vorrebbe battere veloce ma non può farlo perchè il direttore di gara ha estratto un cartellino e deve scrivere il nome del giocatore punito spezzando il ritmo e facendo di fatto riorganizzando la squadra avversaria. Dalla prossima stagione sarà possibile battere subito e poi ad azione ultimata, col gioco fermo, il fischietto recupererà il cartellino sospeso.
9 – Niente più palle a 2
Modifica collegata alla numero 7. Non ci sarà più contesa nella palla a due ma l’arbitro consegnerà la sfera ad una delle due squadre e gli avversari dovranno stare almeno a 4 metri di distanza.
.
10 – Niente più goal di mano
.
Non sarà più possibile convalidare un goal di mano anche se il pallone colpito prima con una parte del corpo lecita sbatte poi involontariamente contro il braccio e si insacca. Verrà annullato.
.

[themoneytizer id=”27127-28″]

A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

149 a 0: quando una sconfitta ti regala un posto nella storia del calcio Il Madagascar, al giorno d’oggi, è conosciuto per essere la...

Calcio

Serie A: il prossimo anno sarà un campionato equilibrato? Il pallone non si ferma. Con la sbornia della vittoria agli Europei ancora da smaltire...

Calcio

Ubaldo Matildo Fillol, una vita tra i guanti Compie oggi 71 anni Ubaldo Matildo Fillol, leggendario portiere argentino campione del Mondo con l’Albiceleste nel...

Calcio

René Houseman, “El Loco Impresentable” Ieri 19 luglio nasceva nel 1953 Renè Houseman, Campione del Mondo 1978 con la sua Argentina, scomparso  per un...

Calcio

Mandela Day: il calcio di Mandela nel carcere dove trascorse 18 anni ll 18 Luglio 1918 nasceva Nelson Mandela, il presidente sudafricano che è...

Calcio

Giacinto Facchetti: Tre, come Treviglio Tra i tanti primati del calcio italiano, ce n’è uno, sempre passibile di aggiornamenti, incrociando le dita, che gli...

Calcio

Le meteore della Serie A: Adrian Pit, 41 minuti per entrare nella storia della Roma Compie oggi 38 anni Adrian Pit, l’esterno romeno che...

Calcio

La chiamarono la Guerra del Calcio Il 14 Luglio 1969 iniziava quella che viene definita la “Guerra del Calcio” tra Honduras e El Salvador....

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Sono le 14,30 del 12 luglio 1998. Parigi. Non un città qualsiasi, né una giornata qualsiasi. In quel...

Calcio

La C2 del Licata e le origini di “Zemanlandia” Dilectissima. Così nel XIII° secolo Federico II di Svevia appellò Licata, cittadina in provincia di...

Calcio

DeFoe e Bradley sulla pelle e nel cuore, per sempre Essere personaggi pubblici per qualcuno comporta un vestito di vanità cucito da sarti spocchiosi....

Calcio

Rachid Mekhloufi e la squadra del Fronte di Liberazione Nazionale Algerino Siamo alla fine degli anni Cinquanta e Rachid Mekhloufi è un centrocampista che...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro