Connect with us

Cerca articoli

Calcio

“I miei calciatori? Perderebbero pure contro 11 ragazzotti presi in un pub”

Tutto ebbe inizio il 12 novembre scorso, quando al Bloomfield Road di Blackpool il Notts County uscì sconfitto con un sonoro 4-0 da parte dei padroni di casa. Apriti cielo.

Il tecnico della squadra professionistica più antica d’Inghilterra, John Sheridan, non ci sta e a fine partita, di fronte ai taccuini dei cronisti, sbotta: “Si tratta della peggior prestazione mai offerta da una squadra allenata da me. E mi sono seduto in panchina per oltre 500 volte; non pochissime. E’ assurdo. Credo che al momento perderemmo anche contro una squadra composta da undici ragazzi presi da un qualsiasi pub inglese“. Parole dure, durissime.

La situazione, tuttavia, da quel momento non si può dire che sia migliorata in maniera sostanziale, anzi. Si è giunti, infatti, a 4 sconfitte consecutive ed un pericoloso diciannovesimo posto nella classifica di League Two (quarta ed ultima serie professionistica inglese).

Dal canto suo, Sheridan, completamente infuriato per le ulteriori prestazioni deludenti dei suoi, non ha mollato di un centimetro nei suoi propositi di stravolgere tutto e la settimana scorsa aveva pensato ad una decisione veramente drastica: mandare i calciatori della prima squadra a giocare il match della ‘selezione riserve‘ (una sorta di nostra squadra ‘primavera’) contro il Chesterfield.

Un piano, tuttavia, non andato a buon fine a causa dello stop arrivato direttamente dalla federazione, dopo che il Chesterfield aveva progettato di contrastare la decisione degli avversari inserendo a sua volta alcuni atleti della prima squadra in rosa in via del tutto eccezionale.

I vertici del Notts County non hanno voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali in merito alla vicenda ma tutto lascia propendere per l’ipotesi di una scelta che avrebbe avuto senza dubbio una connotazione punitiva per coloro che, a detta dell’allenatore in seconda Crossley, “devono iniziare a farci vedere di che pasta sono fatti. Al momento, hanno mostrato a me e al tecnico che le loro qualità sono praticamente inesistenti.

Tempi duri a Nottingham: si salvi chi può dalle ire di Sheridan & co.

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Viv Anderson, il primo Leone nero della Storia d’Inghilterra Il 29 Luglio 1956 nasceva Viv Anderson, il calciatore rimasto nella storia dello Sport per...

Calcio

Bruno Pesaola, il Petisso Ieri 28 luglio ricorreva il giorno in cui nasceva nel lontano 1925 Bruno Pesaola, argentino di nascita, napoletano d’adozione. Il...

Basket

Brandon Roy, il raffinato killer dalle ginocchia di cristallo Ha compiuto ieri 38 anni Brandon Roy, uno dei talenti più forti della NBA recente,...

Calcio

La C2 del Licata e le origini di “Zemanlandia” Dilectissima. Così nel XIII° secolo Federico II di Svevia appellò Licata, cittadina in provincia di...

Calcio

DeFoe e Bradley sulla pelle e nel cuore, per sempre Essere personaggi pubblici per qualcuno comporta un vestito di vanità cucito da sarti spocchiosi....

Calcio

Sport Criminale: quando gli atleti sono vittime di agguati Quando parliamo di giocatori vittime di agguati non possiamo non cominciare da quello che, purtroppo,...

Calcio

Quando Zinedine Zidane poteva andare al Milan Compie oggi 49 anni Zinedine Zidane, il fenomeno franco algerino, attuale allenatore del Real Madrid, con il...

Basket

A tu per tu con Charlie Recalcati, la leggenda del basket italiano La riapertura parziale al pubblico degli eventi sportivi, che procede di pari...

Calcio

Mauro Tassotti, il Djalma Santos bianco “Puoi togliere il ragazzo dal ghetto ma non il ghetto dal ragazzo”, dice Zlatan Ibrahimovic. Potremmo portare questa...

Calcio

Bianchi contro Neri, la partita “razzista” dove nessuno si sentì discriminato Estate 1979; West Midlands, più precisamente West Bromwich. La società di casa allo...

Calcio

Juventus, grazie Pirlo ma ora lascia da “vincente” Il termine vincente è un termine che va usato con cautela. Stefano Pioli per la qualificazione...

Calcio

Erno Erbstein, storia di un uomo che sapeva allenare Sarà poi vero che abbiamo tutti una vita? La domanda appare scontata, se non addirittura...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro