Connect with us

Cerca articoli

Race winner Lewis Hamilton (GBR) Mercedes AMG F1 on the podium. 26.09.2021. Formula 1 World Championship, Rd 15, Russian Grand Prix, Sochi Autodrom, Sochi, Russia, Race Day. - www.xpbimages.com, EMail: requests@xpbimages.com © Copyright: Moy / XPB Images

Inchieste & Focus

Hamilton, una “fortuna” dura da cento vittorie

Bisogna mettersi d’accordo, a un certo punto, anche se per noi non ce ne sarebbe bisogno: un campione va giudicato in base ai risultati della sua epoca, del suo presente, o impostando il confronto con i grandi delle epoche passate?

Avrete già capito che stiamo parlando di Lewis Hamilton. Quello che, a detta di molti, è fortunato. È stato fortunato per cento gran premi vittoriosi di fila; fortunato nel saper cogliere la strategia giusta, anche in base a intuizioni meteorologiche, per anni e anni; fortunato nel costruire, scommettendo sulla durata delle proprie gomme, un numero imprecisato di rimonte portate a termine negli ultimi due o tre giri con calcolo scientifico.

Peraltro, se proprio volessimo per un attimo discutere su questa idiozia della fortuna, senza arrivare al paradigma dei generali di Napoleone, potremmo dire che la fortuna in sé non è un difetto, anzi; è una forma di talento, come la bellezza, se vogliamo fare un paragone.

Poi, per i suoi detrattori, a un certo punto subentra un altro ragionamento: la Formula Uno di oggi non è come quella degli anni settanta e ottanta, quando i piloti avevano il cambio manuale che gli piagava la mano e la frizione da schiacciare. Verissimo, però chiediamo a questi luminari della critica automobilistica se loro guidano ancora le 127 o le Ritmo senza il poggiatesta, con il pedale della frizione che sembrava di ghisa o il volante che sembrava una ruota di bicicletta. Forse anche a noi piacerebbe una Formula Uno con più rumore o con regole più favorevoli alla bagarre (che comunque quest’anno non sembra mancare, come stiamo vedendo), però a chi dice che, per fare un esempio, con il temporale i gran premi non si fermavano qualche decennio fa, come ha fatto recentemente il grande Nigel Mansell, potremmo rispondere, a lui per primo, che le misure delle monoposto della sua epoca erano notevolmente più contenute rispetto ai “transatlantici” attuali.

Che vi piaccia o no, sempre augurandovi di saper discernere tra la simpatia che provate (o non provate) verso un campione e i suoi risultati, Hamilton è già nella élite dei più grandi di tutte le epoche. Se poi in alcune occasioni è stato aiutato dalla fortuna, questo è solo un valore aggiunto.

A cura di

Romano, 47 anni, voce di Radio Radio; editorialista; opinionista televisivo; scrittore, è autore di libri sulle leggende dello sport: tra gli altri, “Villeneuve - Il cuore e l’asfalto”, “Senna - Prost: il duello”, “Muhammad Ali - Il pugno di Dio”. Al mattino, insegna lettere.

Da non perdere

Pugilato

Thomas Hearns, un macigno sui trampoli Compie oggi 63 anni Thomas Hearns, uno dei pugili più forti della storia, protagonista insieme a Marvin Hagler...

Calcio

Matthew Le Tissier, una scelta da Dio Strano stadio, il vecchio “The Dell”; trentamila anime di gomiti che si strofinavano uno contro l’altro, nei...

Calcio

Jean-Marie Pfaff, un sorriso tra i guanti Sai che c’è? C’è che se da ragazzino passi il tempo in una roulotte, nel centro di...

Calcio

Una piccola storia ignobile Il ragazzo, senegalese, quando prende palla è difficile fermarlo; sin dal primo tempo si alternano, gli avversari, nel tentare di...

Motori

François Cevert: una folata di vento Il 6 ottobre 1973 perdeva la vita a causa di un incidente durante il Gran Premio degli Stati...

Calcio

Mourinho, quei due partiti così fastidiosi Due partiti, più che due correnti di pensiero e, “romanisticamente” parlando, vale sempre la pena precisare che non...

Pugilato

Raccontami di Sugar Ray, di Scorsese e del revolver di Babbo Natale Il 19 Settembre 2017 ci lasciava a 95 anni Giacobbe LaMotta, meglio...

Calcio

A Ovest di Socrates: Gol e droghe di Walter Casagrande “Quando guardi a lungo nell’abisso l’abisso ti guarda dentro.”  Friedrich Nietzsche Cosa fosse più...

Calcio

Immobile, Cassano e i pareri “cattura titoli” Si può discutere di ogni cosa, di ogni aspetto e dell’utilità di ogni giocatore, in ambito tecnico....

Pugilato

Manny Pacquiao, il Re delle Filippine Gli aneddoti che potrebbe raccontare sulla sua infanzia nelle Filippine sono più numerosi dei metri quadri delle ville...

Pugilato

Sandro Mazzinghi: i pugni sul ring, i cazzotti della vita Non c’erano di mezzo né il Milan né l’Inter, quel pomeriggio di fine maggio,...

Motori

Nuvolari, quel giorno d’agosto Tazio Nuvolari è una scia di polvere, una di quelle che non vedremo mai nelle corse moderne, che la maggior...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro