Connect with us

Cerca articoli

Eventi

Gianluca Grignani: “Rock 2.0” è un vero trionfo. Sold-out a Milano e Roma, fan in visibilio

Uno spettacolo nello spettacolo: questo è stato il risultato dei due concerti “Rock 2.0” targati Gianluca Grignani. Milano e Roma sold-out, con più di tremila persone ciascuno, due eventi unici per ripercorrere vent’anni di successi ininterrotti. E sul palco lui: il Joker con le inseparabili chitarre che lo accompagnano da sempre. Un Grignani in grandissima forma, pieno di grinta, un concentrato di energia e un carico di emozioni. Un artista consapevole della sua grandezza, con alle spalle vent’anni di successi e l’entusiasmo degli esordi. Maturo ma ancora pieno di passione. Due date che sono state un autentico successo (qui la sua intervista). Gianluca Grignani canta, balla, emoziona e trascina il pubblico in un concerto che più rock non si può. Vecchi successi del passato e del presente, da “Destinazione paradiso” e “Falco a metà” a “Una strada in mezzo al cielo”, passando per “La fabbrica di plastica”, “Una donna così”, “Speciale”, “L’aiuola”, “A volte esagero”, “Baby revolution”, “Cammina nel sole”, “L’allucinazione”, “Romantico rock show”, “Dio privato” e “Sogni infranti”, tanto per citarne alcuni. Venticinque successi no stop, canzoni completamente riarrangiate, suonate insieme alla fortissima band e brani come “Madre” interamente in acustica con la chitarra elettrica. Il Grigna, come la rockstar che è sempre stata, ha messo a nudo la su anima e sempre fedele a se stesso ha fatto impazzire il pubblico regalando uno spettacolo indimenticabile. Rock 2.0 è stato un vero trionfo. Fan in visibilio, gente di tutte le età proveniente da ogni parte d’Italia, da nord a sud, ha cantato insieme a lui tutte le canzoni. Là solo per lui, per le sue canzoni, per le emozioni, per quel graffio che riesce a dare con un solo tocco di chitarra. La sua voce è pura melodia, la chitarra è rock allo stato puro: quello bello che cattura, che fa saltare, urlare ed esultare. Quello che riempie gli stadi, le piazze e soprattutto nutre l’anima. Più di due ore di musica ininterrotta e un repertorio vastissimo. Il risultato è un grandissimo spettacolo, due concerti fenomenali. La rockstar si reinventa. Introspettivo e a tratti struggente nell’intimissima versione di “Madre”, esagerato e rockstar navigata in “Dio privato”, irriverente nell’“Aiuola”, metamorfosi graffiante nelle dissonanze di chitarre elettriche e riverberi di “Fabbrica di plastica”, meravigliosamente delicato in “Una donna così”. Il Joker dalle mille sfumature. Delicato, intenso, esplosivo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Vent’anni di carriera racchiusi in undici album. Vent’anni di successi e una storia raccontata sul palco, quella di un ragazzo di nome Gianluca che, con la chitarra in mano si racconta senza filtri e senza maschere. Racconta la sua vita, il suo percorso fatto di tappe, partenze come un treno in corsa, dove l’unica destinazione è la libertà artistica e la sperimentazione. E i due concerti sono tutto questo: un viaggio senza fermate né confini ma solo orizzonti e sullo sfondo il grande artista che è sempre stato.

Tanti applausi per lui, foto e soprattutto cori da stadio: “Uno di noi, Gianluca uno di noi…”. E il concerto si fa festa, ripercorre i ricordi, ricorda gli amori, diventa poesia e si trasforma in energia. E il guerriero Grignani si emoziona. Abbraccia i fan che, sulle note dell’aiuola “gli lanciano le caramelle”, cambia le chitarre, canta, vibra, soffre e si emoziona con loro. Quello che era preannunciato come un successo si è trasformato in un trionfo. Assolutamente da ripetere.

[foogallery id=”11386″]

A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

1 Comment

1 Comment

  1. Cristina

    Dicembre 6, 2016 at 4:23 pm

    Grazie dell’articolo stupendo… è così..e così è stato.. un concerto intenso.. che racchiude 20 anni di carriera..suoi..e nostri..Lui e noi insieme da 20 anni… Grazie Gianluca!
    Ti meriti questo e molto di +!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Mourinho, quei due partiti così fastidiosi Due partiti, più che due correnti di pensiero e, “romanisticamente” parlando, vale sempre la pena precisare che non...

Calcio

Il Campionato Romano di Guerra: il calcio a Roma durante e dopo l’occupazione nazista Con l’Armistizio firmato da Badoglio l’8 settembre del 1943, iniziava...

Calcio

C’era una volta l’U.S. Milanese, la terza forza di Milano L’8 Settembre 1928 l’Inter, per volere del Regime fascista, cambia la sua denominazione in...

Calcio

Oronzo Pugliese, il Mago di Turi di un calcio che non esiste più Tutto ha inizio a Turi, 30 Km da Bari, Oronzo nasce...

Basket

Memento: C’erano una volta i Sonics, la Leggenda di Emerald City “L’acqua limacciosa della memoria, dove tutto ciò che cade si nasconde. Se la...

Calcio

Bob Marley a San Siro: il Re del Reggae nella casa di “Peppìn” Meazza Il 27 giugno 1980 Robert “Bob” Nesta Marley suonava allo...

Calcio

Manu Chao, la passione per il calcio con il Genoa nel cuore Il 21 giugno 1961 nasceva, nella città di Parigi, José Manuel Arturo...

Calcio

Mario Corso, il poeta maledetto del calcio italiano Il 20 giugno 2020 ci salutava Mario Corso, il funambolo dell’Inter, soprannominato “Mandrake” per le sue...

Pugilato

Il 23 maggio 1915 nasceva Leone Efrati, il pugile italiano deportato dai nazisti e costretto a combattere dentro al campo di concentramento di Auschwitz,...

Calcio

Chiamatelo Garellik: La storia di Claudio Garella Compie oggi 66 anni Claudio Garella, iconico portiere del Napoli Campione d’Italia, famoso per il suo modo...

Calcio

Bob Marley: il Reggae nella mente, il Calcio nel cuore L’11 maggio 1981 moriva il leggendario cantante reggae Robert Nesta Marley. Da tutti conosciuto...

Calcio

Ranieri e il destino a luci rosse dietro la favola Leicester Il 2 Maggio 2016, in virtù del pareggio tra Chelsea e Tottenham, il...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro