Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Futuro Milan: le tre mosse dei cinesi per riportare il Diavolo al top

Il passaggio del Milan in mano al gruppo cinese Sino-Europe è alle battute finali, con il closing previsto per novembre che suggellerà il definitivo cambio di proprietà, dopo 30 anni di gestione Fininvest. Come rivela La Repubblica, la cordata asiatica, una volta rilevato il 99,93% del club, ha già le idee chiare per far ripartire i club meneghino attraverso un piano industriale che si fonda su tre punti fondamentali: lo stadio di proprietà, nuove sponsorizzazioni e la quotazione in borsa.

Nel frattempo, a metà ottobre, secondo Calcio e Finanza, il gruppo ha in agenda un appuntamento ad Arcore dove alcuni investitori incontreranno Silvio Berlusconi per presentare parte dei soci ancora non conosciuti e il progetto. Il primo passo da fare riguarda la penetrazione commerciale sul territorio cinese con l’ingresso di nuove sponsorizzazioni soprattutto del settore della grande distribuzione e delle auto. L’intento è quello di raddoppiare i ricavi in breve tempo (negli ultimi anni il range è stato tra i 70 e 80 milioni) e trainare il brand Milan in un pubblico potenziale di 100 milioni di appassionati. In questo modo l’obiettivo è quello di superare i 500 milioni annui di fatturato.
Sotto il profilo societario, con la carica di Fassone a direttore generale e amministratore delegato e Mirabelli come direttore sportivo, entrambi ex interisti, si sta seriamente pensando all’ingresso di Paolo Maldini come bandiera e punto di riferimento per la squadra ma questa ipotesi si è complicata proprio a fronte dei due nuovi dirigenti provenienti dall’altra sponda di Milano . Dovrebbe, in quest’ottica invece, lasciare Galliani anche se al riguardo Confalonieri si dice speranzoso su un posto disponibile per un uomo che ha reso grande il club rossonero. Montella rimane persona gradita anche ai cinesi che hanno individuato il tecnico campano come l’uomo della rinascita. Sotto il profilo sportivo c’è la necessità di ingaggiare in squadra nomi di richiamo che possano servire all’appeal del brand Milan anche se risulta difficile che un campione affermato possa scegliere una compagine che non partecipa alle Coppe europee.

La questione Stadio di proprietà è un altro punto che interessa molto il Sino-Europe: non contemplando la gestione condivisa di San Siro con l’Inter, si sta valutando la possibilità di un nuovo stadio del Milan da 60 mila posti o la ristrutturazione e l’ammodernamento del Meazza qualora i neroazzurri decidano di spostarsi in un proprio impianto.
Se da una parte il gruppo Suning sponda Inter ha già mostrato i muscoli con una campagna acquisti con i botti, dal lato milanista i cinesi sembrano muoversi più lentamente ma con le idee molto chiare per far tornare il Milan ai fasti berlusconiani di un tempo, in barba alle insinuazioni di Bloomberg che avevano gettato ombre sulla nuova proprietà del club che un tempo dominava in campo internazionale.

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Sandro Tonali e i sogni che si avverano “Santa Lucia io vorrei un completo del Milan pantaloncini, maglietta e calzettoni”. È un freddo giorno...

Calcio

Ronaldo: Manifesto di un Futurismo “fenomenale”  Compie oggi 44 anni, Luis Nazario de Lima, per tutti Ronaldo. Il Fenomeno che per il suo modo...

Calcio

Quando Le Roi Michel Platini era praticamente dell’Inter Siamo sul finire degli Anni Settanta. Sandro Mazzola ha smesso soltanto da pochi anni con il...

Calcio

Calcio Moderno e Diritti Tv, Ciampi ci aveva avvertito sulla crisi del Pallone Il 16 settembre 2016 moriva l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio...

Calcio

C’era una volta l’U.S. Milanese, la terza forza di Milano L’8 Settembre 1928 l’Inter, per volere del Regime fascista, cambia la sua denominazione in...

Calcio

Mario Corso, il poeta maledetto del calcio italiano Avrebbe compiuto oggi 79 anni Mario Corso, il funambolo dell’Inter, soprannominato “Mandrake” per le sue doti...

Calcio

Javier Zanetti racconta Giappone e Corea del Sud 2002 In occasione dei 47 anni compiuti da Javier Zanetti, recordman di presenze con l’Argentina (145,...

Calcio

Armando Picchi: cuore, sangue e anarchia Il suo nome nel cuore dei vecchi interisti è sinonimo di leggenda. Il suo ricordo è legato all’Inter...

Calcio

Calcio ed economia: perché è importante che la Serie A riparta Serie A, palla al centro. Governo, Figc e Lega calcio hanno raggiunto l’accordo...

Calcio

L”Inter spreca una ghiotta opportunità per mantenere il passo della Juventus pareggiando una partita rocambolesca contro il Sassuolo. Neroverdi subito in vantaggio dopo appena...

Calcio

Con le ultime due partite si è completato il quadro della 25esima giornata rimasta monca prima del blocco totale dei campionati, a marzo. L’Atalanta...

Calcio

L’ufficialità arriverà il 17 giugno, ma sarà solo una formalità. L’Uefa ha scelto date e sedi che ospiteranno le due competizioni europee ad agosto,...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro