Connect with us

Cerca articoli

Inchieste & Focus

FIFA GATE: Il futuro del calcio si decide il 26 febbraio 2016.

E’ ufficiale: il 26 febbraio 2016 si riunirà il Comitato elettivo straordinario a Zurigo per decidere il successore al posto di Presidente della FIFA, lasciato libero dal dimissionario Blatter dopo che, il 29 maggio, era stato rieletto per il quinto mandato consecutivo e, successivamente allo scandalo che ha coinvolto la Federazione, aveva rivisto la sua posizione in merito alla Presidenza alla luce di quanto emerso dalle indagini dell’FBI.

Nel frattempo, però, il colonnello svizzero rimane saldamente al suo posto e, di fatto, ricoprirà il ruolo di Presidente fino alla data prevista per le rielezioni. In questo contesto di incertezza per il futuro del calcio mondiale, si apre ufficialmente la corsa al trono vacante: da una parte, il Principe giordano Ali Bin Al Hussein, già concorrente di Blatter nelle elezioni del maggio 2015, rende nota la sua disponibilità al dialogo con le federazioni mondiali e alla sua possibile ricandidatura alla Presidenza.

Da sempre aspro oppositore di Blatter, Al Hussein ha evidenziato il suo disappunto riguardo al fatto che lo svizzero sia ancora al potere, chiedendo le sue fattive e immediate dimissioni così da impedirgli di pianificare e gestire il processo elettorale.

Dall’altra parte, il nome caldo è quello di Michel Platini, il quale, malgrado le ombre riguardanti i rapporti tra lui e il figlio dello sceicco Al Thani in merito all’aggiudicazione dei Mondiali in Qatar del 2022, sembra essere il candidato più credibile, alla luce dell’operato alla Presidenza della UEFA e dell’appoggio di molte Federazioni calcistiche asiatiche, sud americane e nord-centro americane. Le Roi, dal canto suo, non si è sbilanciato sulla questione di una sua candidatura, ma ha ammesso il fatto che la FIFA ha bisogno di una profonda ristrutturazione e unione di intenti, così da ridare credibilità al calcio.

Tra gli altri possibili candidati, un altro ex calciatore potrebbe essere la sorpresa: parliamo della stella brasiliana Zico, il quale, nel periodo subito successivo lo scandalo interno alla FIFA, aveva dichiarato la sua disponibilità a concorrere alla Presidenza della Federcalcio mondiale. Nella conferenza stampa tenutasi ieri, a Zurigo, Blatter, dopo essere stato vittima di una contestazione fatta dall’attore britannico Lee Nelson con una pioggia di dollari falsi, ha spiegato i motivi delle sue dimissioni e della sua intenzione di non candidarsi nuovamente alle elezioni di Febbraio 2016, giustificando la sua decisione unicamente per il bene della FIFA.

Ha aggiunto, poi, che all’interno della Federazione è necessario pianificare delle strategie volte a ripulire l’immagine e il futuro della stessa. Alla luce di quanto espresso dal colonnello, l’Esecutivo ha deciso di creare una task force al fine di monitorare e avviare azioni correttive in merito all’integrità dei membri del Comitato esecutivo al fine di evitare quanto successo negli scorsi mesi e ricadere nella trappola della corruzione e delle tangenti. Ciò che emerge da tutta questa faccenda è il clima di indeterminatezza che la FIFA e il calcio mondiale in generale sta vivendo, confidando in una risoluzione definitiva e una nuova rinascita a partire dai primi mesi del 2016, periodo, appunto, previsto per le nuove elezioni.

social banner

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

11 Settembre 2001: il calcio nel giorno in cui il Mondo cambiò per sempre Alle 14,46 (ora italiana) di diciannove anni fa, un aereo...

Calcio

149 a 0: quando una sconfitta ti regala un posto nella storia del calcio Nel lontano 2002 allo Stade Mahamasina di Antananarivo, Madagascar, va...

Calcio

Nelson Mandela Day: il calcio di Madiba nel carcere dove trascorse 18 anni Il 18 Luglio si celebra il Nelson Mandela Day, per ricordare...

Calcio

Mexico ’86, 22 Giugno: Maradona racconta la “Mano de Dios” Il 22 Giugno 1986 durante in Mondiali in Messico Diego Armando Maradona segna il...

Calcio

L’Uefa viene incontro a tutti quei campionati che ancora navigano a vista e non conoscono il proprio destino. Tra questi c’è la Serie A,...

Calcio

Gli echi della chiusura manifestata dal Comitato Tecnico Scientifico nei confronti del protocollo della Figc secondo Sky sono arrivati fino agli uffici dell’Uefa. L’organo...

Calcio

La proposta era in attesa di essere ratificata da molte settimane e poche ore fa è arrivato il via libera dell’International Football Association Board....

Calcio

Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha parlato ieri alla trasmissione Omnibus di La 7 per esprimere la sua posizione. La strada verso una...

Calcio

Il premier dell’Olanda Mark Rutte ha deciso di sospendere definitivamente tutte le attività sportive fino a settembre. E’ un provvedimento abbastanza inaspettato che ricadrà...

Calcio

Lo spostamento delle coppe europee a luglio e ad agosto è sempre più probabile. Secondo il Telegraph le finali delle due coppe europee si...

Calcio

La mossa della UEFA per il Coronavirus Ha parlato all’emittente televisiva tedesca ZDF il presidente della UEFA Aleksander Čeferin in merito alla ripartenza dei...

Calcio

Dopo le dichiarazioni rilasciate ieri all’emittente tedesca ZDF da Aleksander Čeferin l’UEFA ha pubblicato un comunicato in cui smentisce la “deadline” fissata al 3...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro