Connect with us

Cerca articoli

Inchieste & Focus

FIFA GATE: Blatter si dimette. Si fa avanti Zico

Nella giornata di ieri, sono arrivate le dimissioni del Presidente della FIFA, Joseph Blatter. Il numero uno del calcio mondiale, in carica dal 1998, dopo aver ottenuto la rielezione per il quinto mandato consecutivo, a seguito dell’indagine e dei relativi arresti da parte dell’FBI all’interno del tessuto manageriale della FIFA, si congeda dal ruolo di Presidente, rimanendo, nei fatti, in carica fino a data da destinarsi, o meglio, fino al giorno del Congresso elettivo straordinario, previsto per marzo 2016, da lui stesso indetto per lasuccessione al trono vacante.
Il motivo di tale decisione deriva dal coinvolgimento del numero due della FIFA e braccio destro di Blatter, Jerome Valcke, in merito alla questione dell’assegnazione del mondiale 2010in Sudafrica. Galeotta fu la mail, datata 4 marzo 2008, in cui il Presidente della Federcalcio Sudafricana, Molefi Oliphant, informava Valcke che la stessa Federazione avrebbe destinato 10 milioni di dollari del futuro fondo del comitato organizzatore – 423 milioni di dollari – al Presidente della Concacaf, Jack Warner, in qualità di fiduciario per il progetto “Diaspora Legacy” (progetto creato per lo sviluppo del calcionei paesi Caraibici).
In questa occasione, Valcke autorizzava, a detta delle fonti dell’FBI, il suddetto pagamento attraverso tre bonifici distinti tutti indirizzati a Warner. A detta degli organi competenti dell’agenzia americana, tali bonifici altro non erano che tangenti versate per ottenere il voto da parte della Concacaf, rappresentante i paesi del nord e del centro America. La FIFA dichiara di essere estranea ai fatti e, attraverso comunicato stampa, evidenzia tale estraneità anche da parte del suo numero 2. Afferma, inoltre, andando contro a quanto detto dall’FBI, che il Presidente Blatter non è indagato e che la sua scelta di abbandonare l’incarico fosse dettata esclusivamente da motivazioni morali a seguito dei fatti accaduti. Nel frattempo, si accende il toto scommesse sul successore alla poltrona più bollente del calcio mondiale. Il candidato delle appena concluse elezioni, il Principe di Giordania Ali Hussein si è messo a disposizione per il dialogo con le altre federazioni calcistiche, mentre, nelle ultime ore, è rimbalzato il nome dell’ex calciatore brasiliano dell’Udinese, Zico.
La sensazione è che molto deve essere ancora spiegato, e che, esauritosi il polverone mediatico delle ultime ore, la verità che verrà fuori sarà caratterizzata da molte ombre e poche luci. Infatti, a finire nel calderone dell’indagine seguita dall’FBI, anche l’assegnazione dei Mondiali in Russia del 2018 e in Qatar nel 2022.
Attendiamo nuovi risvolti.
Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Chapecoense 4 anni dopo: storia di un sogno rimasto in bianco e nero Il 28 Novembre 2016 l’aereo con a bordo la squadra brasiliana...

Calcio

Guido Masetti, “primo portiere”, oggi più di ieri Il 27 novembre 1993 ci salutava Guido Masetti, storico portiere della protagonista del primo scudetto giallorosso....

Calcio

Dieci e non più dieci Germogliano i fiori, in mezzo ai rifiuti,  Per ogni rimbalzo che resta immacolato; Tra terra battuta, tra il fango e...

Calcio

Il calcio secondo Bernardo Bertolucci Il 26 novembre 2018 ci lasciava, all’età di 77 anni, Bernardo Bertolucci, il regista parmigiano, autore di alcuni capolavori...

Integratori

7 integratori necessari per una dieta vegana  Una preoccupazione comune delle diete vegane è se forniscono al tuo corpo tutte le vitamine e i...

Calcio

Last United: l’ultima volta di George Best Il 25 novembre 2005 ci lasciava George Best, uno dei più grandi giocatori della storia del calcio,...

Calcio

Non sono andato a letto presto: Vita e Assist di Gianfranco Zigoni Compie oggi 76 anni Gianfranco Zigoni, iconico calciatore anni 70, capace di...

Calcio

Didi, il calcio in due sillabe – Per Didi giocare a calcio è come sbucciare un’arancia. – Pelé  Nella favela di Campos, alle porte...

Calcio

Se per un colpo di testa rischi la vita: il calcio e i problemi legati alla neurodegenerazione E’ tornato d’attualità un tema spinoso che...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 In occasione dei 59 anni compiuti oggi da Ricardo Alemao, l’ex centrocampista brasiliano...

Calcio

Il “Best friulano”: Ezio Vendrame, la mezzala che sarebbe diventata un poeta Avrebbe compiuto ieri 73 anni un giocatore unico nel suo genere, dentro...

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste Il 21 novembre 1894 nasceva a Budapest Géza Kertész, il calciatore e allenatore...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro