Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Ferrero in retrò: “Non ho augurato la morte a nessuno”

Lo avevamo detto che Massimo Ferrero era capace di tutto. Di comprare calciatori fuoriclasse,  di mettersi il foulard in testa mentre parla in diretta Tv o peggio, di dirne di tutti i colori. E questo è quello che ha  fatto ieri, quando a Lotito, Cairo e soprattutto a Pulvirenti, ne aveva dette di tutti i colori. Passati gli epiteti di “tirchio” o “pescivendolo” indirizzati nei confronti di Cairo e di Lotito, quello che non poteva passare, erano le dichiarazioni d’orrore (si proprio di orrore) che Ferrero ha rivolto al suo collega Pulvirenti.

Le hanno sentite tutti, le parole che ha detto Ferrero, e le hanno riportate in tanti, tra siti e giornali che fanno informazione, sportiva e non. Per chi non le avesse sapute, il presidente della Samp dai microfoni della trasmissione La Zanzara, aveva augurato al suo ormai ex collega catanese nientemeno che di “morire”.

Deve morire” aveva detto Ferrero del presidente del Catania,a proposito della vicenda che ha visto coinvolto Pulvirenti arrestato della Procura di Catanzaro per frode sportiva. Ferrero non ha spiegato il perché di quelle sue parole. Antipatia? Rabbia? Boutade? Si anche boutade, perché non è cosa nuova che alla Zanzara, la trasmissione diretta dal giornalista Giuseppe Cruciani, molte persone che parlino, si lascino un po’ andare. E il contesto, per tipi “fumanti” come Ferrero, di certo non aiuta. Basta una provocazione da parte del conduttore, e a quel punto la “bomba” scoppia.

Non è stata la prima volta e non sarà neanche l’ultima. Sarà andata così anche Ferrero? Alla luce di quelle che sono le sue ultime dichiarazioni, arrivate fresche fresche, pare proprio che si, le cose, siano andate in questo modo. Ferrero, alla Zanzara, provocato a dovere, si è lasciato un po’ andare. Dicendo evidentemente cose, soprattutto su Pulvirenti, un po’ troppo pesanti, anche per uno come lui.

Il presidente della Samp ha abituato il suo pubblico a “sparate” di questo genere. Ma evidentemente questa volta si è accorto di averla “sparata troppo grossa”. E allora è arrivata pronta, anche la smentita. Per non essere fraintesi – avrà pensato il presidente della Samp – meglio parlare con l’Ansa questa volta. Poche parole, ma essenziali. “ In radio si parla per battute – ha detto Ferrero – ieri ho augurato la morte del calcio malato, non mi riferivo certo a persone”. Ricevuto, forte e chiaro. Ferrero ha anche aggiunto, sempre ai microfoni dell’Ansa, di sentirsi “dispiaciuto” e “basito”.

Ha detto proprio così, “basito”. Ferrero, è uno che stupisce e al quale se potessi, chiederesti tante cose. Per esempio: “Presidente, se lei è basito, Pulvirenti, che cosa avrà pensato?”.

social banner

 

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

#Prequel, prima del Professionismo: Intervista a Nick “Dinamite” Amoruso In occasione dei suoi 46 anni compiuti oggi, vi riproponiamo l’intervista a Nick Amoruso nella...

Calcio

L”Inter spreca una ghiotta opportunità per mantenere il passo della Juventus pareggiando una partita rocambolesca contro il Sassuolo. Neroverdi subito in vantaggio dopo appena...

Calcio

Con le ultime due partite si è completato il quadro della 25esima giornata rimasta monca prima del blocco totale dei campionati, a marzo. L’Atalanta...

Calcio

C’è una parte di opinione pubblica contraria alla ripresa dei campionati nei vari paesi europei, tra cui molti gruppi ultras. Sono 350 i direttivi...

Calcio

Sono solo Genoa, Torino, Udinese e Brescia le società convintamente contrarie alla ripresa del campionato. La battaglia per lo stop definitivo al campionato viene...

Serie a News

Opta, società di elaborazione dati sportivi che si occupa della raccolta dei dati relativi a vari tipi di sport, in particolare il calcio, ha...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Quagliarella, la storia dietro un numero Compie oggi 37 anni Fabio Quagliarella, il bomber della Sampdoria che ha scelto la maglia numero...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Perché Parma e Sampdoria giocheranno con le maglie invertite Non tutti arrivano a 30 anni di unione. Quando ciò accade, bisogna festeggiare...

Calcio

Marco Giampaolo: l’anticonformista Marco Giampaolo è senza ombra di dubbio uno degli allenatori più controversi, anacronistici e talentuosi di tutto il movimento calcistico italiano....

Calcio

In questi giorni si è discusso molto sul rinvio delle partite della prima giornata di Serie A per le alla luce del disastro del...

Calcio

Il direttore responsabile di Tuttosport, nel commentare la “decisione pilatesca” che ha portato la Lega Calcio a rinviare solamente le gare delle genovesi nella 1a giornata del...

Calcio

Cominciare con Fabrizio De André sarebbe stato troppo facile, difficile però non farlo. Citare Crêuza de mä, canzone che per anni ha accompagnato le...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro