Connect with us

Cerca articoli

Varie

EURO 2016: L’ITALIA MATA LA SPAGNA E PER L’INGHILTERRA È BREXIT ANCHE SUL CAMPO

Si è concluso ieri sera il turno degli ottavi di finale di Euro 2016. Nelle giornate scorse ad uscire vincitori sono stati il sorprendente Galles di Gareth Bale che dovrà vedersela con il Belgio, forti rispettivamente delle vittorie contro Irlanda del Nord e Ungheria. La Polonia, dopo il successo ai rigori contro la Svizzera, incontrerà invece Cristiano Ronaldo e il suo redivivo Portogallo, capace di eliminare la Croazia, la squadra più in forma in quel momento. Dall’altra parte del tabellone, quella di ferro, tutte le big di questo Europeo: la Francia, ribaltando il risultato contro l’Eire e la Germania che ha passeggiato sulla Slovacchia.

Nella giornata di ieri le grandi sorprese vengono da due squadre azzurre: da una parte, la nostra Italia, in grado di imbrigliare e dominare la Spagna per almeno settanta minuti e matarla nel momento di maggiore sforzo iberico con un 2 a 0 suggellato dalla rete di Graziano Pellè che da seguito al goal di Chiellini e al miracolo di Buffon allo scadere. Dall’altra, l’incredibile Islanda, arrivata all’Europeo con già la sola soddisfazione di prenderne parte e rivelatasi invece vera mina vagante del torneo. Presa da tutti sotto gamba, a suon di rimesse laterali stile rugby ma anche un’organizzazione di squadra clamorosa hanno passato il girone e si sono trovati ad incontrare la promettente Inghilterra che mai come quest’anno si presentava all’appuntamento continentale carica e forte dei 10 successi in altrettante partite nel girone di qualificazione.

Gli Inglesi, giovani ma confusi, non hanno saputo esprimere un gioco chiaro e dopo il vantaggio su rigore di Rooney nei primissimi minuti hanno visto sprecato l’uno a zero in un quarto d’ora con l’uno due della compagine della terra dei geyser. Ironia della sorte per il team di Kane e compagni che a pochi giorni di distanza dal referendum che ha sancito l’uscita dall’Unione Europea, bissano l’accaduto, facendosi eliminare da una Nazionale che nel suo movimento calcistico può contare solo 40 professionisti di cui 23 a rappresentarlo in Francia. Una Brexit sportiva inaspettata per una compagine che ad ogni appuntamento deve spaccare il mondo ma che alla fine si scioglie puntualmente come il ghiaccio tanto caro ai simpatici islandesi. Ai quarti, quindi, l’Italia incontrerà la Germania in una classica del calcio mondiale che ci riporta al passato e ai tanti successi azzurri, vera bestia nera dei teutonici. Per l’Islanda, invece, i padroni di casa della Francia con un turno apparentemente in discesa ma che può nascondere pericolose insidie da una squadra che sta stupendo tutti e che adesso non ha davvero più paura di nessuno.

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Marco Tardelli racconta Spagna 1982 E’ diventato l’immagine simbolo di quella finale ai Mondiali di Spagna 1982. Marco Tardelli, di quella Nazionale in terra...

Calcio

Spagna 1982, l’Italia del Vecio e il primo Mondiale “Globale” L’11 luglio 1982 allo Stadio Santiago Bernabeu di Madrid l’Italia si impone sulla Germania...

Calcio

Amarcord Euro 2016: Portogallo, la squadra operaia che ha sconfitto il “Fado” Il 10 Luglio 2016, il Portogallo batte la Francia padrona di casa...

Calcio

Italia – Germania: una storia di calcio senza tempo Il 17 Giugno 1970 si giocava la Partita del Secolo tra Italia e Germania. Una...

Calcio

[themoneytizer id=”27127-1″] Storia del Soldato Eder La storia, in ogni suo aspetto, ha gli opliti e i generali. Tutti ricordiamo i nomi celebri, un...

Calcio

Mancano poche ore alla partita Argentina – Islanda valevole per il Girone D di Russia 2018. Leo Messi e co. si preparano a sfidare...

Calcio

Novità imponente in vista della prossima Confederations Cup (prevista nell’estate che sta per arrivare) e, soprattutto, dei Campionati del Mondo di calcio del 2018...

Calcio

Questa sera allo stadio San Siro di Milano si disputerà una grande classica del calcio mondiale: Italia – Germania, rematch dopo l’ultimo scontro terminato...

Calcio

Hanno fatto scalpore le parole del centravanti tedesco Thomas Muller che dopo il match di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 contro il San...

Calcio

Hanno fatto scalpore le parole del centravanti tedesco Thomas Muller che dopo il match di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 contro il San...

Calcio

Per il terzo articolo della serie dedicata al tifo estero in Italia siamo andati al freddo, nelle più estreme propaggini settentrionali dell’Europa, abbiamo infatti...

Inchieste & Focus

Non c’è niente come il calcio. È una finestra sulla società, uno strumento troppo utile, scriveva Simon Kuper in “Calcio e Potere”, “per la...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro