Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Drenthe-Cissé, rapper e dj: la sregolatezza batte il genio

Il pallone a ritmo di musica. Due carriere travagliate hanno portato a scelte inaspettate, il fulmen in clausola dell’addio al calcio di Djibril Cissé è stato seguito a distanza di pochi giorni da quello di Royston Drenthe, con entrambi i giocatori pronti ad intraprendere carriere nel mondo della musica moderna.

Il primo farà il DJ, Il secondo si fa già chiamare da tempo ‘Roya2Faces’ e si è lanciato nel mondo del rap olandese. ‘Paranoia’ il primo singolo di Royston: possibile che si tratti anche dell’ultimo?

.

‘Una serie di infortuni pazzesca non ha contribuito all’exploit del francese’ mi ha sussurrato recentemente nel silenzio della biblioteca un compagno di studi, che paragonando proprio Djibril Cissè ad Antonio Cassano ha dato una chiave di lettura nuova e da ponderare: è stata veramente soltanto colpa delle due fratture scomposte a tibia e perone (nel 2004 e nel 2006) o una buona dose di follia ha reso la storia dell’attaccante classe 1981 un continuo saliscendi di emozioni e delusioni?

cisse

.

La passione sfrenata per le macchine e non poche disavventure nella vita di tutti i giorni hanno reso particolarmente scapigliata la vita di Djibril, famoso anche per le pettinature tutt’altro che morigerate. Paragonato fin da subito ai più grandi, è finito per prendersela con i più piccoli: nel 2015, accusato di aver collaborato in un tentativo di estorsione nei confronti di Mathieu Valbuena, è persino finito in manette, proprio come accadde in un locale notturno a Newcastle.

Royston Drenthe, invece, cugino di Georgino e Giliano Wijnaldum nonché nipote di Edgar Davids, ha perso già da giovanissimo la sfida più grande nella sua carriera: il duello per la fascia sinistra con Marcelo, che gli rubò posto e nomignolo di terzino ‘galactico’.

Da quell’esperienza in chiaroscuro non si riprese più, complici forse i pochi club capaci di sopportarne l’ormai pesante ingaggio, fatto sta che il centrocampista olandese si è lanciato in esperienze da numero 10, persino da centrocampista centrale o trequartista, con squadre di campionati decisamente stravaganti; prima la Russia, poi la Serie B inglese, quindi gli Emirati Arabi prima dell’annuncio del ritiro a soli 29 anni. Con qualche chilo di troppo, già da qualche anno.

.

La vita e il calcio, le scelte e gli infortuni, possono far male. Ne sa qualcosa Djibril Cissé, ne sa qualcosa anche Roja2Faces. Da sempre ci insegnano come il mondo sia bello perché vario, puoi trovare terzini con la 10 sulle spalle oppure decappottabili con discoteca e cinema integrati. La vita insegna a non dare mai nulla per scontato, neanche se hai 20 e ti chiamano già il futuro della nazionale francese. Quando, non importa se per sfortuna o per eccessi, ti accorgi di essere arrivato al capolinea, puoi lasciare in silenzio oppure scegliere di salutare in maniera stravagante, rumorosa, per lasciare di te un’immagine incolmabile di genio incompreso. L’importante è non andare fuori tempo.

IbRT0raFRD0Jy.

 

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Tòth e Kertész, gli eroi ungheresi più forti delle deportazioni naziste La storia di Istvàn Tòth e Géza Kertész è una di quelle che...

Azzardo

Bookmakers italiani e stranieri: l’importanza della regolamentazione Un tema un bel po’ complesso e per il quale si rende necessaria un po’ di chiarezza;...

Azzardo

Dal vecchio Totocalcio al web: storia della tanto amata schedina Una ‘vecchietta’ che ha abbondantemente passato i 75 anni di età e che negli...

Calcio

Dall’El Dorado ai Narcos: Inferno e Paradiso dei Millonarios di Bogotà Cinco y baile. Dopo il quinto gol, si balla. C’è stata una squadra...

Calcio

Matthias Sindelar, il patriota anti Hitler Il 23 Gennaio 1939 moriva in circostanze misteriose Matthias Sindelar, il fenomeno austriaco che con il suo gesto...

Calcio

Rogerio Ceni, molto più che un portiere Quando si è piccoli e ci si affaccia per la prima volta al mondo del pallone, l’unico...

Altri Sport

“La Guerra meno lo sparo”: la stroncatura dello Sport secondo George Orwell Il 21 gennaio 1950 moriva lo scrittore inglese Eric Arthur Blair, da tutti conosciuto...

Calcio

Il Mistero Scaini: la triste storia di un ragazzo che non era Paolo Rossi Il 21 Gennaio 1983 se ne andava Enzo Scaini, il...

Interviste

A tu per tu con Manuel Poggiali, il “Titano” del motociclismo Abbiamo avuto il piacere di intervistare Manuel Poggiali, campione del mondo di motociclismo....

Calcio

Dino Viola, l’educatore Il 19 Gennaio 1991 moriva Dino Viola, indimenticabile presidente della Roma, che ha lasciato un segno indelebile nel cuore dei tifosi...

Calcio

Luciano Re Cecconi: il tragico destino di un giocatore che veniva dal futuro Il 18 Gennaio 1977 se ne andava Luciano Re Cecconi, iconico...

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro