Connect with us

Cerca articoli

Calcio

“Dove sono gli Ultras”, i simboli delle tifoserie in mostra a Roma

Le curve di uno stadio e gli spazi di una galleria d’arte. Niente di più lontano, se non fosse che questi due mondi confluiscono ora in una mostra, allestita presso la White Noise gallery a Roma e aperta fino al 14 gennaio. Una personale, per essere più precisi, che vede al centro i lavori dell’artista Cristiano Carotti, al su esordio come “solista” nella capitale. Già, perché anche la musica ha un ruolo importante in questo progetto, considerato che le 20 opere in rassegna sono esposte in un percorso sonorizzato da Rodrigo D’Erasmo, violinista degli Afterhours. Ce n’è abbastanza, dunque, per solleticare interesse e curiosità, considerando che “Dove sono gli ultras” – è questo il titolo della mostra – costituisce un evento unico nel suo genere.

Pantere, diavoli, teschi, croci, orsi, bulldog sono soltanto alcuni dei simboli presi da vessilli, bandiere, t-shirt e sciarpe delle tifoserie calcistiche e centrifugate dalla sfrenata creatività di Carotti – umbro, è nato a Terni nel 1981 – artista visivo che intreccia incessantemente relazioni con i protagonisti di altri mondi espressivi. Nomi come l’attore Filippo Timi e il cantautore Vinicio Capossela, ma anche come il performer Franko B e gli stessi Afterhours, la band che guidata dal carismatico Manuel Agnelli ha svolto un ruolo fondamentale nel panorama indie/rock italiano.

3

Curata da Eleonora Aloise e Carlo Maria Lolli Ghetti, la personale di Carotti trae spunto, soltanto come nome, da quello che è uno dei cori più cantati negli stadi (usato da ogni tifoseria per provocare quella avversaria); quindi analizza, prendendo il via da una prospettiva junghiana (Carl Gustav Jung, psichiatra, psicoanalista e antropologo svizzero) quel luogo dell’inconscio di ciascuno di noi all’interno del quale l’archetipo incontra il nostro io razionale, condizionandolo e generando un particolare tipo di dinamiche sociali. Attraverso i suoi lavori, Carotti sembra dunque parafrasare Jung ammettendo che, dominati dall’archetipo, siamo in qualche modo tutti ultras. Ed ecco che la simbologia dei tifosi viene utilizzata come punto di partenza (e suggestione) per un’indagine più ampia.

5

Un’indagine, quella portata avanti dall’artista umbro, che di conseguenza tocca anche la crisi dei modelli di democrazia occidentale. Da parte sua, il simbolo viene sviscerato attraverso la celebrazione della sua forza comunicativa, accompagnata dalla musica dell’ottimo D’Erasmo – in sostituzione del naturale sfondo sonoro dei cori ultras – con una composizione inedita per violini, rafforzando il distacco del simbolo dalla propria funzione calcistica per celebrarne la dimensione emozionale.

[foogallery id=”11217″]

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

Piermario è caro al cielo Citato ogni volta da mio padre, quando avveniva una morte prematura per lui ingiusta. Ormai appartiene a Piermario. Piermario...

Calcio

Se lo Sport si inchina alla Fede: Calcio e Ramadan, un’integrazione difficile Nelle prossime settimane, per alcuni allenatori di diverse compagini, composte principalmente da...

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 10 aprile 1910 nasceva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Calcio

Lo monetina di Alemao e gli altri misteri del Campionato 1989-90 L’8 aprile 1990 durante la partita tra Atalanta e Napoli, il centrocampista brasiliano...

Altri Sport

L’Aquila 12 anni dopo: storie di sportivi portate via da un terremoto Il 6 aprile 2009, alle ore 03:32 di notte, un terremoto di...

Calcio

Il “Best friulano”: Ezio Vendrame, la mezzala che sarebbe diventata un poeta  Ieri si è ricordata la scomparsa avvenuta il 4 aprile dello scorso...

Calcio

Fabrizio Frizzi e lo Sport: dal Bologna alla Nazionale Cantanti “Hai un amico in me. Un grande amico in me. Se la strada non...

Calcio

Giuseppe Chiappella: Firenze andata e ritorno Lombardo come Prandelli, tornò anche lui sulla panchina della Fiorentina. Giuseppe Chiappella scrisse pagine importanti della storia gigliata,...

Calcio

Sarnano, 1 Aprile 1944: Partigiani contro Nazisti 1 a 1 Il Primo Aprile 1944, in centro Italia, si sarebbe giocata una partita di calcio...

Calcio

La storia di Alec Stock, esonerato due volte dall’irriconoscenza Il 30 Marzo 1917 nasceva Alec Stock, la cui storia rappresenta perfettamente la vita dell’allenatore...

Calcio

Ciao Mondo Sono già passati 3 anni da quando Emiliano Mondonico ci ha salutato dopo una dura battaglia contro il cancro. Un allenatore unico...

Calcio

Nando Martellini, una voce sul tetto del Mondo Uno slogan per entrare nell’immaginario collettivo. Nando Martellini da Roma è riuscito in questa piccola grande...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro