Connect with us

Cerca articoli

Doping

Doping, non solo Stati Uniti: nella lista degli Hacker Russi spuntano nuovi nomi illustri

L’attacco informatico da parte degli hacker russi, i Fancy Bears, nell’ archivio della Wada continua a mietere vittime. Se ieri nel mirino erano finiti gli atleti statunitensi tra cui Simone Biles e le sorelle Williams, oggi la lista si allarga ad altre federazioni e altri Paesi per un totale di 25 accusati provenienti da 8 nazioni.

In particolare, i nomi che più destano scalpore sono quelli del ciclismo britannico dove a figurare tra gli sportivi che hanno assunto sostanze dopanti, attraverso certificati di autorizzazione all’utilizzo per fini terapeutici, compaiono i campioni Chris Froome e Bradley Wiggins. Per il primo l’assunzione di antiinfiammatori proibiti nel periodo che va dal 2013 al 2014, per il secondo farmaci vietati prescritti per curare un’allergia al polline. Altro nome di grido è quello della tennista ceca Petra Kvitova (due volte campionessa di Wimbledon) e del golfista britannico Charley Hull.

Oliver Niggli, direttore generale dell’agenzia antidoping mondiale, parla di atto criminale che creerà dolore per gli atleti indicati nella lista degli hacker e paura per coloro che hanno partecipato alle Olimpiadi di Rio2016. Continua poi indicando l’attacco come una rappresaglia nei confronti dell’indagine che ha portato alla scoperta del doping di stato in Russia e ha chiesto al governo di Mosca di compiere ogni sforzo possibile affinché tali intromissioni cessino al più presto. Per Niggli, operazioni di tale genere (l’hackeraggio degli archivi) possono mettere a repentaglio il buon funzionamento del sistema antidoping mondiale.
Attendiamo nuovi sviluppi.

Avatar
A cura di

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Pugilato

Billy Collins e quel pugno “dopato” che ha distrutto la sua vita Il 21 settembre 1961 nasceva il pugile di origini irlandesi Billy Collins,...

Doping

La Caffeina è Doping? La caffeina migliora sensibilmente le prestazioni atletiche e il suo consumo è stato sottoposto a continui controlli per gli atleti...

Integratori

Caffeina e Sport La caffeina è una sostanza che può migliorare le prestazioni fisiche e mentali. Una singola dose può migliorare in modo significativo...

Calcio

Coppa del Bicentenario: quando i SuperEroi del Team America sfidarono il Mondo Nell’estate del 1976, in territorio statunitense, il mondo del calcio diede vita...

Calcio

Illustrazione di David Diehl Oleg Blokhin, l’oro dell’URSS Partiamo dall’assunto, calcisticamente filosofico, che Beckenbauer non ha mai regalato nulla a nessuno: né in campo,...

Calcio

Slavisa Zungul, il Maradona del Calcio Indoor Compie oggi 66 anni Slavisa Zungul, un calciatore poco conosciuto ma che in realtà è considerato il...

Calcio

Mongolia: come si gioca a calcio nella Città senza sole Mongolia (Монгол улс), Asia orientale. Cuore di quell’immenso territorio che fu l’Impero mongolo forgiato...

Calcio

Kyle Rote Jr, storia (dimenticata) della stella che non sapeva di esserlo Provate a chiedere a Kyle Rote Jr, oggi distinto sessantottenne residente in...

Altri Sport

Hassiba Boulmerka, un oro per la libertà Compie oggi 52 anni Hassiba Boulmerka, l’atleta algerina divenuta simbolo di libertà contro la discriminazione che soffriva...

Calcio

Stefano Borgonovo e gli altri: vittime innocenti della Sla, la malattia dei calciatori Il 27 giugno 2013 moriva Stefano Borgonovo,. La causa della morte:...

Doping

L’apparenza prima di tutto: DNP, la pillola “magica” che fa dimagrire…e uccide Con la riapertura della palestre dopo il lockdown da Covid-19, molti sportivi...

Altri Sport

Il 25 maggio e il 1 giugno ESPN manderà in onda quattro ore di documentario dedicate a Lance Armstrong, uno dei personaggi più controversi...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro