Connect with us

Cerca articoli

Azzardo

DOPING : DOPO LA RUSSIA ANCHE IL KENYA. SI ALLARGA L’INCHIESTA DELLA WADA

Lo aveva scritto anche la WADA nella relazione dell’8 novembre. Non si trattava solo di Russia. L’inchiesta avrebbe potuto coinvolgere anche altri atleti di altre nazionalità. E puntualmente, adesso, è arrivata anche la conferma. Non c’è solo la Russia: infatti, nella lista nera della Wada c’è anche il Kenya. E l’ultima notizia che arriva da Nairobi, ripresa anche da La Repubblica è che 7 atleti kenyoti, appartenenti al mondo dell’atletica leggera, sono stati sospesi, nella giornata di venerdì, per utilizzo di sostanze proibite.

Tra questi anche alcuni nomi di spicco come Emily Chebet, la quale sarebbe stato trovata ”positiva” al “diuretico furosemide”, che è stato bandito dalla circolazione, poiché considerato un “prodotto maschera” di sostanze dopanti. Tra i 7 sospesi ci sono anche Joyce Zakary e Koki Manunga, due atlete che erano già risultati positivi (e temporaneamente sospesi) ai Mondiali di Pechino della scorsa estate.

Proprio ai Mondiali cinesi, il Kenya era stato il Paese ad aggiudicarsi il cosiddetto “medagliere”: ad aver vinto il numero maggiore di medaglie. Adesso, però, la notizia di queste sospensioni rischia di gettare un’ombra non solo sull’atletica leggera ma su tutto lo sport kenyota in generale. Il Paese africano, da sempre, è stato considerato, soprattutto nel fondo, una fucina di talenti. Negli ultimi anni, però, la lista dei “positivi” è progressivamente aumentata, fino ad arrivare ai 40 atleti “fermati” nell’ultimo triennio.

A tal punto che l’attuale presidente della WADA Reedie avrebbe dichiarato apertamente che “in Kenya c’è un problema”, riferendosi all’utilizzo di sostanze dopanti. E, mentre all’orizzonte sembra addensarsi, anche in questo caso, la nube della corruzione, anche gli stessi atleti kenyoti hanno voluto esternare il loro disappunto per un “certo lassismo” che ci sarebbe stato da parte del governo di Nairobi. “Il doping non è stato affrontato dalle autorità come meritava” avrebbe scritto l’Associazione degli Atleti Professionisti Kenyoti in un comunicato, riportato anche da Repubblica, con un auspicio finale: “Vogliamo ristabilire la fiducia perduta dei nostri tifosi”.

FOTO: www.sportevai.it

Redazione
A cura di

GiocoPulito nasce nel Novembre 2015 con l’obiettivo di dare un taglio all’informazione sportiva non tanto incentrandola sulla comune, quanto importante, attualità, ma andando a costruire un prodotto di informazione che potesse accrescere la conoscenza degli accadimenti passati o presenti, soddisfare la sana curiosità, alimentare la cultura e la passione per lo sport.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Altri Sport

A tu per tu con Pino Maddaloni, l’oro di Scampia Archiviati gli europei di Judo a Lisbona con tre medaglie raggiunte dagli azzurri, ottimo...

Altri Sport

Bradley Wiggins, una vita in fuga Compie oggi 41 anni Bradley Wiggins, l’ex ciclista inglese, la cui storia sembra uscita da una biografia di...

Altri Sport

A tu per tu con Marco Di Paola, presidente della Federazione Italiana Sport Equestri In questo difficile e complesso momento che stiamo vivendo il...

Altri Sport

A tu per tu con Carmen Rocchino, il presente e il futuro del nuoto sincronizzato Abbiamo avuto il piacere di intervistare Carmen Rocchino, astro...

Altri Sport

A tu per tu con Paolo Bettini, il Grillo più veloce del mondo In questa pazza stagione agonistica, che si sta svolgendo rigidamente a...

Altri Sport

Giornata Mondiale della Terra: Olimpiadi Tokyo 2021, l’evento sportivo più ecosostenibile della storia Il 22 Aprile si celebra la Giornata Mondiale della Terra, per...

Calcio

Carlo Petrini: il coraggio di denunciare Il 16 aprile 2012 moriva Carlo Petrini, il calciatore che degli anni 70-80 ha vissuto sulla sua pelle...

Altri Sport

Charlie Chaplin: storia di un atleta diventato il più grande comico di sempre Il 16 aprile si celebra il Charlie Chaplin Day per ricordare...

Altri Sport

A tu per tu con Fiona May, la Regina del Salto in lungo Momenti frenetici quelli che si stanno vivendo all’inizio di questa primavera...

Calcio

Helenio Herrera: Morte e Misteri dell’Inter del Mago Il 10 aprile 1910 nasceva Helenio Herrera, il Mago dell’Inter capace di vincere tutto. Della sua...

Interviste

A tu per tu Roberto Cammarelle, il signore del ring Partita con l’accensione del simbolico braciere a Fukushima l’edizione numero trentadue dei Giochi Olimpici...

Altri Sport

Gelindo Bordin e l’impresa impossibile di Seul 1988 Compie oggi 62 anni  il maratoneta Gelindo Bordin, l’atleta che vinse un incredibile oro alle Olimpiadi...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro