Connect with us

Cerca articoli

Calcio

Donne al potere: il calcio sempre più in mano alle Femmine Alpha

Donne al potere: il calcio sempre più in mano alle Femmine Alpha

Le donne, si sa, hanno una marcia in più e piano piano si stanno prendendo il calcio, non solo quello giocato con la trasmissione nelle massime televisioni satellitari dalle partite ma anche a livello di management e dirigenziale.

E’ sempre più comune infatti vedere il gentil sesso curare gli interessi di super campioni, allenare squadre maschili, tenere i conti di grandi club e occupare posizioni principali e di rilievo di massime federazioni internazionali e nazionali.

Ecco quindi che abbiamo stilato la lista delle femmine alpha più influenti del mondo pallonaro:

FATMA SAMOURA

Classe 1962, senegalese, è stata la prima donna a diventare Segretario Generale della FIFA nel 2016 a seguito della nomina del presidente Gianni Infantino. Prima di lavorare nel mondo del calcio ha ricoperto vari ruoli alle Nazioni Unite. Nel 2018 la rivista Forbes l’ha classificata alla posizione numero 1 nella classifica delle donne più potenti nel mondo dello sport.

MARINA GRANOVSKAIA

Senza giri di parole è il braccio destro di Roman Abramovich che prima di approdare al Chelsea ha lavorato nelle compagnie petrolifere di proprietà del magnate russo. Da quando è al Chelsea, dove è AD,  dirige col pugno di ferro e rigidità finanziaria le entrate ed uscite del club. E’ stata l’artefice del contratto di sponsorizzazione tra la Nike e i blues che portano nelle casse di Stamford Bridge circa 60 mln di euro all’anno.

CRISTIANA CAPOTONDI

Attrice e modella sin dalla tenera età, è l’unica presenza azzurra in questa lista. Sin da bambina è sempre stata appassionata di calcio, sport da lei anche praticato, ed è tifosissima della Roma. Il 24 ottobre 2018 annuncia a sorpresa la sua candidatura a vicepresidente della Lega Pro, fortemente voluta dal candidato Francesco Ghirelli, con l’obiettivo della riforma della categoria, in favore di una maggiore tutela dei calciatori coinvolti. Il 6 novembre 2018 viene eletta vicepresidente della Lega Pro.

IMKE WUBBENHORST

E’ stata la prima allenatrice professionista donna ad allenare una squadra maschile, il BV Cloppenburg militante nella quinta serie tedesca. E’ salita alla ribalta non troppo tempo fa quando ad una domanda sgarbata da parte di un giornalista che le chiedeva se i suoi giocatori dovessero indossare dei pantaloncini prima del suo ingresso nello spogliatoio lei ha sorpreso tutti rispondendo: “Assolutamente no. Io sono una professionista, scelgo i giocatori in base alle dimensioni del loro pene”.

KARREN BRADY

E’ una parlamentare inglese che si è guadagnata il soprannome di “First Lady of Football”. Nel 1993 viene nominata direttore generale del Birmingham City incontrando grande ostracismo e sessismo nel mondo del calcio ma non si da per vinta e nel 2010 diventa vice-presidente del West Ham United.

CHAN YUEN TING

Classe 1988, è stata una calciatrice professionista cinese ed ora allenatrice. E’ stata la prima allenatrice donna ad allenare una squadra professionistica, non amatoriale come la Wubbenhorst, maschile. Nel 2017 ha ottenuto un altro record: è stata la prima allenatrice donna ad allenare una squadra maschile in una competizione internazionale, la Champions League Asiatica, quando con la sua squadra ha affrontato il Guanzghou Evergrande.

WANDA NARA

Modella, procuratrice e showgirl televisiva. Due calciatori nella sua vita, Maxi Lopez prima ed Icardi ora ma soprattutto un gran fiuto per gli affari. Non ha un agente ma accetta e rifiuta le proposte sempre in prima persona dopo attenta valutazione. Attualmente è l’agente di Mauro Icardi e ha già mandato più di un segnale provocatorio all’Inter in vista del rinnovo del contratto del numero 9 nerazzurro.

SANDRA ROSSI

 Nel momento in cui i mental-coach vanno per la maggiore c’è qualcuno, già da qualche anno, che questa posizione la occupa con risultati stupefacenti. Sandra Rossi è l’allenatrice del cervello dei giocatori del River Plate già dal 2014 dove li ha aiutati a vincere 2 Copa Libertadores e 1 Copa Sudamericana in questo arco temporale. Molti pensavano non sarebbe durata due mesi una volta entrata al Monumental invece cinque anni dopo è ancora lì stimolare i giocatori grazie alle sue tecniche all’avanguardia.

Emanuele Sabatino
A cura di

Nato a Roma nel 1990, anno delle notti magiche. Ex giocatore di basket, nonostante gli studi in legge, dopo una lunga parentesi personale negli States, decide di seguire la sua passione per lo sport e per il giornalismo. Giornalista iscritto all'albo, da quattro anni vice caporedattore di GiocoPulito.it, speaker radiofonico a Tele Radio Stereo e co-conduttore a TeleRoma 56.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Da non perdere

Calcio

La faccia di Cyrille Regis, pioniere della lotta al razzismo Il 14 gennaio 2018 moriva Cyrille Regis, il calciatore che durante la sua carriera...

Calcio

Chiedi chi era Masinga Il nostro tributo a Phil Masinga, simbolo dei Bafana Bafana, che due anni fa ci lasciava a soli 49 anni....

Calcio

La cantina Nevio Scala: dalla panchina alle vigne Capolavoro in Emilia-Romagna. Tra calcio e buon vino Nevio Scala ha scritto un romantico romanzo di...

Calcio

A tu per tu con Ambra Lombardo tra calcio e spettacolo a Tiki Taka e non solo A tu per tu con la bellissima...

Calcio

Ronaldo: Fenomeno, a tutti i costi Sono le 14,30 del 12 luglio 1998. Parigi. Non un città qualsiasi, né una giornata qualsiasi. In quel...

Calcio

La coppa fantasma: quella finale tra Udinese e Atalanta senza trofeo… La coppa fantasma. Fin dal giorno della sua assegnazione. Dove nessuno la vide...

Calcio

Che squadra tifava Sergio Leone? Il 3 gennaio 1929 nasceva uno dei più grandi e conosciuti registi italiani di tutti i tempi: Sergio Leone. Tutti...

Sport & Diritti

Pubblicata online la brochure del progetto SAFE! La brochure deI progetto SAFE, realizzato da LAZIOCREA S.p.A. di concerto con la Regione Lazio – Direzione Cultura...

Calcio

Il Derby di Mostar tra nazionalismo, religione, politica e odio A Roma, molte volte, quando si gioca la partita tra Roma e Lazio, si...

Calcio

La partita di Natale: quando il calcio sconfisse la Grande Guerra Il freddo di dicembre mi riporta in mente uno degli episodi che descrivono...

Calcio

La Leggenda di Arsarnerit: se l’Aurora Boreale è una partita di calcio Una Leggenda incredibile, che ha origini lontanissime ed è parte integrante della...

Azzardo

Scommesse sportive: come il confronto delle quote può aiutare gli appassionati Le quote sono alla base delle scommesse sportive e chiunque scommetta, esperto o...

Gioco Pulito è una Testata giornalistica registrata presso il Tribunale Civile di Roma – Autorizzazione N° 184/2018 del 22-11-2018 Società Editrice Io Gioco Pulito srls - Direttore Responsabile Antonio Padellaro